Vivere in una casa multigenerazionale: la coabitazione tra generazioni è l'ultima tendenza
Articoli

Abitare in una casa multigenerazionale. Un'alternativa per giovani e anziani.

Insieme, anziché ciascuno per sé. Nella casa multigenerazionale inquilini di tutte le fasce d'età, dai bambini agli anziani, danno vita a una comunità domestica o a un insediamento abitativo. Cosa significa la coabitazione tra generazioni e quali vantaggi e svantaggi comporta.

Aumenta l'esigenza di forme abitative intergenerazionali

Fino a qualche generazione fa era la norma: dal neonato ai nonni, l'intera famiglia abitava sotto lo stesso tetto, condividendo il tavolo della prima colazione e la quotidianità. Oggi la coabitazione di tutte le generazioni nella stessa economia domestica rappresenta un'eccezione.

Tuttavia in molti casi è tornato a crescere l'interesse per la vita comunitaria nel vicinato. Ne è emerso un trend abitativo che si ispira alle antiche abitudini: le case multigenerazionali. Viene creato uno spazio abitativo comune per diverse generazioni, che promuove attivamente lo stare insieme e il sostegno reciproco.

Gli spazi condivisi favoriscono i contatti sociali nella casa multigenerazionale

In una casa multigenerazionale persone di tutti i gruppi d'età e in tutte le fasi della vita convivono sotto lo stesso tetto, ma in appartamenti separati. In questo modo single, coppie, famiglie con bambini o anziani mantengono la loro indipendenza ma sono nelle vicinanze per prestarsi aiuto reciproco. La convivenza è favorita anche dagli spazi d'incontro, come una cucina comune con sala da pranzo, una biblioteca o un giardino, che possono essere utilizzati da tutti secondo regole prestabilite. La coabitazione tra generazioni può essere declinata in modi diversi, dalla casa unifamiliare o plurifamiliare con pochi inquilini fino al grande insediamento.

Coabitazione tra generazioni in piccolo

In una casa unifamiliare ristrutturata è possibile praticare la coabitazione intergenerazionale in piccolo formato. Se la planimetria lo consente, il piano terra può essere convertito in un appartamento adatto ai genitori anziani, mentre al primo piano è possibile ricavare un appartamento separato per i figli grandi.

Anche nelle case plurifamiliari possono essere realizzati progetti di coabitazione multigenerazionale per pochi inquilini. Un esempio è il progetto «Wogeno» nel comune di Neckertal. In una ex casa di riposo ristrutturata è sorta una casa multigenerazionale con 13 appartamenti, spazi comuni di ogni genere e una bio fattoria annessa.

Coabitazione tra generazioni in grande

La coabitazione tra generazioni è attuabile anche in un insediamento abitativo su vasta scala. In Svizzera sono già stati realizzati numerosi progetti che favoriscono in modo mirato la coabitazione di inquilini appartenenti a fascia d'età eterogenee. Ne sono un esempio la Giesserei di Winterthur o il progetto «GeWo» di Burgdorf. Il fulcro di questi insediamenti, oltre agli appartamenti con diversi standard di finitura, è costituito da caffè, parchi giochi e spesso un orto condiviso, cui possono accedere tutti gli abitanti dell'immobile. Inoltre è incentivata o anche attesa una partecipazione attiva alla vita comunitaria, nonché la collaborazione alla cura dell'insediamento.

A cosa bisogna prestare attenzione nel caso di un'abitazione multigenerazionale

Non importa se in una piccola casa o in un grande insediamento: chi è interessato a una soluzione abitativa multigenerazionale, deve chiarire preventivamente le seguenti domande.

Chi si trasferisce?
Gli altri inquilini sono conoscenti? Soprattutto nei piccoli progetti è meglio conoscersi bene, poiché la stretta convivenza può anche essere causa di potenziali conflitti.
Quanto deve essere grande la casa/struttura residenziale?
Soddisfa meglio le esigenze individuali la vita in un piccolo immobile o in un quartiere di persone con gli stessi interessi?
Posizione dell'immobile?
La casa multigenerazionale è ubicata in una posizione centrale? Per esempio nelle vicinanze esistono possibilità di fare acquisti per il fabbisogno giornaliero, in modo che gli inquilini possano rimanere indipendenti anche in età avanzata?
Acquistare o affittare?
Si desidera essere (co)proprietari dell'immobile o la soluzione migliore è una locazione?
Ripartizione dei costi?
Quali sono i costi per la nuova costruzione o la ristrutturazione dell'immobile? Quanto costano la manutenzione e il risanamento? Come sono ripartiti esattamente i costi tra gli inquilini?
Gli obblighi e le responsabilità di tutti sono chiaramente regolamentati?
Sono previsti un ordinamento interno e una chiara regolamentazione degli obblighi e delle responsabilità di tutti gli inquilini? Tutti possono accordarsi?

La coabitazione tra generazioni significa scendere a compromessi

La vita in una casa multigenerazionale può offrire molti vantaggi. Per esempio i contatti costanti rafforzano il senso di comunità e la coesione. Gli inquilini più giovani possono farsi carico della spesa, mentre gli anziani si occupano dell'orto o dell'accudimento dei bambini. Tuttavia, per molti versi, la convivenza con altre generazioni significa scendere a compromessi. In un appartamento o in una casa autonomi la libertà individuale è maggiore, inoltre possono innescarsi conflitti dovuti ad aspettative o stili di vita diversi. Ma per chi vede più vantaggi, la casa multigenerazionale rappresenta un modello di abitazione interessante, adatto a giovani e anziani.

The pros and cons of a multi-generational house

Desiderate realizzare il sogno di una casa nella forma abitativa ideale?

Fissare un colloquio di consulenza This link target opens in a new window
Saremo lieti di aiutarvi. Non esitate a contattarci al numero 0844 100 113.