Giornata degli imprenditori

Giornata degli imprenditori

Grazie – Merci – Danke – Grazia fitg

Gli imprenditori sono il pilastro dell'economia svizzera. Il loro operato è eccezionale. Ogni giorno apportano un importante contributo al benessere, allo sviluppo e al progresso della Svizzera. Si assumono rischi, creano nuovi posti di lavoro, promuovono l'innovazione e sono parte integrante delle regioni in cui operano. Proprio per questo, noi di Credit Suisse abbiamo dato vita alla «Giornata degli imprenditori» il 20.02.2019, data che coincide con il bicentenario della nascita del nostro fondatore Alfred Escher. In questo modo desideriamo ringraziare tutti gli imprenditori e le imprenditrici del nostro paese a nome della popolazione svizzera.

Con questa occasione proponiamo in collaborazione ai nostri partner interessanti promozioni il 20.02.2019:

20 importanti dati sull'imprenditoria svizzera:



2° posto

Raffronto fra le piazze economiche

Nel raffronto internazionale la piazza economica svizzera offre alle aziende eccellenti condizioni quadro: nel Global Entrepreneurship and Development Index (GEDI) 2018 occupa infatti il secondo posto. 

Fonte: Global Entrepreneurship and Development Index (GEDI) 2018



38° posto

Clima imprenditoriale  
 

Nell'indice "Ease of Doing Business" 2019 della Banca mondiale, alla voce clima di fiducia delle imprese, la Svizzera si colloca al 38° posto nel raffronto internazionale e perde cinque posizioni rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente. 

Fonte: Doing Business 2019, Banca mondiale



601 755

Numero complessivo di imprese
 

È il numero di imprese presenti in Svizzera nel 2016. Oltre due terzi appartenevano al settore terziario (servizi), il 15% al secondario (industria, arti e mestieri) e appena il 9% al primario (agricoltura, silvicoltura e pesca). 

Fonte: UST, Statistica della struttura aziendale (STATENT), cifre provvisorie per il 2016 



4 400 000

Numero di posti di lavoro


In Svizzera il 99,7% delle imprese attive nell'economia di mercato ha un organico inferiore ai 250 addetti (PMI). Queste aziende rappresentano più o meno due terzi dei circa 4,4 milioni di posti di lavoro totali che conta la Svizzera. 

Fonte: UST, Statistica della struttura aziendale (STATENT), cifre provvisorie per il 2016



43 174  

Costituzione di nuove imprese


Nel 2018 sono state iscritte nel registro di commercio 43 174 imprese, soprattutto nei settori servizi alle imprese (B2B), consulenza aziendale e fiscale, lavoro artigianale, commercio al dettaglio e industria alberghiera e della ristorazione. 

Fonte: Foglio ufficiale svizzero di commercio FUSC; IFJ Institut für Jungunternehmen AG


8%

Conto delle superfici industriali e commerciali
 

È la percentuale di superfici di insediamento in Svizzera che rientra nella categoria delle superfici industriali e commerciali. 

Fonte: UST, Statistica della superficie della Svizzera (AREA)

 

83%

"Tasso di sopravvivenza" delle nuove imprese


In Svizzera il tasso di sopravvivenza medio delle nuove imprese a un anno dalla costituzione è dell'83%. Infatti, nel 2016, erano ancora attive 32 820 imprese create dal nulla nel 2015. Il tasso di sopravvivenza è particolarmente elevato nel settore "Sanità e servizi sociali". 

Fonte: UST, Statistica sulla demografia delle imprese (UDEMO)



75%

Imprese di famiglia

Delle circa 585 000 PMI svizzere tre quarti sono imprese di famiglia, quindi interamente di proprietà della famiglia del fondatore. 

Fonte: Credit Suisse Succession Survey 2016 



37,3%

Imprenditrici


Nella categoria dei lavoratori autonomi (inclusi i dipendenti della propria impresa) le donne sono ancora sottorappresentate, ma la percentuale è in aumento. Nel secondo trimestre 2018 la quota di donne imprenditrici si è attestata al 37,3%.

Fonte: UST, Rilevazione sulle forze di lavoro in Svizzera (RIFOS), 2° trimestre 2018

 

35,4%

Donne in posizioni dirigenziali


Nel 2017 le donne che ricoprivano ruoli dirigenziali erano il 35,4%. Dieci anni prima questa percentuale era del 32,8%, contro appena il 29,4% del 1996. 

Fonte: Rilevazione sulle forze di lavoro in Svizzera (RIFOS)




42,6 ore

Orario di lavoro settimanale


Nel 2017 dal confronto tra i 28 paesi dell'UE e quelli dell'AELS è emerso che, con 42 ore e 54 minuti (42,9 ore), l'Islanda aveva l'orario lavorativo settimanale più lungo, seguita dalla Svizzera (42,6), dalla Gran Bretagna (40,7) e dalla Romania (40,6). In Germania l'orario lavorativo settimanale era di 40 ore. In fondo alla classifica si collocavano la Finlandia (37,8) e la Francia (37,6). 

Fonte: UST, Rilevazione sulle forze di lavoro in Svizzera e le relative statistiche: orario di lavoro



218 539

Posti di tirocinio


Nel 2017 dalla statistica della formazione professionale risultavano 218 539 posti di tirocinio, il che significa che in Svizzera c'era un apprendista ogni 23 occupati. La percentuale più elevata, pari a oltre il 90%, era rappresentata dalle formazioni professionali di base con attestato federale di capacità (AFC). 

Fonte: UST, Statistica della formazione professionale di base (SBG-SFPI)



100+

Nuovi posti di lavoro al giorno


Il mercato del lavoro svizzero è molto dinamico: ogni giorno in Svizzera vengono creati in media 1350 posti di lavoro, il 37% dei quali da nuove imprese. Allo stesso tempo, si perdono circa 1250 posti di lavoro. In media, questo ciò significa un aumento netto di circa 100 posti di lavoro ogni giorno.

Fonte: economiesuisse (2017) 


60.05

Costi per ora di lavoro


Nel 2016 in Svizzera un'ora di lavoro costava in media 60.05 franchi nelle aziende del settore secondario e terziario. 

Fonte: UST, Rilevazione sulle forze di lavoro in Svizzera e relative statistiche: orario di lavoro



668,572

Prodotto interno lordo


Nel 2017 il prodotto interno lordo totale della Svizzera ammontava a 668,572 miliardi di franchi. L'agricoltura ha contribuito alla creazione di valore aggiunto lordo per circa lo 0,7%, l'industria per il 25,5% e il settore dei servizi per il 73,8%.

Fonte: Ufficio federale di statistica, Conti economici nazionali (2018)

 

7283

Domande di brevetto


Nel 2017 la Svizzera ha depositato all'Ufficio di brevetti europeo un totale di 7283 domande di brevetto, stabilendo un nuovo record. Con 884 richieste per milione di abitanti, la Svizzera si colloca al primo posto della classifica europea. 

Fonte: IPI; Ufficio di brevetti europeo (2018)



233,146

Esportazioni


Nel 2018 l'economia svizzera ha esportato merci per 233,146 miliardi di franchi, stabilendo un nuovo record. Anche le importazioni sono aumentate, attestandosi a 201,8 miliardi di franchi.

Fonte: Amministrazione federale delle dogane (AFD)



4 000 000

La Svizzera, un paese di pendolari


In Svizzera 9 lavoratori su 10 sono pendolari, ossia circa 4 milioni di persone (situazione al 2017). Nel 2017 poco più della metà dei pendolari si è recato al lavoro in automobile, il 31% con i trasporti pubblici e il 15% a piedi o in bicicletta. 

Fonte: Ufficio federale di statistica, Pendolarismo (2019)



296 310

Consumo energetico


Nel 2017 il consumo energetico del settore dei servizi era di 139 230 Terajoule (TJ), contro 157 080 TJ del settore industriale, per un totale di 296 310 TJ. 1 Terajoule corrisponde a 277 778 kilowattora.

Fonte: UFE, Statistica globale dell'energia 2017


45%

Successione aziendale


Circa il 45% delle imprese viene ceduto all'interno della cerchia familiare ("family buy-out"), il 30% a collaboratori che non fanno parte della famiglia ("management buy-out") e il 25% a una persona esterna all'azienda ("management buy-in"). 

Fonte: Credit Suisse, studio "La successione aziendale nell'esperienza pratica" (giugno 2016)

I vostri obiettivi sono anche i nostri

Contattateci This link target opens in a new window