Programmi di incentivazione per l'efficienza energetica: quando vengono stanziati incentivi
Articoli

Risparmio di energia e di denaro. Grazie agli incentivi dello Stato.

Chi costruisce una casa a basso consumo energetico pensa al futuro. E viene ricompensato. La Confederazione, i cantoni e i comuni dispongono di vari programmi di incentivazione per l'efficienza energetica. Scoprite che cosa viene incentivato e come richiedere correttamente gli incentivi.

L'efficienza energetica ha un doppio vantaggio

Costruire o risanare immobili a basso consumo energetico comporta grandi vantaggi. Da un lato, per i proprietari di immobili è auspicabile consumare meno energia e avere un'impronta ecologica minore. Dall'altro, l'efficienza energetica può essere conveniente anche a livello finanziario: chi consuma meno energia spende meno. Un buon isolamento termico, un efficiente sistema di riscaldamento o l'acqua riscaldata dalla luce solare aiutano a risparmiare denaro sul lungo termine.

Inoltre, l'obiettivo prefissato dalla Confederazione e dai cantoni è quello di ridurre il consumo energetico in Svizzera. A tal fine vengono sovvenzionate numerose misure per l'incremento dell'efficienza energetica, come ad esempio la costruzione secondo gli standard Minergie-P così come nella maggior parte dei casi Minergie-A, l'isolamento della facciata di un vecchio immobile o l'installazione di un impianto di riscaldamento con fonti energetiche rinnovabili. Con una pianificazione intelligente, i proprietari di immobili dovranno sostenere solo una parte delle spese.

I programmi di incentivazione variano a seconda del luogo di residenza

Gli incentivi concreti si differenziano a seconda del cantone e del comune. Una prima panoramica per il proprio luogo di residenza è disponibile sul sito web relativo a Energiefranken o presso l'ufficio tecnico comunale. Uno dei più importanti programmi di incentivazione è il Programma Edifici della Confederazione e dei cantoni. Questo programma offre incentivi per il risanamento di edifici mirato a ridurre il consumo energetico e, tra le altre cose, a migliorare l'isolamento termico. Tuttavia ogni cantone definisce individualmente quali misure sostenere a livello finanziario e a quali condizioni così come l'entità dei contributi.

Molti cantoni offrono incentivi anche per la sostituzione dei tradizionali riscaldamenti a petrolio e a gas con, per esempio, sistemi di riscaldamento alimentati da energie rinnovabili o per l'installazione di una pompa di calore. In alcuni casi vengono offerti incentivi per una produzione di acqua calda più ecologica, ad esempio sostituendo i boiler elettrici con boiler a pompa di calore o boiler solari termici.

Richiedere per tempo gli incentivi

Vi sono diversi programmi di incentivazione dell'energia solare. È infatti possibile richiedere una rimunerazione unica per la produzione di energia solare sui tetti di case unifamiliari. Tuttavia, al momento il tempo di attesa è di circa due anni. Singoli comuni offrono ulteriori incentivi per l'installazione di un impianto fotovoltaico.

Per tutti i programmi di incentivazione è importante chiarire tempestivamente quali misure vengono incentivate nel proprio luogo di residenza. Può essere infatti che occorra parecchio tempo prima che una richiesta venga autorizzata e gli incentivi vengano concessi. Inoltre, nella maggior parte dei casi, la richiesta deve essere inoltrata prima dell'inizio dei lavori. Il vantaggio è che, ancora in fase di pianificazione, possono essere attuate misure correttive, qualora il progetto edile non fosse conforme alle disposizioni del programma di incentivazione. In caso contrario l'intero importo deve essere finanziato autonomamente.

L'efficienza energetica aumenta il valore immobiliare

Pur avendo ottenuto incentivi statali, questi naturalmente coprono soltanto una parte dei costi di un risanamento energetico. Il resto delle spese deve essere sostenuto dal proprietario dell'immobile. Oltre al capitale disponibile, esistono diverse possibilità di finanziamento. In determinate circostanze, è possibile aumentare un'ipoteca già esistente oppure richiedere un credito di costruzione. Anche la disponibilità finanziaria del pilastro 3a può essere utilizzata per un risanamento.

Nonostante l'onere finanziario, investire nell'efficienza energetica conviene. Non solo diminuiscono le spese per il riscaldamento e l'elettricità, ma aumenta anche il valore dell'immobile. Quindi anche se l'immobile verrà venduto in futuro, gli investimenti sono stati utili. E il risanamento viene ricompensato anche a livello fiscale. Una parte dei costi di risanamento può infatti essere detratta dall'imposta sul reddito. Ma per esserne certi, è necessario informarsi precedentemente presso la Confederazione o il proprio cantone, poiché le disposizioni possono variare a seconda della singola situazione.

State pensando di costruire o risanare un immobile e avete delle domande?

Fissare un appuntamento
Saremo lieti di aiutarvi. Non esitate a contattarci al numero 0844 100 113.