Mandato precauzionale - I concetti principali
Articoli

Otto termini che bisogna conoscere sul tema del mandato precauzionale

Il diritto della protezione dei minori e degli adulti consente a una persona che abbia l’esercizio dei diritti civili di prendere tempestivamente dei provvedimenti in caso di incapacità di discernimento in seguito a infortunio, malattia grave o vecchiaia. Qui trovate i principali termini riguardanti il mandato precauzionale.

Chi affronta per tempo il tema del mandato precauzionale può prendere autonomamente decisioni importanti sulla sua vita, prima che altri lo facciano d’ufficio.

Mandato precauzionale

Nel mandato precauzionale viene stabilito da chi e come si desidera essere assistiti in caso di incapacità di discernimento. In seguito a perdita della capacità di discernimento, la persona designata nel mandato precauzionale viene investita delle sue funzioni dall’APMA. In tal modo viene meno la sorveglianza permanente da parte dell’autorità. Nel mandato precauzionale è possibile distinguere tra la cura della persona e quella degli interessi patrimoniali. Nella maggior parte dei casi viene incaricata la stessa persona per entrambi gli ambiti.

Cura degli interessi patrimoniali

La cura degli interessi patrimoniali include la gestione del patrimonio complessivo, la dichiarazione delle imposte e la rappresentanza del mandante nelle questioni di diritto patrimoniale.

Cura della persona

La cura della persona ha lo scopo di assicurare che il mandante sia assistito e conduca una vita regolata. Questo comprende la gestione della situazione abitativa del mandante e la disposizione di tutte le misure necessarie per la sua salute, in assenza di direttive del paziente.

Rappresentante

Il rappresentante è la persona incaricata della cura della persona e/o degli interessi patrimoniali nel mandato precauzionale, che esercita gli interessi del mandante dopo l’insorgenza dell’incapacità di discernimento. Si consiglia di designare sempre anche un sostituto, qualora la prima persona non sia idonea a svolgere l’incarico, non lo accetti o vi rinunci.

Mandato precauzionale di propria mano

Il mandato precauzionale può essere scritto di propria mano. Deve contenere l’indicazione del luogo e della data e recare la firma. Eventuali modifiche e integrazioni a mano sono possibili in qualsiasi momento, ma devono essere ben segnalate.

Mandato precauzionale autenticato da pubblico ufficiale

Per molti mandati precauzionali viene spesso utilizzata la forma dell’atto pubblico. A tal fine è necessario l’intervento di un pubblico ufficiale (ad es. un notaio) competente a livello cantonale.

Come funziona un mandato precauzionale?

Guardate il nostro video illustrativo.

Accedendo ai video e/o podcast in questa pagina, l'utente accetta che Credit Suisse renda disponibile l'IP completo dell'utente a YouTube e/o SoundCloud allo scopo di consentireall'utente di visualizzare o ascoltare i contenuti di queste piattaforme. Queste piattaforme di terzi non sono gestite o monitorate da Credit Suisse, e l'IP dell'utente, così come ogni altro eventuale dato personale raccolto, elaborato o archiviato da queste piattaforme di terzi sarà soggetto alle politiche sulla privacy di tali terze parti. Credit Suisse non è responsabile del trattamento di dati personali da parte di queste terze parti.

APMA

L’APMA è l’autorità di protezione dei minori e degli adulti. Se in precedenza non è stato redatto alcun mandato precauzionale, o se le possibilità dei familiari non sono sufficienti per legge, l’APMA dispone una curatela. Il curatore (spesso un curatore professionale) rappresenta la persona incapace di discernere e soggetta alla vigilanza dell’APMA. Il curatore è tenuto a gestire il patrimonio in base a rigorose direttive d’investimento, e per molte operazioni necessita del consenso dell’APMA.

Curatela

Il curatore è una persona nominata dall’APMA, il cui compito consiste nel garantire un’assistenza legale adeguata. La legge distingue tra diverse forme di curatela: la curatela d’accompagnamento (solo funzione di consulenza), la curatela di rappresentanza (diritto di rappresentanza giuridicamente valido, p. es. per gestione patrimoniale), la curatela di cooperazione (in caso di capacità di discernimento limitata) e la curatela generale (in caso di integrale incapacità di discernimento).