IBOR Benchmark Transition

Transizione del benchmark IBOR

  

Cosa significa IBOR?

Gli Interbank Offered Rate (IBOR), incluso il London Interbank Offered Rate (LIBOR), sono tassi d'interesse di riferimento ampiamente accettati che rappresentano il costo dei finanziamenti lordi a breve termine privi di copertura offerti da grandi banche attive a livello globale. Un gruppo di banche presenta i tassi su base giornaliera, che vengono ponderati e pubblicati per una serie di valute e durate.

Nel corso del tempo, gli IBOR hanno acquisito una rilevanza sempre maggiore, fino a trovarsi, secondo alcune stime, come benchmark per i tassi d'interesse di oltre 350 000 miliardi di dollari in prodotti finanziari, tra cui obbligazioni, derivati, ipoteche e altri prestiti. Gli IBOR vengono utilizzati da istituti finanziari, aziende e governi, come pure dagli operatori di mercato al dettaglio. Inoltre, gli IBOR sono usati non solo come benchmark nei contratti finanziari, ma spesso anche come base per le valutazioni.

Cos'è la transizione IBOR?

Nel 2013, il G20 ha chiesto al Consiglio di stabilità finanziaria (FSB) di compiere una radicale revisione dei principali indici di riferimento dei tassi d'interesse. Questo lavoro ha portato alla consapevolezza che, nonostante alcune riforme avessero rafforzato i processi sottostanti, non si potevano evitare del tutto determinati rischi relativi alla solidità e affidabilità degli IBOR. In particolare, i cambiamenti strutturali nel modo in cui le grandi banche finanziavano le loro operazioni hanno portato a una flessione del volume di transazioni sui mercati che sostengono gli IBOR.

Nel 2017, la Financial Conduct Authority (FCA; l'organo del Regno Unito che regola i LIBOR) ha dichiarato che dopo il 31 dicembre 2021 porrà fine all'obbligo per le banche di inoltrare i tassi necessari al calcolo del LIBOR. Di conseguenza, il numero dei dati inoltrati potrebbe calare in misura significativa, riducendo la rappresentatività del LIBOR o facendone cessare del tutto la pubblicazione. L'annuncio della FCA ha innescato quella che oggi è nota come transizione IBOR.

Da cosa sarà sostituito l'IBOR?

Il primo passo verso la transizione IBOR è stata la determinazione dei tassi di riferimento alternativi (ARR) destinati a sostituire alcuni IBOR. Alcuni gruppi di lavoro, comprendenti rappresentanti del settore pubblico e privato in varie giurisdizioni, hanno identificato questi benchmark sostitutivi, avviando consultazioni per stabilire nuovi accordi e approcci alla transizione.

  • Cosa si sa degli ARR disponibili nelle varie giurisdizioni?

  • Quali sono le principali differenze tra IBOR e ARR?

  • Chi sta guidando la transizione del settore?

  • Qual è la tempistica della transizione IBOR?

  • Qual è l'approccio di Credit Suisse verso la transizione?

  • Sono un cliente di Credit Suisse. Che effetti comporterà la transizione IBOR per me?

  • Come posso saperne di più?

  • Informazioni aggiuntive per clienti svizzeri

Il contenuto di questa pagina riflette l'attuale visione di Credit Suisse in merito alla transizione IBOR. Si prega di notare che lo scenario illustrato non ha pretesa di completezza o di esaustività, né scopo di consulenza o raccomandazione. Credit Suisse cerca di aggiornare questa pagina con cadenza periodica, di pari passo con gli sviluppi del mercato e le notizie del settore.