a-new-coat-of-paint-is-often-part-of-the-renovation
Articoli

Costi di rinnovo: consigli per il calcolo dell'investimento

Quanto costa rinnovare la propria casa o il proprio appartamento? Per trarre la massima soddisfazione dal rinnovo della vostra abitazione, è importante un preventivo realistico. Scoprite come calcolare correttamente gli investimenti necessari per un rinnovo e dove sussistono opportunità di risparmio.

Nella vostra immaginazione, sta prendendo forma un'idea concreta dell'abitazione di proprietà rinnovata o ristrutturata. Eppure per attuarla manca ancora qualcosa. Prima di intraprendere un rinnovo o una ristrutturazione, uno dei primi passi è la compilazione del preventivo. Non appena è nota l'entità dei lavori di costruzione, occorre redigere un progetto di massima per stabilire i costi approssimativi.

Per un'indicazione approssimativa dei costi per il rinnovo della casa, si può ricorrere a valori orientativi. Naturalmente può essere utile un calcolatore online. In alternativa potete richiedere all'architetto o al consulente per committenti un preventivo sommario. Nel caso di una casa unifamiliare di medie dimensioni, il rinnovo delle finestre dovrebbe costare tra i 30 000 e i 50 000 franchi, un nuovo bagno compresa la piastrellatura dai 20 000 ai 25 000 franchi e una ristrutturazione completa della cucina dai 25 000 ai 40 000 franchi.

Prima di far partire il progetto, conviene concordare concretamente con la banca la soluzione di finanziamento. Verificate insieme l'impiego di mezzi propri, nonché un eventuale aumento del credito. In caso di risanamenti energetici, potete richiedere gli eventuali incentivi, riducendo così i costi.

Verifica dei costi del rinnovo da parte di un perito

Quando si tratta di costi, conviene guardare al futuro. In che modo il rinnovo o la ristrutturazione si ripercuoteranno sul valore della vostra abitazione? Non tutti i costi di rinnovo o ristrutturazione comportano sempre un incremento di valore. Per questo può essere utile rivolgersi a un perito qualificato per determinare il futuro valore commerciale dell'immobile.

Il preventivo dei costi, i documenti progettuali dettagliati e altre informazioni inerenti al valore, per esempio al terreno e alla posizione, sono indispensabili per una valutazione del progetto.

Questa valutazione può incoraggiare il cliente a procedere oppure consentire l'individuazione di eventuali irregolarità nel preventivo o nella pianificazione e indurre quindi il committente a ripensare il progetto. Tuttavia la valutazione serve in primo luogo per il calcolo del nuovo valore commerciale dell'immobile risultante dagli interventi pianificati.

Agevolazioni fiscali sul rinnovo

Infine, una valutazione finanziaria complessiva di un restauro tiene conto anche dell'onere fiscale. Come costi per il mantenimento dell'immobile possono essere detratte solo le spese conservative del valore. Quindi chi provvede a un «rinnovo a colpi di pennello» con mezzi propri, può includerlo nella dichiarazione d'imposta.

Un aspetto determinante è il periodo fiscale in cui ricadranno i costi per le spese conservative. Anziché detrarre tutti i costi in un solo esercizio, può essere opportuno ripartire i lavori di restauro su più anni, interrompendo la progressione. Questo aspetto è ben pianificabile quando si decide di procedere a un rinnovo o una ristrutturazione. Se però l'intervento è urgente, si raccomanda di effettuare un risanamento immediato. In caso contrario gli elementi fatiscenti possono compromettere l'intero edificio.

Ma l'aspetto fiscale conta anche nel caso di una ristrutturazione di più ampio respiro con incremento di valore. Infatti possono essere dedotti anche gli interessi debitori aggiuntivi risultanti dall'aumento dell'ipoteca. In questo modo l'onere fiscale risulta ammortizzato. Il valore locativo, l'ammontare del debito e il nuovo valore dell'immobile sono altri valori che influiscono sulla pianificazione fiscale dei lavori di ristrutturazione.

Nel caso di una casa unifamiliare di medie dimensioni, il rinnovo delle finestre dovrebbe costare tra i 30 000 e i 50 000 franchi, un nuovo bagno compresa la piastrellatura dai 20 000 ai 25 000 franchi e una ristrutturazione completa della cucina dai 25 000 ai 40 000 franchi.