Svizzera Previdenza

Previdenza

Opzioni di filtro

Visualizzazione di 1- 10 di 64 articoli
Filtro:
  1. Riscatto di prestazioni della cassa pensione: intervista con l’esperta di pianificazione finanziaria Manuela Meier-Gloor.

    Riscatto di prestazioni della cassa pensione: colmare lacune e risparmiare imposte

    Un riscatto volontario nell'ambito della cassa pensione consente di risparmiare sulle imposte. Manuela Meier-Gloor, esperta di pianificazione finanziaria di Zugo, illustra a quali aspetti occorre prestare attenzione.

  2. Importi massimi del pilastro 3a

    Pilastro 3a – importi massimi 2019

    Dopo il pensionamento l'AVS e la previdenza professionale (LPP) coprono solo dal 60 al 70 per cento del precedente reddito dell'economia domestica. Per non dover rinunciare al consueto tenore di vita, è consigliabile quindi effettuare ogni anno versamenti nel pilastro 3a.

  3. Barometro delle apprensioni 2018: l’AVS rimane la preoccupazione numero uno

    Previdenza per la vecchiaia svizzera: la grande disillusione

    L'AVS è la fonte di preoccupazione della Svizzera, rivela il Barometro delle apprensioni Credit Suisse 2018. Anche la prevista riforma della previdenza per la vecchiaia (AHV 21) è insufficiente. Il paese dovrebbe avere il coraggio di compiere il grande passo.

  4. For a happy retirement. Handelszeitung: The Big Pillar 3a Securities Comparison

    Handelszeitung: Titoli 3a a raffronto 

    Nell'approfondito raffronto di titoli 3a condotto dalla Handelszeitung, Credit Suisse si è meritato la valutazione "buono". Il gruppo d'investimento CSF Mixta-LPP Basic è stato premiato come uno dei vincitori del test. Già nei tre anni precedenti Credit Suisse si era classificato ai vertici della classifica.

  5. Contributi AVS: datori di lavoro, dipendenti, lavoratori autonomi

    Contributi AVS: quanto versano datori di lavoro, dipendenti e lavoratori autonomi?

    La metà dei contributi AVS dei dipendenti sono a carico dei datori di lavoro. I lavoratori autonomi devono versare di più, perché i contributi sono interamente a loro carico. A quanto ammontano le diverse deduzioni salariali?

  6. Contributi AVS per persone senza attività lucrativa

    Contributi AVS: quanto versano le persone senza attività lucrativa?

    Anche le persone senza attività lucrativa devono versare i contributi AVS a partire dal 1° gennaio successivo al compimento del ventesimo anno di età fino al raggiungimento dell'età ordinaria di pensionamento. Come si calcolano i contributi AVS e chi è davvero considerato persona senza attività lucrativa? Mostriamo come si calcolano i contributi AVS per le persone senza attività lucrativa e a quanto ammontano contributo minimo e contributo massimo. Di seguito, un esempio di calcolo ai fini illustrativi.

  7. Il cambiamento demografico ha ripercussioni anche sulla previdenza per la vecchiaia

    Il cambiamento demografico ha ripercussioni anche sulla previdenza per la vecchiaia

    Oggi troppi pensionati devono essere finanziati da un numero troppo esiguo di lavoratori attivi. Ne consegue che la previdenza per la vecchiaia e il contratto intergenerazionale devono essere adeguati alle condizioni delle società moderne.

  8. Nuova opzione: piani di previdenza «1e»

    I piani di previdenza «1e» del 2° pilastro diventano più interessanti

    Una modifica della Legge sul libero passaggio dovrebbe favorire l’affermazione dei piani di previdenza «1e» delle casse pensione. Il Consiglio nazionale e il Consiglio degli Stati hanno deliberato una modifica di legge che conferisce maggiore responsabilità individuale e ulteriori possibilità d’investimento per gli assicurati.

  9. Mancano-soluzioni-globali-per-la-previdenza

    Non esistono soluzioni universali per la previdenza

    Il punto di partenza di qualsiasi pianificazione patrimoniale deve essere l'analisi della situazione patrimoniale complessiva. Oggi la previdenza professionale è al centro dell'attenzione. Secondo il barometro delle apprensioni di Credit Suisse, il 44% degli elettori svizzeri considera la previdenza per la vecchiaia come la principale preoccupazione; essa si colloca così al primo posto fra i problemi della società. I motivi di tali preoccupazioni sono ampiamente noti.

  10. Cos'è l'aliquota di conversione?

    Cos'è l'aliquota di conversione?

    L'aliquota di conversione viene applicata per il calcolo della rendita LPP annua sulla base del capitale vecchiaia disponibile. Per sapere quale rendita sia realistico aspettarsi dopo il pensionamento, bisogna considerare tre cose in merito al 2° pilastro:
    1. L'aliquota di conversione per la quota obbligatoria dell'avere della cassa pensione ammonta attualmente al 6,8%.
    2. La maggior parte delle casse pensioni, tuttavia, applica un'aliquota di conversione più bassa perché la combinano con quella della previdenza sovraobbligatoria.
    3. Le aliquote di conversione saranno ridotte nel prossimo futuro, perché attualmente sono troppo elevate.