Mandato precauzionale e direttive del paziente: decidere in autonomia in ogni circostanza della vita
Articoli

Decidere in autonomia in ogni circostanza della vita. Grazie al mandato precauzionale e alle direttive del paziente.

I colpi del destino giungono senza preavviso. Per questo il mandato precauzionale e le direttive del paziente coprono tutte le eventualità e garantiscono la possibilità di autodeterminare la propria vita. Tuttavia, ciò è possibile solo sfruttando le opzioni di pianificazione. Le differenze tra mandato precauzionale e direttive del paziente a colpo d’occhio.

Mandato precauzionale e direttive del paziente per autodeterminare la propria vita

In alcune situazioni necessitano di aiuto o protezione non solo i minori, ma anche le persone maggiorenni. Per esempio, quando diventano incapaci di discernimento a causa di una malattia, di un infortunio o dell'età avanzata.

In questi casi l'autorità di protezione dei minori e degli adulti (APMA) stabilisce chi si occuperà di tutelare la persona bisognosa di aiuto. Si assicura che la legge venga applicata correttamente e, qualora non sia applicabile la rappresentanza del partner prevista dalla legge e non esista un mandato precauzionale, dispone una curatela.

Chi auspica per sé una soluzione all'insegna dell'autodeterminazione, deve attivarsi. Il diritto della protezione degli adulti svizzero prevede la possibilità dell'autodeterminazione. Laddove possibile, quest'ultima o il diritto di rappresentanza legale da parte del coniuge o del partner registrato prevale sui provvedimenti delle autorità. Affinché l'autodeterminazione sia garantita in caso di incapacità di discernimento, sono previste due misure: il mandato precauzionale e le direttive del paziente.

Che cos’è un mandato precauzionale?

Con un mandato precauzionale ogni persona adulta capace di discernimento può definire chi la rappresenterà nel caso in cui non fosse più in grado di badare a se stessa. Il mandato precauzionale comprende la cura della persona e la cura degli interessi patrimoniali. Raccomandiamo di affidare entrambi gli aspetti alla vostra persona di fiducia. Tuttavia in casi speciali può avere senso una ripartizione. Alle persone incaricate possono essere impartite istruzioni circa l'adempimento di tali incarichi.

  • Cura della persona: l'incaricato della cura della persona deve assicurare in particolare che il mandante sia assistito e conduca una vita regolare. Questo comprende la gestione della situazione abitativa (p. es. la decisione sulla sua sistemazione) e la disposizione di tutte le misure necessarie per la sua salute (se non sono disponibili le direttive del paziente).
  • Cura degli interessi patrimoniali: la persona incaricata della cura degli interessi patrimoniali deve amministrare l'intero patrimonio, provvedere alle dichiarazioni fiscali e rappresentare il mandante nelle questioni riguardanti il diritto patrimoniale. L'ordinanza sull'investimento del Consiglio federale non è applicabile.

Quali fattori considerare

Dove deve essere custodito un mandato precauzionale?

Il mandato precauzionale deve essere custodito in un luogo sicuro e accessibile ai familiari o alle persone incaricate in esso indicate. Questi ultimi devono necessariamente essere a conoscenza del luogo di conservazione.

Affinché l'APMA venga informata direttamente in merito all'esistenza di un mandato precauzionale in caso di incapacità di discernimento, il luogo di conservazione può essere inserito nel registro anagrafico presso l'ufficio dello stato civile. In alcuni cantoni il mandato precauzionale può essere depositato anche direttamente presso l'APMA competente.

Cosa accade in assenza di un mandato precauzionale?

Se non è disponibile un mandato precauzionale e non trova applicazione neanche il diritto sulla rappresentanza del partner, l’APMA designerà un curatore.

Che cosa sono le direttive del paziente?

Le direttive del paziente comprendono tutte le questioni mediche. Esse consentono di definire quali interventi medici sia opportuno effettuare nel caso in cui venga meno la capacità di decidere autonomamente. Possono anche contenere disposizioni specifiche, per esempio in relazione alla donazione di organi, all'accompagnamento spirituale o al luogo di morte desiderato. Inoltre può essere designato un rappresentante che assicuri il rispetto delle proprie volontà e abbia accesso all'anamnesi del paziente.

Le direttive del paziente semplificano ai medici decisioni difficili e sono d'aiuto anche ai familiari.

Differenze tra mandato precauzionale e direttive del paziente a colpo d’occhio

Differenze tra mandato precauzionale e direttive del paziente a colpo d’occhio

Fonte: Credit Suisse

Con un mandato precauzionale e le direttive del paziente si è al sicuro

Ogni giorno si verificano infortuni e le gravi malattie non colpiscono solo gli anziani. Solo prendendo provvedimenti mentre si è ancora in possesso della capacità di discernimento si può evitare la determinazione da parte di terzi. Un mandato precauzionale e le direttive del paziente non sono solo garanzia di maggiore sicurezza, ma alleggeriscono il compito anche ai familiari.

Avete domande sul diritto della protezione degli adulti?

Richiedete una consulenza.
Saremo lieti di assistervi. Non esitate a contattarci al numero 0844 100 113.