Investire in Matrix? Il grande potenziale della realtà virtuale e aumentata
Latest Articles

Investire in Matrix? Il grande potenziale della realtà virtuale e aumentata

Desiderate visitare le piramidi di Giza, ma avete paura dell'aereo? Il vostro più grande sogno è suonare sul palco con Bruce Springsteen? Vi piacerebbe vedere com'era la vostra città natale 300 anni fa? Oggi la realtà virtuale (RV) consente di realizzare tutti questi desideri senza uscire di casa. Grazie al successo mondiale di Pokémon Go, il mercato della realtà virtuale e della realtà aumentata (RA) sta crescendo molto più rapidamente di quanto avessimo immaginato.

Realtà virtuale: il prossimo megatrend tecnologico?

La realtà virtuale permette di fare esperienze che nella vita reale ci sono perlopiù precluse (chi di voi è mai andato su Marte?) utilizzando computer sofisticati e attrezzature sensoriali (come guanti e cuffie). Per il momento, in genere sono associate a PC potenti, ma anche la realtà virtuale mobile sta prendendo piede.

Grazie al fatto che oltre il 45 per cento della società mondiale è collegata alla rete (sempre più spesso tramite dispositivi mobili) e che l'uso di piattaforme Internet è in rapida crescita, la realtà virtuale mobile e la realtà aumentata mobile rappresentano un mercato di enormi proporzioni.

Credit Suisse Research Alert di Uwe Neumann e Ulrich Kaiser cita Kzero Worldwide, una società di ricerca secondo cui nel 2014 gli utenti di RV erano circa 200 000 e nel 2018 saranno circa 170 milioni, il che significa un aumento dell'85 000 per cento. "Siamo convinti che il mercato di hardware e software per RV aumenterà fino ad assumere le dimensioni attuali del mercato degli smartphone (USD 600-700 mia.) e allo stesso ritmo registrato da quest'ultimo dal 2001 al 2015", sostengono Neumann e Kaiser nel loro rapporto.

Nel 2015 Piper Jaffray aveva già pubblicato un rapporto intitolato "The Next Mega Tech Theme is virtual reality", in cui i ricercatori individuavano nella RV e nella RA il prossimo megatrend tecnologico destinato a durare fino al 2030. "Riteniamo che la situazione odierna della realtà virtuale ed aumentata sia simile a quella dei telefoni cellulari 15 anni fa", hanno dichiarato. "La prima fase sarà la realtà virtuale, la seconda la realtà aumentata."

Fonte: rapporti aziendali, le stime di Credit Suisse

Tutti pazzi per Pokémon Go

La scorsa estate si è assistito alla prima svolta nel campo della RA che ha coinvolto un po' tutti: la gente, con il telefono in mano, si affollava sotto i ponti, nei ristoranti, sulle scale dei musei per cercare di afferrare le creature virtuali in contesti di vita reale. "Pokémon Go" è utilissimo per far prendere coscienza dell'importanza della RA ai consumatori e alla più ampia comunità d'investimento," afferma Tim Merel, fondatore e CEO di Eyetouch Reality e Digi-Capital. "Potrebbe avere enormi ripercussioni al di là dei giochi, influenzando le prossime mosse degli sviluppatori e l'attenzione degli investitori."

A che cos'altro potrebbe servire la realtà aumentata oltre a spingere la gente a uscire di casa in cerca di Pokémon? Le applicazioni di RA sono in grado di potenziare le esperienze di viaggio in modo tale da renderle più tangibili e vivide. Se utilizzate per le visite turistiche, le lenti RA servono a visualizzare configurazioni passate delle aree urbane o ricostruzioni di eventi storici. È inoltre possibile vedere i commenti dei visitatori precedenti ("Non andare in quel ristorante! Solo il coperto costa 20 euro" oppure "Devi vedere la scultura sul retro della cattedrale") e conoscere gli eventi attuali e le zone di interesse della zona.

Sebbene per ora i sistemi di realtà virtuale e aumentata vengano utilizzati soprattutto per l'intrattenimento, la situazione cambierà man mano che si moltiplicheranno i possibili utilizzi. "Nei prossimi anni vedremo che gli usi pratici per i consumatori, le aziende, la salute e l'istruzione andranno ben al di là dei Pokémon Go", afferma Angus Muirhead di Credit Suisse Asset Management, Zurigo.

Non solo giochi

L'Università di Louisville propone a chi soffre di fobie una terapia in cui si utilizzano cuffie di RV che consente di vivere le situazioni ansiogene (ad esempio parlare in pubblico o vedere un ragno) in un contesto sicuro e controllato e vincere le proprie paure. La psichiatria non è l'unica branca della medicina che utilizza tecnologie all'avanguardia. Le lenti RA possono ricordare al paziente di assumere farmaci o controllare i suoi livelli di zucchero.

Questi sistemi vengono impiegati anche nel campo dell'istruzione. Chi desidera diventare medico o pilota potrà fare pratica nella realtà virtuale senza subire le conseguenze a cui andrebbe incontro nella vita reale in caso di errore. Anche gli ingegneri cominciano a utilizzare la RV. Oltre a verificare l’influenza di peso, vento e temperatura sulle costruzioni (ponti, veicoli o edifici), possono presentare il prodotto finale agli investitori e al management prima del lancio.

Inoltre, la realtà aumentata trova impiego in settori diversi da quello dell'intrattenimento. Ad esempio, potrebbe rendere ancora più precisi i sistemi di navigazione, mostrando ai piloti notifiche, percorsi da seguire o potenziali barriere in cui rischiano di imbattersi sulla rotta. Gli automobilisti, invece, potrebbero visualizzare sul parabrezza le indicazioni sul percorso da seguire o le informazioni sul traffico. "A nostro avviso, a lungo termine l'hardware e i servizi di RA e RM avranno un campo d'applicazione molto più ampio," affermano Neumann e Kaiser, e "potrebbero persino sconvolgere o sostituire il mercato degli smartphone."  

Previsioni di lungo termine per il mercato della realtà virtuale

Previsioni di lungo termine per il mercato della realtà virtuale

Fonte: Citi Research, Credit Suisse

Opportunità d'investimento

Poiché c'è ancora molto da fare nel campo della realtà virtuale e aumentata, esistono numerose opportunità di investimento. "Negli ultimi 20 anni sono state messe a punto una serie di tecnologie capaci di offrire straordinarie possibilità," afferma Angus Muirhead. "Ora cominciamo a raccogliere i frutti di questa innovazione, in quanto tutte le tessere del mosaico vengono messe insieme per creare applicazioni estremamente efficaci che utilizzano realtà virtuale e aumentata, robotica, intelligenza artificiale, cloud computing e Big Data." Neumann sottolinea che "nel febbraio di quest'anno Credit Suisse Equity Research Department è stato il primo in Svizzera a proporre il tema della RV/RA." Sia le società di software che i produttori di hardware per la RV/RA, come lenti, tapis roulant o guanti, meritano attenzione. Il rapporto di Credit Suisse Research prevede inoltre "un aumento esponenziale della domanda di prodotti a semiconduttori come microprocessori (MPU), unità di elaborazione grafica (GPU) e memorie".

Benché le start-up che sviluppano prodotti basati sulla RV e RA siano numerose, per la maggior parte si tratta di aziende private o appena costituite. Naturalmente, si può investire in grandi società affermate come Facebook, HTC, Sony o Microsoft che stanno mettendo a punto tecnologie RV e VA. Tuttavia, ciò significa puntare su grandi aziende coinvolte anche in molti altri ambiti della tecnologia, per le quali la RV/RA rappresenta forse solo una piccola parte del fatturato. "Un approccio ragionevole per la maggior parte degli investitori è optare per un fondo con un'esposizione a questo tema," consiglia Muirhead. "Ciò consente di operare una maggiore diversificazione rispetto alle posizioni in singole azioni e garantisce che un esperto abbia selezionato quelli che a suo giudizio sono i migliori titoli per puntare su quel determinato tema."

Per quanto le opportunità d'investimento possano essere entusiasmanti, è meglio non perdersi nella realtà virtuale o aumentata. Occorre ricordare che i miliardari della Silicon Valley cominciano a pagarci per farci uscire da Matrix.