Articoli

Investimenti a prova di crisi. Scegliere l'oro per attutire i rischi di mercato. 

Contro il rischio di crisi economiche e di inflazione elevata gli investitori hanno a disposizione uno strumento efficace: l'acquisto di oro. Il metallo prezioso, infatti, è un investimento sicuro anche in tempi di turbolenza. Scoprite in che modo investire il vostro capitale in oro.

L'oro è da sempre un investimento sicuro

L'oro ha sempre affascinato l'uomo. Da millenni, il raro metallo giallo lucente è sinonimo di ricchezza, potere e stabilità. Per secoli gli Stati lo hanno utilizzato per garantire le rispettive economie, ancorando le valute al suo prezzo. Così è stato fino all'inizio degli anni Settanta, periodo in cui collassò il sistema regolato dagli accordi di Bretton Woods.

Da allora il prezzo dell'oro non è più fisso a 35 dollari l'oncia, ma rimane libero di fluttuare sul mercato globale, dove è arrivato a toccare i 1500 dollari l'oncia. Se da un lato la sua rilevanza è diminuita a livello di politica monetaria, il metallo mantiene una sua importanza. Ad esempio, mentre dal 2000 a oggi la Banca nazionale svizzera ne ha venduto oltre 1000 tonnellate, altri paesi, soprattutto quelli emergenti, negli ultimi anni stanno incrementando le proprie riserve.

Le banche centrali decidono sempre più frequentemente di investire in oro

Fonte: World Gold Council

Investire in oro contro l'inflazione e le crisi 

L'oro offre brillanti possibilità di investimento anche per i soggetti privati. Esso rimane infatti, nonostante l'elevata volatilità soprattutto nel breve termine, un investimento relativamente sicuro e particolarmente stabile. Spesso, inoltre, il prezzo dell'oro si muove in controtendenza rispetto alle borse e ai tassi d'interesse, aspetto che lo rende uno strumento utile a proteggersi in periodi di rallentamento economico e crisi accentuate.

Questa caratteristica dell'oro si è manifestata in maniera marcata durante la crisi finanziaria del 2008 e 2009. Mentre i titoli azionari subivano pesanti perdite a livello globale, l'oro si apprezzava con forza. Il metallo nobile, per via della sua scarsità e dell'offerta limitata, è inoltre in grado di offrire protezione dai tassi d'inflazione elevata.  Come valore reale, detenuto sotto forma di monete, lingotti oppure gioielli, può difendere gli investitori dalla svalutazione monetaria.

Durante la crisi l'oro ha rappresentato un investimento sicuro

Fonte: Credit Suisse/Bloomberg

Acquistare oro fisico - lingotti e monete

Il modo più classico di investire in oro consiste nell'acquistare direttamente monete e lingotti. Comprare oro fisico è un'operazione sicura, poiché non comporta nessun rischio di adempienza della controparte. Lingotti e monete devono naturalmente essere custoditi e protetti da possibili furti,  in una cassaforte o in una cassetta di sicurezza, aspetto che implica costi aggiuntivi.

Per gli investitori privati i lingotti più indicati sono quelli di peso compreso tra un'oncia e un chilogrammo, che risultano i più frequentemente scambiati e che offrono i migliori spread tra prezzo di acquisto e di vendita. Per quanto riguarda le monete, la scelta è molto ampia. Vi sono il marengo, la Filarmonica di Vienna o il Krügerrand. Occorre fare attenzione al contenuto di oro delle monete; più è elevato, meglio è, in quanto si riduce la spesa di conio in rapporto al valore del materiale. Le monete d'oro possono anche divenire oggetto di collezione in base al tipo e anno di conio. Questo aspetto può influenzare il loro prezzo indipendentemente dal contenuto di oro.

Acquistare e vendere oro in tutta semplicità con gli ETF

È possibile investire in oro anche tramite fondi negoziati in borsa (ETF) o fondi indicizzati. Questi veicoli d'investimento passivi acquistano concretamente oro fisico e riproducono così il corso del metallo prezioso. Ciò consente agli investitori di investire in modo molto semplice e catturare il possibile rialzo dei prezzi auriferi.

I vantaggi di questi strumenti risiedono in costi e oneri più contenuti per gli investitori privati. Inoltre, la liquidità disponibile presente nel fondo consente di negoziare le quote in maniera flessibile. Gli investitori possono così reagire in tempi brevi per approfittare dell'aumento dei prezzi. Con gli ETF o i fondi d'investimento indicizzati, inoltre, gli investitori hanno diritto di prendere fisicamente possesso dell'oro; l'oro detenuto dai fondi funge da patrimonio separato in conformità alla Legge federale sugli investimenti collettivi di capitale e tutela dall'eventualità di fallimento della banca. La gestione del fondo in un deposito prevede pertanto una commissione fissa.

Investire in oro: vantaggi e svantaggi

Vantaggi:
  • Stabilità e conservazione del valore
  • Frequente apprezzamento dell'oro in momenti di crisi economica
  • Garanzia di sicurezza tramite il possesso fisico di lingotti e monete d'oro
  • Copertura contro i rischi d'inflazione
Svantaggi:
  • Performance a lungo termine tendenzialmente bassa
  • Nessun reddito regolare in termini di interessi o dividendi
  • Elevata volatilità
  • Rischio di cambio, poiché la valuta di negoziazione è il dollaro statunitense

Investire con flessibilità in oro tramite un conto metallo

In alternativa, per investire in oro è possibile scegliere un conto metallo. In questo caso l'oro non diventa di proprietà dell'investitore, il quale acquisisce semplicemente un diritto di consegna sulla quantità di metallo corrispondente all'importo di denaro investito presso la banca. Ciò comporta anche alcuni vantaggi: per esempio, in caso di riscatto non si applica l'imposta sul valore aggiunto e non occorre preoccuparsi per la custodia. Inoltre, si può adeguare in modo molto flessibile l'avere depositato sul conto. Di conseguenza, nell'ambito della garanzia dei depositi, i conti metallo sono tutelati fino a un massimo di 100 000 franchi; su di essi si applicano inoltre le tasse di gestione del conto.

Acquistare oro e diversificare il portafoglio

L'oro è ancora oggi molto ambito e continua ad attrarre molti investitori. Può tuttavia rappresentare un investimento rischioso. Gli investitori devono essere disposti ad accettare un rischio elevato, soprattutto nel breve termine, e una performance più contenuta nel lungo termine. Inoltre, gli investimenti in oro comportano costi di opportunità elevati, poiché non prevedono un reddito in forma di dividendi o interessi. Ciononostante, il metallo prezioso può rappresentare spesso un investimento monetario sensato. Anche l'oro consente infatti di ottenere un rendimento a lungo termine di tutto rispetto, come dimostra l'andamento delle quotazioni, in particolare nel nuovo millennio.

Lingotti e monete conservano il loro valore anche in fasi di turbolenze economiche. Soprattutto in un contesto di tassi d'interesse bassi, l'acquisto di oro rappresenta un'ottima copertura contro le crisi. E anche l'elevata capacità del metallo giallo di proteggere contro l'aumento dei tassi di inflazione è incontestabile. In ragione di tali caratteristiche l'oro trova ragion d'essere in adeguata quantità in tutti i portafogli ben diversificati, soprattutto in tempi di crisi. 

A lungo termine investire in oro conviene. 

Fonte: Credit Suisse/Bloomberg

Avete domande su questo argomento?

Richiedere una consulenza This link target opens in a new window
Saremo lieti di aiutarvi. Non esitate a contattarci al numero 0844 844 005.