Articoli

Assicurare il nutrimento della popolazione mondiale. Con investimenti sostenibili.

La crescita demografica mondiale sta raddoppiando il fabbisogno globale di cibo. Per assicurare il nutrimento della popolazione mondiale, un cambiamento nell'industria alimentare non è un'opzione, bensì una necessità. Gli investimenti sostenibili consentono anche agli investitori privati di contribuire a dare forma e concretezza a questo cambiamento.

È possibile garantire il nutrimento della popolazione mondiale entro il 2050?

Secondo le stime dell'ONU, la popolazione mondiale crescerà a circa dieci miliardi nel 2050. Il fabbisogno alimentare andrà più che a raddoppiare in seguito allo sviluppo demografico. Per assicurare il nutrimento della popolazione mondiale in crescita è imperativo cambiare drasticamente la produzione, la distribuzione e il consumo di generi alimentari negli anni a venire, anche perché l'attuale sistema alimentare globale è altamente inefficiente ed esiste ancora uno squilibrio tra i Paesi industrializzati e quelli in via di sviluppo. Oltre alla garanzia della quantità, al centro della trasformazione si pongono anche l'ambiente e la salute.

C'è ancora molta strada da fare prima di raggiungere un'alimentazione sostenibile.

Al giorno d’oggi la produzione, la lavorazione e la distribuzione dei generi alimentari comportano un carico enorme sull’ambiente a livello globale. Se l’industria alimentare contribuisce al PIL mondiale solo per il 10 per cento, l’impronta globale del nostro sistema di alimentazione è imponente: più di un quarto delle emissioni di gas serra totali e più del 90 per cento del consumo di acqua dolce mondiale sono riconducibili alla produzione e al consumo di generi alimentari.

A ciò si aggiunge il fatto che oltre un terzo di tutti i generi alimentari va perso durante la produzione o finisce successivamente tra i rifiuti, aggravando ulteriormente la pressione sulle risorse. Così, ogni giorno in Svizzera vengono prodotti circa 900 grammi di rifiuti alimentari dalle famiglie, ovvero più di 300 chilogrammi di rifiuti per persona per anno.

Industria alimentare dannosa per l'ambiente. È tempo di passare a un'alimentazione sostenibile.

   

Oggi il nutrimento della popolazione mondiale non è ancora assicurato

Da un punto di vista globale il settore alimentare non adempie correttamente al suo scopo. Al momento sono ancora più di 700 milioni le persone in tutto il mondo che soffrono di fame e denutrizione. Peggiorata con la pandemia di coronavirus, questa cifra è recentemente tornata ad aumentare in maniera sensibile.

Allo stesso tempo, e non meno preoccupante, oggi ci sono circa 1,8 miliardi di persone in sovrappeso o che soffrono di obesità. Si tratta di circa il 40 per cento della popolazione mondiale adulta. Collegato a ciò, stiamo vivendo un aumento importante delle malattie dovute all’alimentazione, come il diabete e le malattie cardiovascolari. Alcuni studi indicano che il 20 per cento dei decessi nella popolazione adulta è riconducibile a cattive abitudini alimentari.

Più di 700 milioni di persone sono colpite dalla fame

Fonte: Organizzazione delle Nazioni Unite per l’alimentazione e l’agricoltura (FAO), «The State of Food Security and Nutrition in the World» (2021), The State of Food Security and Nutrition in the World 2021 (fao.org), Credit Suisse

Contribuire a indirizzare gli sviluppi futuri con gli investimenti sostenibili

Il passaggio a un'alimentazione sostenibile sta già trovando espressione nell'industria alimentare. Lo dimostra la crescente consapevolezza delle correlazioni tra il cibo, la sua produzione e la salute, Particolare in Europa, la pressione normativa nel settore alimentare cresce costantemente. Inoltre la domanda dei consumatori di prodotti sani e sostenibili continua a rafforzarsi. uno sviluppo che genera pressioni e fa nascere aziende che adottano metodi innovativi nella produzione di generi alimentari.

In particolare nei settori dell'agricoltura sostenibile, della lavorazione efficiente dei generi alimentari ma anche a livello di consumo finale, esiste un grande potenziale per aumentare l’efficienza e ridurre l'impronta ecologica. Questi sviluppi aprono la strada per gli investitori a interessanti possibilità di partecipare in modo costruttivo alla trasformazione imminente del sistema alimentare globale con investimenti mirati e generare quindi profitti nel portafoglio di investimenti.

Avete domande su questo argomento?

Richiedere una consulenza
Saremo lieti di aiutarvi. Non esitate a contattarci al numero 0844 844 005