Credit Suisse Cup; sostegno delle giovani leve; finale; calcio scolastico; più grande torneo di calcio scolastico
Insights e stories

Grandi emozioni alle finali della Credit Suisse Cup a Basilea

Le finali della Credit Suisse Cup di quest'anno sono state un susseguirsi di emozioni, sia in campo che fuori. Momenti di gioia, ma anche accese discussioni e qualche lacrima versata hanno caratterizzato la giornata allo stadio St. Jakob, dove 295 squadre si sono affrontate nelle 13 categorie in occasione del torneo conclusivo. 

Credit Suisse Cup; sostegno delle giovani leve; finale; calcio scolastico; più grande torneo di calcio scolastico

Una delle 13 squadre vincitrici è stata la 3ª Sek. Liestal femminile. «È incredibile - mai e poi mai ci saremmo aspettate un successo simile», hanno commentato le campionesse, che si sono poi lanciate in una danza euforica. Per ben quattro anni consecutivi questa squadra di giovani talenti è riuscita a qualificarsi per il torneo conclusivo, non riuscendo tuttavia a superare il primo turno. «Questa volta volevamo andare in semifinale» - questo il sogno delle giovani calciatrici. Tanto più che, per motivi di età, si trattava dell'ultima occasione. 

Credit Suisse Cup; sostegno delle giovani leve; finale; calcio scolastico; più grande torneo di calcio scolastico

Ambizione, talento e spirito di squadra

Per le alunne della nona classe realizzare il proprio sogno è stato un percorso in discesa. Dopo un primo pareggio, nel corso del torneo hanno inanellato una vittoria dopo l'altra. E sia in semifinale sia in finale al talento si è aggiunta la fortuna - con un goal a fine partita e due rigori andati a segno. «I nostri punti di forza sono ambizione, spirito di squadra e la presenza di due calciatrici esperte»: questa la ricetta per il successo svelata dalle campionesse ancora incredule.

Credit Suisse Cup; sostegno delle giovani leve; finale; calcio scolastico; più grande torneo di calcio scolastico

Ma nessuna delle campionesse sapeva ancora di aver conseguito un risultato migliore dei loro idoli. Mentre rilasciavano autografi a tutti i fan, le giocatrici della Nazionale Cinzia Zehnder e Florijana Ismaili, così come il capitano della Nazionale di beach soccer Moritz Jäggy, hanno raccontato la loro esperienza. Jäggy è riuscito una volta a qualificarsi per il torneo conclusivo «ma senza successo - siamo stati subito squalificati». Le due star del calcio si sono invece fermate molto prima. Del torneo conclusivo avevano solo sentito parlare. Ismaili ha ricordato il «divertimento e troppe sconfitte», mentre Zehnder ha svelato con rammarico: «Mi avrebbe fatto molto piacere partire di prima mattina da San Gallo per raggiungere Basilea. Purtroppo però non ci sono mai riuscita».

Credit Suisse Cup; sostegno delle giovani leve; finale; calcio scolastico; più grande torneo di calcio scolastico

Una piattaforma perfetta

L'entusiasmo per la Credit Suisse Cup ha contagiato anche Oliver Zwemmer, responsabile regionale Svizzera settentrionale presso Credit Suisse, che si è fatto trasportare dall'allegria, dalle emozioni e dalla gioia. Pur essendo presente per la prima volta in veste ufficiale alla cerimonia di premiazione, aveva già avuto modo di conoscere il torneo come padrino e zio. L'ha definito «una straordinaria piattaforma per Credit Suisse». Al tempo stesso ha giudicato molto positivo l'evento in sé, con il suo carisma, l'immagine e «la possibilità di festeggiare una vittoria ma anche di imparare ad accettare una sconfitta». In riferimento al pluriennale sostegno di Credit Suisse, ha sottolineato: «L'aspetto più interessante è la crescente presenza di ragazze e giovani donne nel corso degli anni». Le vincitrici di Liestal ne sono il migliore esempio. 

Credit Suisse Cup; sostegno delle giovani leve; finale; calcio scolastico; più grande torneo di calcio scolastico