L'edilizia residenziale del futuro: sette trend per l'edilizia residenziale di domani
Articoli

Il futuro dell'edilizia residenziale. Sette interessanti trend per le costruzioni.

Come abiteremo domani? Le innovazioni tecnologiche e la trasformazione sociale producono cambiamenti nell'edilizia residenziale. Scoprite gli interessanti trend destinati a plasmare l'edilizia residenziale del futuro.

Trend delle costruzioni n. 1: il cambiamento demografico necessita di planimetrie flessibili.

Costruire la casa di proprietà pensando già alla vecchiaia. Alla luce del cambiamento demografico diventa sempre più importante. Ipotizzando che le rendite continuino a diminuire, le grandi case unifamiliari possono diventare un onere finanziario in età di pensione. Una possibile soluzione: una planimetria flessibile, in grado di adeguarsi alle mutevoli esigenze dei residenti.

Se per esempio una casa familiare a due piani è l'ideale per una coppia con figli, in vecchiaia potrà essere trasformata in una casa plurifamiliare generando redditi da locazione. Per ridurre al minimo le spese legate all'intervento di restauro, già in fase di costruzione conviene progettare la scala separatamente dagli spazi abitativi. Prevedendo allacciamenti aggiuntivi si facilita la successiva integrazione di una seconda cucina. Anche l'impianto elettrico, idrico e il circuito di riscaldamento vengono già progettati per più unità abitative. In seguito sarà possibile un conteggio separato.

Trend delle costruzioni n. 2: i modelli di vita individuali rafforzano il desiderio di flessibilità.

La nostra società è sempre più individualista. Il numero dei single e delle coppie aumenta, si tende a posticipare la formazione di una famiglia e con i nuovi partner nascono famiglie patchwork. Frequenti cambi di lavoro sono la norma, le circostanze di vita mutano più rapidamente che in passato.

Tutto ciò va considerato ai fini del finanziamento di grandi investimenti come la costruzione di una casa. Le banche rispondono a questo trend con finanziamenti di costruzione flessibili. La richiesta di una maggiore flessibilità e di forme abitative individuali è stata accolta anche dai fornitori di case prefabbricate: aumentano le opzioni di ampliamento, gli acquirenti hanno più voce in capitolo nel processo di progettazione.

Trend delle costruzioni n. 3: costruire reti sociali con il co-housing.

Anche se vivere in una grande città è più che mai popolare, alcune città risentono dell'anonimato. Chi anela alla socialità della vita di paese, ma non intende rinunciare alla vicinanza alla città, troverà quel che cerca nel trend del co-housing. In altre parole: l'abitare collettivo. Si tratta di insediamenti comunitari di case e appartamenti che funzionano come piccoli paesi.

Cuore dell'insediamento sono i grandi spazi collettivi e le aree comuni che vengono gestiti e utilizzati insieme dai residenti. Oltre agli asili, ai laboratori e alle biblioteche, gli spazi di co-working invitano al lavoro condiviso e i giardini comuni alla socializzazione. Lo scopo è una coesistenza sociale alla quale chiunque possa partecipare.

Trend delle costruzioni n. 4: architettura compatta e planimetrie innovative per spazi ristretti.

I prezzi degli immobili e dei terreni nelle città sono alti, la superficie edificabile scarseggia. Eppure la vita pulsante delle aree urbane esercita un'attrazione magica su molte persone. Se la casa dei sogni deve sorgere nel quartiere cittadino preferito, spesso sono disponibili solo spazi angusti. È qui che entrano in gioco le planimetrie creative, che traggono il massimo rendimento da spazi minimi.

Una tendenza dell'edilizia che celebra letteralmente l'abitare in piccoli spazi è la casa in formato XS: la mini casa offre, su una superficie dai 15 ai 45 metri quadrati, tutto ciò che serve per vivere: un vero paradiso per minimalisti. Quando la mini proprietà è su ruote, si realizza anche il desiderio di un'abitazione flessibile.

Trend delle costruzioni n. 5: i materiali ecologici e l'efficienza energetica promuovono un'edilizia residenziale sostenibile.

Ai nostri giorni diventa sempre più importante un approccio ambientale improntato al rispetto delle risorse – anche per i costruttori. La sostenibilità dell'edilizia residenziale è particolarmente in voga, che si tratti di case unifamiliari o complessi di grattacieli. Oltre all'impiego di materiali ecologici, una buona riciclabilità e una lunga durata in servizio, è determinante l'efficienza energetica.

Di pari passo con uno stile di costruzione sostenibile si afferma il tema del benessere abitativo. La scelta mirata di materiali ecologici e privi di sostanze nocive assicura un clima dell'ambiente salutare e aumenta a lungo termine il comfort abitativo. I materiali di costruzione più impiegati sono il legno e l'argilla, in quanto tengono sotto controllo l'umidità e non rilasciano sostanze tossiche.

Trend delle costruzioni n. 6: le innovazioni tecnologiche al servizio della domotica.

La moderna domotica rappresenta uno dei principali sviluppi tecnologici destinati a cambiare il volto dell'edilizia residenziale. Nella cosiddetta smart home tutti gli elettrodomestici sono collegati e comunicano tra di loro mediante una centralina. Il collegamento in rete supporta processi automatizzati, che sono controllati in remoto tramite app dallo smartphone o dal tablet. Non solo è sicuro e comodo, ma anche estremamente efficiente dal punto di vista energetico.

Per esempio l'illuminazione viene regolata a seconda della luce diurna e delle condizioni meteo. I termostati dei radiatori possono essere comandati anche in viaggio. L'aspetto della sicurezza è altrettanto centrale: le telecamere di sicurezza inviano immagini in tempo reale su smartphone e le porte si aprono con le impronte digitali o la scansione dell'iride.

Trend delle costruzioni n. 7: la tecnologia 3D dovrebbe rivoluzionare anche il settore dell'edilizia.

L'evoluzione della tecnologia 3D procede a ritmi serrati. Grazie al procedimento di stampa computerizzato, la produzione diventa più che mai rapida ed economica. Il settore edile ha riconosciuto questi vantaggi. Sempre più start-up si sono impegnate a stampare in un unico pezzo le costruzioni grezze progettate sullo schermo.

Durante il processo di stampa, la cubatura viene applicata strato dopo strato con bracci robotizzati girevoli. Il tetto, la coibentazione e le finestre sono montati manualmente in un secondo momento. Per esempio la società russo-americana «Apis Core» ha realizzato in sole 24 ore una casa in cemento di 40 metri quadrati – per circa 10 000 franchi. Una vera rivoluzione.

Di qualunque tipo sia la vostra prossima casa, siamo lieti di offrirvi la nostra consulenza.

Richiedere una consulenza This link target opens in a new window
Non esitate a contattarci al numero 0844 100 113.