Svizzera Pianificazione finanziaria

Pianificazione finanziaria

Opzioni di filtro

Visualizzazione di 1- 10 di 114 articoli
Filtro:
  1. Rendita o capitale: una decisione importante al momento del pensionamento

    Prelevare i fondi della cassa pensione sotto forma di rendita o di capitale? Ecco il punto.

    Spesso l'avere nella cassa pensione costituisce il patrimonio più cospicuo degli svizzeri. Prima del pensionamento si pone il grande interrogativo se prelevarlo come rendita o come liquidazione in capitale. Dove risiedono le criticità nella liquidazione in capitale dei fondi previdenziali e perché una soluzione individuale è sempre la scelta migliore.

  2. Previdenza facoltativa riscatto di prestazioni della cassa pensione o pilastro 3a

    Previdenza facoltativa: conviene effettuare versamenti nel 2° o nel 3° pilastro?

    A chi vuole assicurare una copertura finanziaria alla propria terza stagione della vita si offrono tra l'altro due possibilità con vantaggi fiscali nell'ambito della previdenza facoltativa: il riscatto di prestazioni della cassa pensione o i versamenti nel pilastro 3a. Quali vantaggi e svantaggi comportano le due varianti, affinché possiate assumere la decisione migliore per la vostra situazione personale.

  3. L'importo massimo della rendita AVS per coppie di coniugi è pari al 150% della rendita massima per singoli individui.

    Rendita di vecchiaia AVS massima: questi sono i punti da considerare

    Quali fattori influiscono sull'importo della rendita di vecchiaia AVS? E come si ottiene la rendita massima?

  4. Accertare le lacune contributive AVS

    Lacune contributive AVS – Cosa occorre sapere

    Laddove i contributi AVS non risultino versati integralmente, la rendita pensionistica viene ridotta. Ma da dove derivano le tanto temute lacune contributive? Come si può accertarne l'esistenza e cosa si può fare per ovviarvi?

  5. Contributi AVS per persone senza attività lucrativa

    Contributi AVS: quanto versano le persone senza attività lucrativa?

    Anche le persone senza attività lucrativa devono versare i contributi AVS a partire dal 1° gennaio successivo al compimento del ventesimo anno di età fino al raggiungimento dell'età ordinaria di pensionamento. Come si calcolano i contributi AVS e chi è davvero considerato persona senza attività lucrativa? Mostriamo come si calcolano i contributi AVS per le persone senza attività lucrativa e a quanto ammontano contributo minimo e contributo massimo. Di seguito, un esempio di calcolo ai fini illustrativi.

  6. Cosa ha a che fare lo yoga con l'AVS

    Perché ogni quattro anni è opportuno investire cinque minuti di tempo nell'AVS

    L'AVS passa praticamente inosservata accanto al 2° e al 3° pilastro: di fatto ci accompagna per tutta la vita, ma nel caso di alcuni assicurati insorgono, per ignoranza, inutili lacune contributive. Il risultato: rendite sensibilmente più basse. Nella maggior parte dei casi, cinque minuti di attenzione ogni quattro anni sarebbero sufficienti per evitarlo.

  7. Maximum Pillar 3a amount in 2019

    Importo massimo 2020 del pilastro 3a

    Dopo il pensionamento l'AVS e la previdenza professionale (LPP) coprono solo dal 60 al 70 per cento del precedente reddito dell'economia domestica. Per non dover rinunciare al consueto tenore di vita, è consigliabile quindi effettuare ogni anno versamenti nel pilastro 3a.

  8. Contributi AVS: datori di lavoro, dipendenti, lavoratori autonomi

    Contributi AVS: quanto versano datori di lavoro, dipendenti e lavoratori autonomi?

    La metà dei contributi AVS dei dipendenti sono a carico dei datori di lavoro. I lavoratori autonomi devono versare di più, perché i contributi sono interamente a loro carico. A quanto ammontano le diverse deduzioni salariali?

  9. 3° pilastro, pianificazione finanziaria pensionamento, previdenza Svizzera, importo massimo 2018

    Quello che dovete sapere sul 3° pilastro 

    Che cosa è esattamente il 3° pilastro? Quale importo massimo possono versare le persone esercitanti un'attività lucrativa nel 2020? Dove e in che modo è possibile risparmiare il capitale vecchiaia in modo facoltativo? E da quando rispettivamente a quali condizioni è possibile prelevare il proprio denaro dalla previdenza privata? Questi sono i fatti principali riguardanti il 3° pilastro.

  10. AVS 21: ecco le principali modifiche

    Riforma AVS 21: le principali modifiche rispetto a oggi

    Con la riforma AVS 21, il Consiglio federale intende consolidare la previdenza statale fino al 2030. In tal senso risponde alle esigenze degli assicurati con un passaggio più flessibile all'età di pensionamento. Inoltre il Consiglio federale incentiva il prolungamento dell'attività lavorativa. La riforma sarà finanziata mediante l'allineamento dell'età di pensionamento delle donne a quella degli uomini e un innalzamento dell'imposta sul valore aggiunto.