Revisione del diritto successorio: un nuovo diritto successorio per la Svizzera
Articoli

Revisione del diritto successorio: più libertà di scelta nell'ambito della successione

Maggiore libertà di decisione nell'ambito della successione: questa la promessa dell'attesa revisione del diritto successorio svizzero. L'attuale diritto successorio è entrato in vigore oltre un secolo fa e non è più adeguato ai tempi. Modifiche previste dalla Confederazione che entreranno in vigore nel 2023.

Revisione del diritto successorio: un nuovo diritto successorio per la Svizzera

Il diritto successorio svizzero non è adeguato alle nuove realtà sociali e familiari. La Confederazione intende perciò aggiornarlo in modo che in futuro possa tener conto delle mutate forme di convivenza, come ad esempio le famiglie ricomposte, e concedere al testatore maggiore libertà di disporre nell'ambito della pianificazione successoria. La modifica avverrà a tappe, la prima delle quali è già definitiva. La riduzione delle porzioni legittime, appartenente alla prima fase di revisione, entrerà in vigore il 1° gennaio 2023. Le altre tappe riguardano questioni tecniche e una semplificazione della regolamentazione successoria delle imprese a conduzione familiare. A questo proposito non è ancora stata presa alcuna decisione.

Tappa I: riduzione delle porzioni legittime dell'eredità per una maggiore libertà di disporre

Oggi gran parte dell'eredità viene obbligatoriamente assegnata alla famiglia del testatore. La porzione legittima stabilita per legge è infatti spesso molto elevata. Nella prima tappa sono state ridotte – da tre quarti alla metà – le porzioni legittime destinate ai figli, mentre è stato interamente soppresso il diritto dei genitori all'eredità. Il progetto di legge prevede invece per il coniuge o il partner registrato di lasciare invariata la quota legittima alla metà della successione.  

Le coppie non coniugate né conviventi in un'unione domestica registrata – dette partner di fatto – nella situazione giuridica attuale non hanno diritto ad alcuna quota di eredità. Qui non cambierà nulla. Chi vive nell'ambito di una convivenza di fatto dovrà continuare a regolare la propria successione in modo attivo per favorire il proprio partner. La nuova normativa in materia di successione prevede ora – in presenza di discendenti – una porzione liberamente disponibile pari alla metà della successione anziché a un quarto. Nel complesso il nuovo diritto successorio lascia un maggior margine di manovra al testatore. Ciò permette a quest’ultimo di favorire maggiormente singoli soggetti – ad esempio, i figli del proprio convivente.

A seguito della revisione del diritto successorio, le disposizioni testamentarie e i contratti successori attuali restano sostanzialmente validi, cosa che potrebbe sollevare in alcuni casi questioni delicate; in particolare quando date formulazioni di una pianificazione successoria fanno ritenere che, sotto il nuovo diritto, il testatore avrebbe disposto in modo diverso. La revisione attuale dà la possibilità di riconsiderare e, ove necessario e auspicato, modificare la pianificazione successoria.

Tappa II: questioni tecniche e regolamentazione della successione agevolata per le imprese familiari nel diritto successorio svizzero

L'attuale situazione giuridica può provocare una frammentazione delle imprese a conduzione familiare all'atto della successione. I successori spesso devono infatti corrispondere agli eredi legittimari ingenti somme nell'ambito della divisione dell'eredità, mettendo talvolta a repentaglio l'azienda.

In una seconda tappa il Consiglio federale intende pertanto far confluire diverse questioni tecniche per fornire chiarimenti sulla pianificazione successoria e sulla divisione dell'eredità per le imprese di famiglia. Ad esempio, il successore dell’azienda potrà ottenere una dilazione di pagamento dai coeredi per evitare problemi di liquidità. Il Consiglio federale intende contribuire a una maggiore stabilità in particolare delle piccole e medie imprese familiari e preservare posti di lavoro.

Revisione del diritto successorio: la situazione attuale e prossime tappe

Nella sessione invernale 2020 il Parlamento ha dibattuto più volte sulla prima tappa, accettando chiaramente con la votazione finale del 18.12.2020 i testi di legge rivisti. Il 10 aprile 2021 il termine per il referendum è scaduto inutilizzato, pertanto il 19 maggio 2021 il Consiglio federale ha deliberato che questa tappa di revisione del diritto successorio entrerà in vigore il 1° gennaio 2023. Le disposizioni in forma rivista saranno applicate a tutti i decessi a partire dalla data di entrata in vigore a prescindere dal fatto che sia stato redatto un testamento o sia stato stipulato un contratto successorio già prima dell’entrata in vigore della revisione. Essendo ora consolidato il testo di legge per la prima tappa, la pianificazione successoria può essere già adattata alla nuova situazione.

Nel corso di quest’anno il Consiglio federale presenterà probabilmente al Parlamento la tappa riguardante il diritto successorio aziendale, tenendo conto dei risultati della procedura di consultazione sulla semplificazione della successione aziendale conclusasi a febbraio 2020.

Avete domande?

Richiedere una consulenza
Saremo lieti di assistervi. Non esitate a contattarci al numero 0844 200 113.