Prelievo anticipato per proprietà abitativa
Articoli

I cinque errori più frequenti in caso di prelievo anticipato

Lo stato consente di impiegare l'avere di previdenza per la proprietà abitativa. Le banche accettano averi dalla cassa pensione e dal pilastro 3a come mezzi propri. Ma il prelievo anticipato è soggetto a limitazioni che molti non conoscono. Evitate questi cinque errori!

1. L'anno prossimo prevedete di andare in pensionamento anticipato e ora desiderate prelevare anticipatamente il vostro capitale di previdenza per un appartamento in condominio.

Avreste dovuto pensarci prima. Molte casse pensioni consentono i prelievi anticipati solo fino a tre anni prima dell'insorgere del diritto alle prestazioni di vecchiaia. Per la maggior parte delle casse il pensionamento anticipato è possibile a 58 o 60 anni. Quindi dovete attivarvi tre anni prima. A seconda del regolamento il termine di preavviso può anche essere più breve.

2. L'anno scorso avete già prelevato anticipatamente un importo parziale, e ora desiderate impiegare il vostro intero avere per l'immobile.

Purtroppo non e possibile. Potete prelevare averi dalla cassa pensione solo ogni cinque anni, e la somma non può mai essere inferiore a 20 000 franchi. Anche i prelievi dal pilastro 3a sono possibili solo ogni cinque anni. Inoltre, dovete chiarire se la fondazione di previdenza consente prelievi parziali.

Fino al bonifico dell'importo da parte della cassa pensione possono trascorrere anche sei mesi.

3. Presso lo studio notarile incontrate il venditore per il trapasso della proprietà, ma il denaro della cassa pensione non è ancora pervenuto.

Per questo motivo sono già sfumati molti buoni affari. Fino al bonifico dell'importo da parte della cassa pensione possono passare anche sei mesi. Non tutti i venditori di immobili hanno la pazienza necessaria e così magari viene preferito un altro compratore. Fatevi confermare per iscritto dalla vostra cassa pensione che la data dell'appuntamento dal notaio è vincolante anche per il bonifico.

4. Desiderate impiegare gli averi della cassa pensione per l'ammortamento di un'ipoteca, ma la cassa pensione non paga.

Esistono anche casi eccezionali come questo. Se la vostra cassa pensione dovesse avere una copertura insufficiente, la cassa può negare il prelievo anticipato. Una copertura insufficiente si verifica se l'assicuratore non dispone attualmente del denaro corrispondente alle prestazioni assicurative promesse. Controllate nel regolamento se la vostra cassa si riserva un provvedimento del genere in caso di risanamento.

5. Avete appena compiuto 60 anni e decidete prelevare anticipatamente gli averi ormai divenuti consistenti.

Purtroppo non è così facile. Chi ha meno di 50 anni, può sostanzialmente prelevare anticipatamente tutti gli averi della cassa pensione. Chi però è più anziano, può prelevare solo la metà dei suoi averi attuali, oppure un importo uguale a quello che avrebbe potuto ricevere a 50 anni. Fa testo la somma più alta tra le due.