Fate crescere la vostra attività Alla ricerca di imprenditori pronti a cambiare le regole del gioco

Alla ricerca di imprenditori pronti a cambiare le regole del gioco

Private Innovation Circle: entrate in un mondo di opportunità

Il Private Innovation Circle (PIC) è un’esclusiva piattaforma di incontro per imprenditori di successo e investitori privati con particolare interesse per l’innovazione. La ricerca della prossima cerchia di innovatori è iniziata.

Esplorate le opportunità di crescita future

In occasione del Private Innovation Circle del 27 ottobre 2020, otto imprenditori hanno presentato le rispettive imprese in crescita a un gruppo di investitori selezionati. Con idee rivoluzionarie, le società prescelte hanno dimostrato ancora una volta come l’innovazione sia in grado di creare soluzioni sulla scia della trasformazione per superare le sfide globali. I progetti realizzati spaziano da un surrogato della plastica a base di alghe marine a un sistema gestionale per le aziende agricole improntato sull’intelligenza artificiale, o ancora da un dispositivo su smartphone per la gestione del dolore a un’alternativa robotica per la catena di montaggio.

Cos’è il Private Innovation Circle (PIC)?

Nel 2014 Credit Suisse ha lanciato il Private Innovation Circle, un’esclusiva piattaforma di incontro per imprenditori di successo e investitori privati con particolare interesse per l’innovazione. Da allora, quasi 60 venture di punta hanno avuto l’opportunità di illustrare le proprie idee all’avanguardia.

Il PIC Committee, composto da esperti senior di Credit Suisse in Investment Banking Advisory, Private Asset and Capital Markets e Asset Management, ha selezionato i partecipanti dell’edizione di quest’anno da una rosa di oltre 500 candidati.

Criteri di valutazione delle società selezionate

  • Efficacia dell’idea
  • Comprovata esperienza gestionale
  • Validazione dell’idea (Proof of Concept)
  • Potenziale di generazione di introiti

Il severo processo di selezione garantisce che le imprese invitate a entrare a far parte del PIC si contraddistinguano per visione e sostenibilità commerciale.

Ciò che contraddistingue ulteriormente il PIC è una rete globale composta da illustri investitori, direttori di spicco e soggetti che la pensano allo stesso modo. Il PIC offre una piattaforma a cui si accede su solo invito, la quale fornisce opportunità non solo per aumentare il capitale e instaurare partnership strategiche ma anche per creare contatti duraturi e vitali.

Volete entrare a far parte del PIC 2021?

Contattateci This link target opens in a new window
Se desiderate candidarvi al Private Innovation Circle 2021 o vi interessa sapere come Credit Suisse sostiene gli imprenditori e le venture del futuro.

Le ammiraglie del PIC 2020

Notpla

Notpla ha svelato l’alternativa sostenibile agli imballaggi di plastica usa e getta. Ispirandosi alla natura, i fondatori di Notpla hanno puntato alle alghe marine per creare Ooho, una membrana rivoluzionaria completamente commestibile. L’impresa si era già fatta notare nel 2019, quando alla maratona di Londra aveva rifornito i partecipanti di acqua in capsule prive di plastica. Anche in fase di sperimentazione l’azienda si è guadagnata tutta la soddisfazione dei maggiori colossi dell’industria alimentare. Se Notpla riuscirà ad ampliare il proprio portafoglio e a raggiungere una portata internazionale, il suo impatto ambientale, in particolare sulla blue economy, potrebbe diventare preponderante.

Rodrigo García González, fondatore di Notpla, spiega come secondo lui l’azienda sarà in grado di cambiare le regole del gioco nel settore degli imballaggi per il consumatore finale, con risvolti benefici per l’ecosistema sul lungo periodo. Egli ricorda poi che le alghe marine sono una delle risorse rinnovabili che ci offre il nostro pianeta.

CropX

Con DIY (do-it-yourself), CropX ha lanciato un nuovo approccio di gestione dei terreni agricoli fai da te. Grazie a una combinazione di hardware proprietari, un esteso processo di misurazione dei dati e un’analisi basata sull’intelligenza artificiale, CropX mette i vantaggi dei big data al servizio degli agricoltori. Lo scopo è di rivoluzionare e automatizzare il processo decisionale del settore agricolo con diverse applicazioni su tutta la catena di valore. Mentre il nostro pianeta è alle prese con un rapido incremento demografico e con le conseguenze del cambiamento climatico, le prospettive di continua crescita della piattaforma CropX sembrano essere promettenti.

Tomer Tzach, CEO di CropX, ritiene che l’azienda abbia il potenziale per cambiare le regole del gioco della gestione agricola. Spiega come la sola finalità della soluzione ideata da CropX sia quella di fornire agli agricoltori dei dati, affinché possano modificare le proprie abitudini gestionali nonché accrescere i propri rendimenti.

Ther­an­ica

Theranica, impresa specializzata in terapie digitali, racconta il successo del proprio fiore all’occhiello: Nerivio. Si tratta di un dispositivo per il trattamento acuto dell’emicrania senza l’uso di medicinali, con obbligo di prescrizione medica, che il paziente indossa sul braccio e controlla dallo smartphone. L’innovazione di questo prodotto è data, tra le altre cose, dal suo approccio creativo e autodeterminante al trattamento del dolore cronico. Con alle spalle diversi studi clinici, la società spera di poter ampliare i propri confini geografici e ambiti di applicazione nonché di espandere la propria offerta di prevenzione e piattaforme di medicina telematica – un esempio emblematico del potere della healthtech.

Il fondatore di Theranica, Alon Ironi, afferma che la sua tecnologia sarà in grado di cambiare l’intero approccio al trattamento del dolore.

Ar­cu­lus

Arculus ha reimmaginato il processo di fabbricazione industriale raggiungendo traguardi degni di nota. Il suo sistema di produzione modulare unico al mondo, basato su robot mobili autonomi, rimpiazza i tradizionali nastri trasportatori, rendendo la catena di montaggio più efficiente. Radicata nel settore dell’automotive, Arculus ha saputo convincere clienti di elevato profilo, come Audi e Porsche, grazie all’impatto del suo nuovo sistema modulare sulla produttività nonché ai vantaggi che offre in fatto di risparmio di spazio. La società ha grandi ambizioni, non solo in termini di copertura di mercato ed espansione, ma anche per quanto riguarda la strategia e il modello di business che persegue nonché le tecnologie che mette a punto.

Il dr. Fabian Rusitschka, fondatore e CEO di Arculus, è convinto che l’azienda potrà cambiare le regole del gioco dell’industria manifatturiera. Fabian ritiene che qualsiasi settore potrà trarre benefici dall’impiego dei robot mobili autonomi in fase iniziale di produzione.

Siamo a vostra disposizione per una consulenza

Contattateci This link target opens in a new window
Entrate in contatto con i nostri esperti