Modificare località

Si sta per cambiare il paese di origine da cui si sta visitando Credit-suisse.com.

*Il paese d'origine è definito nelle impostazioni del browser e potrebbe non coincidere con la sua nazionalità e/o il suo domicilio.

Comunicati stampa 2013

Scopri le più recenti comunicati stampa emessi dal Credit Suisse sotto.

Seleziona un argomento

10.12.2013

Barometro delle apprensioni Credit Suisse 2013

Nel barometro delle apprensioni 2013, il sondaggio del Credit Suisse, la maggioranza della popolazione svizzera definisce buona la propria situazione economica e oltre tre quarti si dichiarano ottimisti circa lo sviluppo congiunturale del paese. Conseguentemente, anche i leader politici ed economici vengono giudicati positivamente: rispetto al 2012 la fiducia verso le istituzioni e i suoi rappresentanti è aumentata in modo significativo. Tuttavia, emerge il desiderio di una maggiore fermezza nei rapporti con l'estero. La disoccupazione si conferma principale apprensione, come negli anni precedenti, anche se la sua urgenza risulta chiaramente ridimensionata. Rispetto agli anni precedenti, la classifica delle apprensioni subisce poche variazioni: le sette più citate del 2013 sono nella top ten già da diverso tempo.
09.12.2013

Monitor Svizzera – Migrazione: mercato contro contingente

Gli economisti del Credit Suisse hanno pubblicato oggi la seconda edizione del trimestrale "Monitor Svizzera". La previsione di crescita del prodotto interno lordo (PIL) per l'anno prossimo resta invariata al 2%. A causa del perdurare della situazione dei bassi tassi d'interesse, si registra tuttora un parziale surriscaldamento del mercato immobiliare, con una crescita del volume ipotecario tuttora di gran lunga superiore a quella del PIL. Per questo motivo, gli economisti prevedono un aumento del buffer patrimoniale anticiclico. D'altra parte, i bassi tassi d'interesse riescono a stimolare solo in parte gli investimenti in beni strumentali. Nel quadro del dibattito sui temi della migrazione, un'analisi statistica degli economisti del CS rivela che l'immigrazione regolata dal rapporto fra domanda e offerta rafforza la concorrenzialità dell'economia svizzera e attenua al tempo stesso il problema della disoccupazione nelle fasi di contrazione. Sotto entrambi i profili, il contingentamento sembra senz'altro la soluzione meno efficace.
21.11.2013

Aumenti salariali 2014 per impiegati bancari

La Commissione del personale e i rappresentanti del datore di lavoro del Credit Suisse Group in Svizzera hanno concluso le trattative salariali per il 2014. I partner sociali hanno convenuto di destinare lo 0,75% della massa salariale ad aumenti dello stipendio individuali e legati alle prestazioni.
Hai visto fuori da articoli
Carica altro