Mercati finanziari in Svizzera: insegnamenti da una storia centenaria
Articoli

Cosa possiamo imparare da cento anni di storia del mercato finanziario svizzero 

La storia è maestra di vita, anche per quanto concerne i mercati finanziari svizzeri. Se ne possono trarre infatti sei semplici insegnamenti per gli investitori. 

Dalla storia dei mercati finanziari si può imparare molto e investire quindi con più successo in un'ottica di lungo periodo. Gli oltre cent'anni di rendimenti sui mercati finanziari ci offrono sei insegnamenti sugli investimenti in Svizzera.

1. I mercati finanziari sono ricchi di miraggi

L'illusione nominale è la madre di tutti i miraggi. I suoi principali trucchi con i quali inganna gli investitori sono tassi di cambio, inflazione e rendimenti del mercato dei capitali. Chi riesce a smascherarli investe a lungo termine con maggiore successo.

2. I rendimenti reali delle azioni e obbligazioni svizzere sono nettamente migliori della loro reputazione

In termini nominali, mille franchi svizzeri investiti nel 1900 in azioni svizzere oggi sarebbero aumentati a quasi due milioni di franchi, con una performance annua media del 6,7%. Al netto dell'inflazione, rimane ancora un rendimento annuo reale di ben 4,5% - superiore dunque a quello del mercato mondiale.

CHF 1000 investiti in azioni svizzere sono diventati oggi CHF 1.94 mio.

CHF 1000 investiti in azioni svizzere sono diventati oggi CHF 1.94 mio.

Fonte: Elroy Dimson, Paul Marsh, e Mike Staunton, Triumph of the Optimists, Princeton University Press, 2002, e altri studi 

3. Le azioni svizzere rientrano storicamente nei cinque migliori mercati azionari del mondo

Per non fare di tutta l'erba un fascio, la performance delle azioni svizzere dovrebbe essere convertita in una valuta di riferimento, come il dollaro USA. Infatti, i risultati conseguiti dagli investitori svizzeri convertiti in USD (o EUR) evidenziano il valore aggiunto spesso sottovalutato del potere d'acquisto all'estero. Se la Svizzera non avesse la potenza esportatrice dell'industria farmaceutica, sarebbe evidente un forte deficit delle partite correnti, quale risultato delle molteplici importazioni e viaggi all'estero che gli svizzeri possono permettersi soprattutto grazie alla forza del franco.

Ma torniamo alla performance delle azioni svizzere. L'osservazione in USD aumenta la performance in termini reali, in quanto il franco è stato fino ad oggi la valuta più forte del mondo.

Il valore del franco svizzero è aumentato ogni anno rispetto al dollaro USA di ben 0,7%. La performance in USD delle azioni svizzere ha segnato quindi un +7,5% annuo in termini nominali, e +5,2% in termini reali. Pertanto, le azioni svizzere rientrano storicamente nei cinque migliori mercati azionari del mondo. Ciò dimostra anche che la forza del franco non solo è una maledizione, ma anche un bene - come sempre, è una questione di prospettive.

Il franco svizzero è la valuta più forte del mondo

Il franco svizzero è la valuta più forte del mondo

Fonte: Elroy Dimson, Paul Marsh, e Mike Staunton, Triumph of the Optimists, Princeton University Press, 2002, e altri studi 

4. Uno dei motivï della forza del franco è il fatto che la Svizzera ha il tasso d'inflazione più basso al mondo

La combinazione di stabilità di prezzi e stabilità monetaria presente in Svizzera è la miglior carta vincente per un mercato finanziario di successo. Persino la volatilità delle azioni svizzere si colloca nella fascia inferiore della classifica mondiale. Nonostante la Svizzera rappresenti solo lo 0,1% della popolazione mondiale (e l'1% del prodotto interno lordo globale), la quota del mercato azionario svizzero sulla capitalizzazione mondiale è pari al 3%. La dimostrazione eloquente di un modello di successo!

La Svizzera ha l'inflazione più bassa (e la valuta più forte) del mondo

La Svizzera ha l'inflazione più bassa (e la valuta più forte) del mondo

Fonte: Elroy Dimson, Paul Marsh, e Mike Staunton, Triumph of the Optimists, Princeton University Press, 2002, e altri studi 

5. I titoli di Stato svizzeri sono stati i campioni del mondo in sordina del secolo scorso

Anche i titoli di Stato svizzeri, se analizzati più attentamente, riservano sorprese. Infatti, già in valuta locale presentano storicamente la migliore performance al mondo (solo la Danimarca sembra a prima vista posizionata meglio, ma ciò è dovuto a una lacuna di dati colmata con titoli ipotecari a rendimento più elevato). Se convertiti in USD, il loro rendimento storico reale è pari a +3% p.a.

In breve: meritano la medaglia d'oro come "migliori titoli di Stato del mondo". Un monito per chi è a caccia di rendimenti: gli elevati rendimenti in valuta debole spesso si rivelano un'illusione.

I titoli di Stato svizzeri generano i migliori rendimenti (in USD) a livello mondiale

I titoli di Stato svizzeri generano i migliori rendimenti (in USD) a livello mondiale

Fonte: Elroy Dimson, Paul Marsh, e Mike Staunton, Triumph of the Optimists, Princeton University Press, 2002, e altri studi 

6. Le performance annue evidenziano che il rischio di oscillazioni di corso si riduce all'aumentare dell'orizzonte temporale d'investimento

Se si rappresentano le performance annue delle azioni svizzere in una distribuzione di frequenza si ha la nota distribuzione normale leggermente inclinata a destra. Essa conferma che a) le azioni a lungo termine pagano premi di rischio positivi e b) il loro rischio di oscillazioni di corso si riduce all'aumentare dell'orizzonte temporale d'investimento. Il più lungo periodo di performance negativa delle azioni svizzere è stato dal 1907 al 1931.

Distribuzione di frequenza delle performance annue delle azioni svizzere

Distribuzione di frequenza delle performance annue delle azioni svizzere 

Fonte: Elroy Dimson, Paul Marsh, e Mike Staunton, Triumph of the Optimists, Princeton University Press, 2002, e altri studi