Pillar 3a: Start early and consistently make deposits
Articoli

Pilastro 3a: Iniziare presto ed effettuare versamenti costanti conviene – anche con piccoli importi

Nel nuovo studio sul pilastro 3a, gli economisti di Credit Suisse illustrano come si può sviluppare il patrimonio nel pilastro 3a. I fattori determinanti non sono solo i livelli di interessi e/o di rendimento, ma soprattutto la durata e la regolarità dei versamenti.

Attualmente i tassi d'interesse sono ai minimi storici. In questo contesto, anche la costruzione nel capitale del pilastro 3a è decisamente più lenta. Se per esempio si calcola un tasso d’interesse corrente dello 0,2% su un orizzonte temporale di 35 anni durante il quale viene sempre versato l'importo massimo consentito, risultano proventi da interessi complessivi pari a CHF 8724 e un patrimonio finale di CHF 245 604. Una fase di tassi bassi più prolungata riduce sensibilmente la costituzione del patrimonio. Con una ripresa dei tassi di interesse e una rimunerazione media dell’1%, i proventi da interessi aumenterebbero fino a quasi CHF 48 000. Con un 4% si raggiungerebbe un patrimonio finale di più del doppio rispetto a una rimunerazione/un rendimento dello 0,2% soltanto.

Il livello dei tassi è importante per la costituzione del patrimonio

Tasso d’interesse/rendimento determinanti per la costituzione del patrimonio

Evoluzione del patrimonio in caso di versamento regolare (a inizio anno) dell’attuale importo massimo di CHF 6768 secondo differenti ipotesi in relazione a tasso d’interesse medio/rendimento

Fonte: Credit Suisse

L'utilizzo di soluzioni in titoli consente di aumentare le opportunità di rendimento – da un punto di vista storico, le soluzioni in titoli sono state più redditizie rispetto ai conti fruttiferi di interessi. Tuttavia, esse sono associate a spese e rischi maggiori. Alla luce dell'orizzonte d'investimento lungo si devono però spesso mettere in conto oscillazioni di valore temporanee. I contraenti più propensi al rischio e con un orizzonte d'investimento lungo dovrebbero valutare i prodotti con una quota azionaria elevata, poiché consentono di realizzare rendimenti potenzialmente maggiori. In questo caso, è opportuno richiedere la consulenza di un esperto.

Le interruzioni dei versamenti generano lacune di risparmio

Non tutte le economie domestiche effettuano versamenti annui nella previdenza privata per la vecchiaia. Diversamente dal secondo pilastro, i versamenti non effettuati nel pilastro 3a non possono però essere compensati successivamente. Lo scenario sottostante mostra la costituzione del patrimonio in caso di versamento regolare dell'attuale importo massimo di CHF 6768 rispetto a chi rinuncia a effettuare versamenti per sette anni. Sulla base di un modello 3a misto, con conto interessi e soluzione in titoli, si può prevedere una rimunerazione o un rendimento medio del 2% o 3%. Nello scenario A con un interesse medio del 3%, i proventi da interessi cumulati ammontano a quasi CHF 52 000 in più con un versamento costante (A1) rispetto a un'interruzione di 7 anni (A2). Nello scenario B con un rendimento annuo del 2%, la perdita di interessi è ancora pari a ben CHF 30 000.

Le interruzioni dei versamenti riducono l'effetto degli interessi composti

Le interruzioni dei versamenti riducono l’effetto degli interessi composti

Evoluzione del patrimonio in caso di versamento regolare (a inizio anno) dell’attuale importo massimo di CHF 6768 e in caso di pausa di versamento di 7 anni; tasso d’interesse medio/rendimento del 2% risp. 3% p.a.

Fonte: Credit Suisse

La frequenza dei versamenti degli svizzeri nel pilastro 3a aumenta con l'età. Per la costituzione del patrimonio è però più opportuno iniziare a risparmiare per la previdenza possibilmente quando si è ancora giovani, perché chi risparmia per un periodo più lungo, a parità di tasso d'interesse, realizza un patrimonio finale più elevato. Nello scenario seguente, con un versamento annuo di circa CHF 4800 per 35 anni si realizza un patrimonio finale superiore rispetto a quello realizzato versando annualmente l'importo massimo di CHF 6768 per 25 anni. Anche se la somma dei versamenti è identica, chi inizia prima realizza alla fine un patrimonio che supera di CHF 25 000 quello di chi inizia a risparmiare dieci anni più tardi. È quindi consigliabile iniziare presto a risparmiare per la vecchiaia, anche se non si può versare l'importo massimo.

Iniziare presto con il pilastro 3a conviene

Iniziare presto conviene – anche con piccoli importi

Evoluzione del patrimonio in caso di versamento regolare (a inizio anno) di CHF 4834 e in caso di versamenti dell’attuale importo massimo, ma con un ritardo di 10 anni; tasso d’interesse medio/rendimento del 2% p.a.

Fonte: Credit Suisse