Imprese Press Release

Press Release

Il Credit Suisse Group ha chiuso l'esercizio 2012 con i seguenti risultati: utile netto core ante imposte rettificato* di CHF 5008 milioni contro CHF 2371 milioni nel 2011, utile netto attribuibile agli azionisti rettificato* di CHF 3577 milioni contro CHF 1797 milioni nel 2011, rendimento del capitale proprio rettificato* del 10%

Per l'intero esercizio 2012, utile netto core ante imposte pubblicato di CHF 2106 milioni, utile netto attribuibile agli azionisti di CHF 1483 milioni e rendimento del capitale proprio del 4%, dati che tengono conto di oneri da fair value sul debito proprio di CHF 2939 milioni ante imposte dovuti al miglioramento degli spread sul credito proprio e ad altri fattori significativi non operativi

Risultati 4T12
-Utile netto core ante imposte rettificato* di CHF 1173 milioni, utile netto attribuibile agli azionisti rettificato* di CHF 816 milioni, rendimento del capitale proprio rettificato* del 9%
-Utile netto core ante imposte pubblicato di CHF 596 milioni, utile netto attribuibile agli azionisti di CHF 397 milioni e rendimento del capitale proprio del 4%, dati che tengono conto di oneri da fair value sul debito proprio di CHF 376 milioni ante imposte dovuti al miglioramento degli spread sul credito proprio e ad altri fattori significativi non operativi

Risultati 4T12 delle divisioni su base annua
-Risultati decisamente più solidi per la divisione unificata Private Banking & Wealth Management, con un utile ante imposte di CHF 911 milioni contro CHF 532 milioni nel 4T11
-Sostanziale miglioramento dei risultati dell'Investment Banking, con un utile ante imposte di CHF 298 milioni contro una perdita nel 4T11, ampiamente sostenuto dalla focalizzazione sulle attività ad alto rendimento ai vertici del mercato
-Il 21% dei ricavi netti del Gruppo generati attraverso la collaborazione nell'ambito del modello di banca integrata, risultato superiore all'obiettivo KPI del 18% - 20%

Costante attuazione del piano di capitale
-Capitale: per il 4T12, core capital ratio look-through secondo i requisiti svizzeri del 9,4% su base proforma, in linea con gli obiettivi e a buon punto per superare entro metà 2013 il requisito del 10% fissato per fine 2018
-Somma di bilancio: attivi in bilancio pari a CHF 924 miliardi, con una riduzione di CHF 99 miliardi rispetto a fine 3T12, un risultato in netto anticipo sull'obiettivo di scendere sotto CHF 900 miliardi entro fine 2013
-Attività ponderate per il rischio (RWA): RWA secondo Basilea 3 pari a CHF 293 miliardi, con una riduzione di CHF 77 miliardi rispetto a fine 3T11, un risultato prossimo all'obiettivo di scendere sotto CHF 280 miliardi entro fine anno 2013

Progressi nella riduzione dei costi
-Totalizzati risparmi per CHF 2,0 miliardi, innalzato a CHF 3,2 miliardi l'obiettivo intermedio per il 2013 e a CHF 4,4 miliardi l'obiettivo di risparmio totale run-rate per fine 2015 rispetto al risparmio annualizzato run-rate corretto* del 1S11

Il Credit Suisse Group pubblica i risultati del quarto trimestre e dell'intero esercizio 2012.

Brady W. Dougan, Chief Executive Officer, ha dichiarato: "Il 2012 è stato un anno di transizione, durante il quale abbiamo adottato importanti misure per adeguare le nostre attività e la nostra organizzazione ai nuovi requisiti regolamentari, all’evoluzione delle esigenze dei clienti e all'attuale contesto di mercato. Da inizio 2012 a oggi abbiamo ulteriormente ridotto di CHF 55 miliardi le attività ponderate per il rischio secondo Basilea 3, rafforzato significativamente la nostra base patrimoniale aggiungendo CHF 12,3 miliardi al look-through core capital secondo i requisiti svizzeri calcolato su base proforma, tagliato di CHF 2,0 miliardi la base di costi rispetto al valore run rate della prima metà del 2011 corretto* e annualizzato, e continuato a investire in mercati chiave. Nonostante questa trasformazione abbiamo generato ricavi robusti e un ROE rettificato* del 10% per l'intero 2012, e abbiamo confermato il forte dinamismo nell’espansione delle quote di mercato nelle varie attività. Nel quarto trimestre abbiamo inoltre continuato a trarre vantaggio dal nostro modello di banca integrata, che ha permesso di generare il 21% dei ricavi netti del Gruppo attraverso la collaborazione tra le divisioni. I nostri clienti apprezzano la rapidità e la risolutezza con cui abbiamo adattato la nostra organizzazione al nuovo quadro regolamentare e ci considerano un partner forte e affidabile”.

Commentando i risultati di Private Banking & Wealth Management, ha continuato: “Nel quarto trimestre abbiamo compiuto buoni progressi nell'adeguamento delle attività di Private Banking & Wealth Management al nuovo contesto operativo, nello sfruttamento della dinamica di crescita del nostro portafoglio clienti e nel miglioramento della redditività. Abbiamo generato buoni risultati a livello top-line grazie ai robusti ricavi da commissioni di transazione e di performance, nonostante la persistente avversione al rischio dei clienti. Sempre nel quarto trimestre abbiamo inoltre introdotto misure di natura organizzativa per meglio gestire l’allineamento di prodotti, consulenza e servizi offerti al cliente, e siamo certi che questo ci aiuterà a incrementare ulteriormente la produttività e l'efficienza”.

Commentando i risultati della divisione Investment Banking ha aggiunto: “I risultati del quarto trimestre 2012 sono migliorati significativamente rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. Siamo una delle prime banche in tutto il mondo ad aver profondamente rivisto il modello di business nell'Investment Banking e ora realizziamo ricavi e rendimenti maggiori a fronte di significativamente minori attività ponderate per il rischio in USD e con costi ridotti in misura sostanziale. Anche in un anno di transizione caratterizzato da periodi di mercati difficili, le nostre attività correnti hanno generato un rendimento normalizzato* sul capitale allocato secondo Basilea 3 nelle nostre attività correnti pari all’8% nel quarto trimestre e del 14% nell'intero esercizio 2012. Abbiamo creato un Investment Banking efficiente in termini di capitale e focalizzato sulle attività ad alto rendimento ai vertici del mercato”.

Infine, in merito all’andamento delle prime settimane dell’anno, ha dichiarato: “Guardando alle prime settimane del 2013, i ricavi si sono finora confermati in linea con i buoni risultati che abbiamo osservato all'inizio degli anni precedenti, con ulteriori benefici in termini di redditività grazie alle misure strategiche intraprese nel 2012, inclusi il rafforzamento della nostra base patrimoniale e la riduzione di rischi e base di costi”.

Per Private Banking & Wealth Management nel quarto trimestre 2012 ricavi netti di CHF 3334 milioni e utile ante imposte di CHF 911 milioni
- I ricavi netti hanno evidenziato un andamento sostanzialmente invariato rispetto al terzo trimestre 2012, in quanto il significativo aumento dei ricavi da commissioni di transazione e di performance è stato neutralizzato dalla flessione di altre fonti di ricavo. I proventi netti da interessi e le commissioni ricorrenti si sono confermati stabili.
- Per Wealth Management Clients nel quarto trimestre 2012 utile ante imposte di CHF 490 milioni, in calo del 2% rispetto al terzo trimestre 2012, e ricavi netti stabili di CHF 2209 milioni, nonostante la costante pressione sui margini e i bassi livelli di attività dei clienti
- Per Corporate & Institutional Clients nel quarto trimestre 2012 utile ante imposte di CHF 238 milioni, l’11% in più rispetto al terzo trimestre 2012, e ricavi netti di CHF 547 milioni, in crescita dell'8% rispetto al terzo trimestre 2012, comprendenti maggiori commissioni ricorrenti
- Per l'Asset Management nel quarto trimestre 2012 utile ante imposte di CHF 183 milioni, il 18% in meno rispetto al terzo trimestre 2012, e ricavi netti di CHF 578 milioni, in calo del 6% rispetto al terzo trimestre 2012, che comprendeva una plusvalenza di CHF 140 milioni sulla vendita conclusiva della quota di partecipazione in Aberdeen, nonostante l’incremento di commissioni di performance e carried interest nel quarto trimestre 2012
- Raccolta netta di nuovi capitali per CHF 6,8 miliardi nel quarto trimestre 2012
- Wealth Management Clients ha contribuito alla raccolta netta di nuovi capitali con CHF 2,9 miliardi, provenienti per lo più dai mercati emergenti e dal segmento Ultra-High Net Worth Individual (UHNWI), in parte compensati da deflussi in Europa occidentale
- Corporate & Institutional Clients ha contribuito alla raccolta netta di nuovi capitali con CHF 1,1 miliardi
- L'Asset Management ha contribuito alla raccolta netta di nuovi capitali con CHF 2,5 miliardi, generando afflussi nelle strategie su strumenti di credito e indici e in investimenti alternativi, in parte compensati da deflussi nei prodotti a reddito fisso
- Costi operativi totali di CHF 2355 milioni nel quarto trimestre 2012, sostanzialmente invariati rispetto al terzo trimestre 2012, in quanto le minori spese per il personale riconducibili alle misure di miglioramento dell'efficienza sono state neutralizzate dall'aumento delle spese generali e amministrative, principalmente a causa di investimenti nell'infrastruttura IT e di spese legate a fattori stagionali.
- Realizzati per l'intero esercizio 2012 benefici sull’utile ante imposte pari a CHF 300 milioni derivanti da misure strategiche.

Per l' Investment Banking nel quarto trimestre 2012 ricavi netti di CHF 2664 milioni e utile ante imposte di CHF 298 milioni
- I ricavi netti sono scesi del 16% rispetto al terzo trimestre 2012 a causa di fattori stagionali di fine anno in alcuni prodotti.
- Per la vendita e la negoziazione di titoli a reddito fisso, ricavi stagionalmente bassi pari a CHF 887 milioni, in calo del 38% rispetto al terzo trimestre 2012 a causa dei ridotti volumi in quasi tutte le attività a dicembre; confermata la posizione di leadership di mercato nei segmenti chiave
- Per la vendita e la negoziazione di azioni, ricavi pari a CHF 910 milioni, in calo del 7% rispetto al terzo trimestre 2012 a causa della persistente debolezza dell'attività dei clienti
- Ricavi costantemente robusti da attività di underwriting e di consulenza, pari a CHF 982 milioni, in crescita del 14% rispetto al terzo trimestre 2012 grazie agli elevati volumi globali di emissioni high yield e alle attività di fusione e acquisizione (M&A) perfezionate
- Costi operativi totali di CHF 2364 milioni, scesi del 12% rispetto al terzo trimestre 2012 grazie ai costanti progressi nella gestione disciplinata dei costi; escludendo determinate spese per contenziosi per CHF 136 milioni registrate nel terzo trimestre 2012, i costi operativi sono diminuiti dell'8%.
- Per il 2012, 9% di rendimento normalizzato* sul capitale allocato secondo Basilea 3 per l'Investment Banking, che nel 2011 era risultato negativo; per il 2012, 14% di rendimento normalizzato* sul capitale allocato secondo Basilea 3 nelle attività correnti; i rendimenti del reddito fisso sono cresciuti portandosi alla media della divisione Investment Banking.
- Nel 2012, ulteriore consistente riduzione delle attività ponderate per il rischio secondo Basilea 3, scese del 23% a USD 187 miliardi e prossime all’obiettivo di USD 175 miliardi fissato per fine 2013.

Aggiornamento sulla riduzione dei costi
Dopo aver realizzato risparmi sui costi per CHF 2,0 miliardi nel 2012 rispetto al run-rate corretto* su base annua per i primi sei mesi del 2011, il Credit Suisse annuncia quest'oggi che intende aumentare l'obiettivo di riduzione dei costi run-rate fissato per il 2013 portandolo a CHF 3,2 miliardi e incrementare di CHF 0,4 miliardi l'obiettivo complessivo portandolo a CHF 4,4 miliardi entro fine 2015. Nel quarto trimestre 2012, i costi di riallineamento, CHF 285 milioni, sono stati imputati al Corporate Center. Il totale delle spese per compensi sull’intero esercizio 2012 ha fatto segnare una diminuzione del 5% rispetto al 2011.

Vantaggi della banca integrata
Nel quarto trimestre 2012 la collaborazione basata sul modello integrato del Credit Suisse ha generato ricavi per CHF 1202 milioni, pari al 21,0% dei ricavi netti del Gruppo nel quarto trimestre 2012, superando l'obiettivo key performance indicator (KPI) che era fissato al 18% - 20%.

Capitale e finanziamento
A luglio 2012 il Credit Suisse ha annunciato una serie di misure volte a rafforzare la sua posizione patrimoniale con CHF 15,3 miliardi, alla luce dell'attuale contesto normativo e di mercato.

A fine quarto trimestre 2012, il Credit Suisse presentava un look-through core capital ratio secondo i requisiti svizzeri e su base proforma pari al 9,4%, ipotizzando il completamento delle restanti misure annunciate a luglio 2012. A fine 2012, il look-through core capital ratio secondo i requisiti svizzeri ammontava al 9,1%. Il Credit Suisse è fiducioso di poter superare già a metà 2013 il requisito svizzero del 10% fissato per fine 2018. Gli ulteriori disinvestimenti strategici e le restanti misure, compresi nel piano di capitale, procedono ad un ritmo che consentirà di completarli nel breve termine. A gennaio 2013 abbiamo annunciato la vendita del comparto exchange-traded fund e prevediamo di concluderla entro la fine del secondo trimestre 2013.

A fine quarto trimestre 2012, il Credit Suisse faceva registrare un core tier 1 ratio secondo Basilea 2.5 del 15,6% e un tier 1 ratio secondo Basilea 2.5 del 19,5%, rispettivamente 0,9 e 1,0 punti percentuali in più rispetto al terzo trimestre 2012. Alla fine del quarto trimestre 2012, il Credit Suisse faceva registrare un total capital ratio secondo Basilea 2.5 del 22,3%, in crescita di 1,1 punti percentuali rispetto al terzo trimestre 2012.

Nell'ottobre 2012 il Credit Suisse ha annunciato misure mirate a ridurre del 13% il totale degli attivi in bilancio e portarlo quindi sotto CHF 900 miliardi entro fine 2013, escluso l’effetto dei cambi. A fine 2012, il totale degli attivi in bilancio ammontava a CHF 924 miliardi, con una diminuzione di CHF 99 miliardi ovvero del 10% rispetto al terzo trimestre 2012. A fine quarto trimestre 2012, il grado di indebitamento FINMA del Credit Suisse era del 5,8% contro il 5,2% del terzo trimestre 2012.

Il Credit Suisse continua a gestire conservativamente la liquidità, con un tasso stimato di copertura netto stabile (NSFR) di lungo termine secondo gli attuali criteri FINMA di oltre il 100% e liquidità a breve termine secondo la regolamentazione svizzera superiore al requisito fissato per fine quarto trimestre 2012.

Proposta di distribuzione a carico delle riserve da apporti di capitale**
In occasione dell'Assemblea generale degli azionisti che si terrà il 26 aprile 2013, il Consiglio di amministrazione proporrà per l'esercizio finanziario 2012 una distribuzione in contanti, a carico delle riserve da apporti di capitale, pari a CHF 0.10 per azione. Inoltre il Consiglio di amministrazione proporrà la distribuzione di nuove azioni (dividendo in titoli). Le nuove azioni per il dividendo in titoli verranno versate al valore nominale di CHF 0.04 per azione a carico delle riserve da apporti di capitale. La distribuzione a carico delle riserve da apporti di capitale (contanti e titoli) non sarà soggetta all'imposta preventiva svizzera né all'imposta sul reddito per privati residenti in Svizzera che detengono le azioni come investimento privato. La data ex dividendo è stata fissata al 30 aprile 2013 (per la distribuzione in contanti e il dividendo in titoli).

Il dividendo in titoli sarà distribuito a tutti gli azionisti in base alle regole seguenti. Per ciascuna azione in loro possesso, gli azionisti riceveranno un diritto non negoziabile a ricevere gratuitamente un determinato numero di nuove azioni. Dopo la distribuzione, i diritti verranno automaticamente convertiti in nuove azioni al tasso determinato dal Consiglio di amministrazione immediatamente prima dell’Assemblea generale degli azionisti. Il Consiglio di amministrazione fisserà il tasso di sottoscrizione in modo tale che il valore teorico sia di circa CHF 0.65 per ciascun diritto.

La proposta di distribuzione è in linea con il piano di capitale annunciato dal Credit Suisse Group nel luglio 2012. Procede secondo programma l’attuazione del piano che prevede di consentire significative distribuzioni in contanti dopo il raggiungimento del core capital ratio look-through secondo i requisiti svizzeri del 10%. L’obiettivo della banca è ottenere il ratio del 10% a metà 2013.

Private Banking & Wealth Management
Private Banking & Wealth Management, che comprende l'attività globale di Wealth Management Clients, quella svizzera di Corporate & Institutional Clients e l'attività globale dell'Asset Management, ha fatto registrare nel quarto trimestre 2012 un utile ante imposte di CHF 911 milioni e ricavi netti di CHF 3334 milioni. Rispetto al quarto trimestre 2011 i ricavi netti sono cresciuti dell'8% grazie a un significativo aumento dei ricavi basati su transazioni e performance, riconducibile principalmente alle maggiori commissioni di performance, di borsa e di emissione. Nel confronto con il terzo trimestre 2012, invece, i ricavi netti sono rimasti sostanzialmente invariati, in quanto i maggiori ricavi da commissioni di transazione e di performance sono stati compensati dalla contrazione di altri ricavi, che nel terzo trimestre 2012 comprendevano utili da investimenti e la vendita conclusiva della quota di partecipazione del Credit Suisse in Aberdeen.
I costi operativi totali, CHF 2355 milioni, sono scesi del 5% rispetto al quarto trimestre 2011 grazie alla riduzione delle spese per il personale e delle spese generali e amministrative ottenuta principalmente attraverso le nostre misure di efficienza sui costi. Rispetto al terzo trimestre 2012, i costi operativi totali sono rimasti stabili, in quanto le minori spese per il personale sono state compensate dall'aumento delle spese generali e amministrative, principalmente per effetto di investimenti nell'infrastruttura IT e di spese legate a fattori stagionali.

Nel quarto trimestre 2012, l'attività di Wealth Management Clients ha registrato un utile ante imposte di CHF 490 milioni e ricavi netti pari a CHF 2209 milioni, il 4% in più rispetto al quarto trimestre 2011. A sostenere questa crescita sono stati i maggiori ricavi basati su transazioni e performance e in particolare le maggiori commissioni di borsa e di emissione nonché l'aumento dei ricavi da soluzioni integrate e le maggiori commissioni di performance. Questi aumenti sono stati in parte neutralizzati dalle minori commissioni su cambi relative a transazioni dei clienti. I ricavi netti si sono mantenuti sui livelli del terzo trimestre 2012, in quanto i maggiori ricavi da commissioni di transazione e di performance sono stati neutralizzati da commissioni ricorrenti in lieve diminuzione e da minori proventi netti da interessi. Nel quarto trimestre 2012 il margine lordo si è attestato a 110 punti base, perdendo 5 punti base rispetto al quarto trimestre 2011 e mantenendosi sui livelli del terzo trimestre 2012.

Corporate & Institutional Clients, che propone un'ampia gamma di soluzioni per rispondere alla richiesta di servizi finanziari della clientela commerciale e istituzionale in Svizzera e per le banche a livello globale, ha registrato un utile ante imposte di CHF 238 milioni e forti ricavi netti pari a CHF 547 milioni, il 13% in più rispetto al quarto trimestre 2011 e l'8% in più rispetto al terzo trimestre 2012. I costi operativi totali si sono confermati stabili rispetto al quarto trimestre 2011, mentre sono diminuiti del 2% rispetto al terzo trimestre 2012. Nel quarto trimestre 2012 gli accantonamenti per perdite su crediti sono stati di CHF 32 milioni su un portafoglio di prestiti netti pari a CHF 60,6 miliardi.

Nel quarto trimestre 2012, l'attività dell'Asset Management ha fatto registrare un utile ante imposte di CHF 183 milioni e ricavi netti di 578 milioni, il 20% in più rispetto al quarto trimestre 2011 grazie ai maggiori ricavi da commissioni risultanti dall'aumento delle commissioni di performance e del carried interest sulle plusvalenze realizzate di private equity, in parte neutralizzate da minusvalenze da investimenti. Nel quarto trimestre 2012 i ricavi netti sono scesi del 6% rispetto al terzo trimestre 2012, dato che i maggiori ricavi da commissioni sono stati più che neutralizzati dalle minusvalenze da investimenti, dalla diminuzione delle plusvalenze su partecipazioni azionarie e di altre plusvalenze.

Investment Banking
Nel quarto trimestre 2012 l'Investment Banking ha fatto registrare ricavi netti di CHF 2664 milioni e un utile ante imposte di CHF 298 milioni. Rispetto al quarto trimestre 2011, i ricavi netti sono cresciuti significativamente grazie alle maggiori entrate in tutte le attività, con un sostanziale miglioramento nella vendita e negoziazione di prodotti a reddito fisso riconducibile al nuovo posizionamento di mercato. Rispetto al terzo trimestre 2012 i ricavi netti sono diminuiti del 16% a causa di risultati penalizzati da fattori stagionali, principalmente nella vendita e negoziazione di prodotti a reddito fisso. Nel quarto trimestre 2012, il riposizionamento dell'attività sul reddito fisso ha ancora una volta permesso di ottenere risultati più equilibrati e costanti a fronte di una minore volatilità su livelli nettamente più bassi di attività ponderate per il rischio.

I ricavi derivanti dalla vendita e dalla negoziazione di prodotti a reddito fisso, pari a CHF 887 milioni, sono cresciuti significativamente rispetto al quarto trimestre 2011, sostenuti dai sostanziali aumenti nei prodotti cartolarizzati e dal miglioramento dei risultati nei prestiti aziendali, nei prodotti obbligazionari globali e nei mercati emergenti. Rispetto all'ottimo terzo trimestre 2012, i ricavi sono diminuiti del 38% per effetto di risultati penalizzati da fattori stagionali in quasi tutte le attività legate al reddito fisso, compresi i prodotti cartolarizzati e i prodotti obbligazionari globali, riconducibili alla contrazione dei volumi durante il trimestre.

I ricavi derivanti dalla vendita e dalla negoziazione di azioni, pari a CHF 910 milioni, sono saliti del 24% rispetto al quarto trimestre 2011, grazie agli aumenti nelle attività su derivati e cash equity. Rispetto al terzo trimestre 2012, invece, i ricavi sono diminuiti del 7% in quanto la flessione nei prodotti correlati a fondi e negli arbitraggi su azioni hanno più che neutralizzato i maggiori ricavi derivanti da cash equity, prime services e derivati.

I ricavi derivanti dalle attività di underwriting e consulenza, pari a CHF 982 milioni, sono cresciuti del 93% rispetto al quarto trimestre 2011 grazie ai robusti ricavi relativi all'emissione di titoli di debito e ai cospicui volumi di emissioni high-yield a livello globale. Anche i ricavi da attività di M&A e di consulenza sono cresciuti, in quanto l'aumento a livello globale del numero di M&A perfezionate nel settore ha permesso di compensare la contrazione delle quote di mercato. Nel confronto con il terzo trimestre 2012, i ricavi hanno registrato un aumento del 14%, sostenuto dai maggiori ricavi provenienti dalle emissioni di debito, in particolare nel leveraged finance, e dalle commissioni di M&A.

Rispetto al quarto trimestre 2011, le spese per il personale sono diminuite di CHF 148 milioni, ossia dell'11%, principalmente per effetto dei minori compensi differiti inerenti ad award degli anni precedenti. Le spese per il personale sono diminuite di CHF 305 milioni, ossia del 21%, rispetto al terzo trimestre 2012, grazie alle minori spese per compensi discrezionali legati alla performance e ai minori compensi differiti da award conseguiti negli anni precedenti. Il totale degli altri costi operativi è aumentato del 5% rispetto al quarto trimestre 2011, principalmente a causa dei maggiori accantonamenti per contenziosi, mentre risulta in calo del 2% rispetto al terzo trimestre 2012, soprattutto per effetto di una riduzione degli accantonamenti per contenziosi.

Corporate Center
Il Corporate Center ha fatto registrare una perdita ante imposte di CHF 613 milioni nel quarto trimestre 2012. Il risultato include oneri da fair value sul debito proprio per CHF 197 milioni, oneri da fair value su derivati stand-alone per CHF 59 milioni e perdite da rettifiche di valutazione del debito relative a determinate passività su notes strutturate per CHF 120 milioni, per un totale di perdita da queste voci di CHF 376 milioni nel trimestre. Questo dato si contrappone alla perdita ante imposte di CHF 102 milioni nel quarto trimestre 2011 e di CHF 1060 milioni nel terzo trimestre 2012.

* I risultati rettificati, i risultati normalizzati e i risultati corretti riportati nella tabella seguente sono basati su calcoli non-GAAP. La tabella seguente include una riconciliazione di alcuni di questi dati. Per ulteriori informazioni sul calcolo dei dati rettificati, dei dati normalizzati e dei dati corretti, incluse le riconciliazioni fra i periodi, i costi run-rate annualizzati corretti e il rendimento normalizzato dopo imposte sul capitale allocato secondo Basilea 3 dell'Investment Banking dalle attività attuali e correnti, fare riferimento alle slide di presentazione dei risultati del quarto trimestre 2012.

** Un documento riepilogativo con una descrizione dettagliata e le condizioni del dividendo in titoli sarà reso disponibile agli azionisti del Credit Suisse Group il o intorno al 25 marzo 2013.
Il presente comunicato stampa non costituisce un'offerta di vendita o sottoscrizione, né un sollecito a richiedere un’offerta per l’acquisto o la sottoscrizione di azioni del Credit Suisse Group. Inoltre né esso né parte di esso, né il fatto che venga distribuito costituiscono la base di, né vi si può fare riferimento per, un contratto in tal senso. Non costituisce un prospetto ai sensi della legge svizzera applicabile né un prospetto di quotazione ai sensi del regolamento di quotazione della SIX Swiss Exchange.

Cambiamenti nel reporting
I risultati qui presentati riflettono l’integrazione delle divisioni Private Banking e Asset Management, a cui si riferivano i reporting precedenti, nella nuova divisione Private Banking & Wealth Management, nonché il trasferimento della maggior parte delle attività di negoziazione e vendita di titoli da Investment Banking a Private Banking & Wealth Management. La nuova struttura è entrata in vigore il 30 novembre 2012. La nuova presentazione dei risultati di Private Banking & Wealth Management illustra i risultati dei comparti operativi Wealth Management Clients, Corporate & Institutional Clients e Asset Management. I risultati delle attività svizzere di negoziazione e di vendita di titoli trasferite sono allocati nei tre comparti operativi. I periodi precedenti sono stati ricalcolati per poterli confrontare con l’attuale presentazione.

Relazione finanziaria del quarto trimestre 2012
La relazione finanziaria del quarto trimestre 2012 e i relativi lucidi di presentazione dei risultati possono essere scaricati a partire dalle ore 06:30 CET di quest'oggi.