Talento e senso della qualità assicurano piaceri eccelsi. David Lizzola, Léguriviera Groupe, commercia in frutta e verdura di alta qualità.

Léguriviera Groupe: con determinazione e passione verso la leadership di mercato

Un uomo con un furgone - questa era l'azienda al momento della sua fondazione nel 2001. Oggi Léguriviera Groupe occupa circa 250 collaboratori e annovera tra i suoi clienti rinomati chef. Una storia di successo per una ditta individuale divenuta leader di mercato nella vendita all'ingrosso di frutta e verdura nella Svizzera romanda.

Davanti al deposito del grossista nella zona industriale di Crissier fervono le attività. Persino all'ora di pranzo è un continuo andirivieni di furgoni che consegnano le ultime ordinazioni della giornata. Come sarà la situazione alle 5 del mattino, ora di punta? All'interno dei magazzini è invece tutto più tranquillo. Un mulettista sposta dei bancali, mentre un conducente carica la propria auto. Fino al soffitto pile di cassette verdi colme di frutta e verdura fresche - dalle patate svizzere ai frutti esotici: questi magazzini sembrano custodire un vero tesoro.

"Stabiliamo un rapporto tra la terra e il piatto" – David Lizzola

Grossista per passione

Il freddo dei magazzini intirizzisce le dita di mani e piedi. Ma una volta entrati nell'ufficio di David Lizzola, si viene accolti da un piacevole calore: non solo per via del locale ben riscaldato, ma anche per l'affettuoso benvenuto con cui si viene salutati. Il CEO di Léguriviera Groupe è in piedi dietro alla scrivania; la parete alle sue spalle è piena di foto in cui compare in compagnia di volti noti, soprattutto del mondo della gastronomia.
Lizzola viene a sedersi al tavolo delle riunioni e racconta sorridente con il suo accento vodese come tutto è iniziato. Sin da giovane aveva avuto modo di conoscere l'azienda dello zio, la Légufruits SA di Villars-Sainte-Croix, sviluppando così la passione per il mestiere. «Il commercio all'ingrosso di frutta e verdura è per me l'anello di congiunzione tra ciò che la natura ci dona e ciò che finisce nel piatto», spiega Lizzola.

Fiducia incrollabile nel successo

Nel 2001, con l'aiuto di familiari e amici, raccoglie il capitale per fondare la prima ditta: è sufficiente per acquistare un furgone. «È stato molto più difficile di quanto immaginassi», ricorda Lizzola. Inizialmente sbriga tutto il lavoro da solo: di notte consegna i prodotti ordinati e di giorno si occupa di acquisizione di clienti e trattative con i fornitori. Un esercizio di equilibrismo estenuante - sul piano fisico come su quello finanziario. Come ha fatto a resistere? Con la passione per il mestiere e la convinzione assoluta di potercela fare.

La svolta

Dopo un anno la strada è ancora in salita. Una cosa è certa: con i grandi fornitori e le loro quantità Lizzola non riuscirà a tenere il passo. Decide dunque di puntare a qualità e servizio. Tra i suoi primi fedeli clienti vi sono rinomati chef di Montreux. «Mi hanno preso in simpatia. E apprezzavano gli sforzi che stavo compiendo». Presto il giovane imprenditore si rende conto di aver bisogno di un volume di ordini maggiore per poter crescere. Per questo compie una mossa coraggiosa: nel 2005 acquisisce una prima ditta. Nel 2007 segue la seconda: Légufruits SA, l'azienda di suo zio e del suo socio Christian Louys, che ha un fatturato maggiore della sua. Da quel momento David Lizzola è CEO di un grande gruppo destinato a diventare leader di mercato nella Svizzera romanda.

La partnership con Credit Suisse

Nel 2007 entra anche in contatto con Credit Suisse, banca di fiducia di Légufruits SA. Da allora la banca lo accompagna non solo per le operazioni quotidiane, ma anche per ulteriori acquisizioni. «All'interno di grandi strutture conta soprattutto la dimensione interpersonale», spiega Lizzola. Descrive il rapporto con i suoi consulenti presso Credit Suisse come una vera partnership. Anche in momenti difficili la banca lo ha infatti aiutato e sostenuto. Mettendo a disposizione anche la sua rete di contatti.

Da imprenditore a CEO

David Lizzola non ha solo dimostrato di essere un astuto stratega con la sua azienda. È anche diventato un manager lungimirante. Un tempo faceva tutto da sé. Di work-life balance non se ne parlava neppure. Oggi è invece sempre connesso,ma può permettersi di controllare la situazione anche dalla spiaggia quando è in vacanza. Il suo ruolo di imprenditore è cambiato: ora delega molte attività agli altri. «Conosco i miei punti di forza e i miei punti deboli. Perciò i miei collaboratori mi aiutano proprio negli ambiti in cui ho difficoltà - siamo un vero e proprio Dream Team».
Le persone rappresentano per Lizzola il capitale più prezioso dell'azienda. E gli si può credere: quando gli si chiede quale sia stata la sua decisione più difficile non ne cita una di carattere strategico o economico, ma ricorda che sono state questioni riguardanti il personale ad avergli fatto passare le notti in bianco.

Un servizio di prim'ordine

La sensibilità di Lizzola per le esigenze del prossimo si riflette anche nel tipo di servizio che offre la sua azienda. Oggi chi ordina entro le 20.00 nell'online shop riceve i prodotti entro poche ore. Un sofisticato sistema logistico ripartisce di prima mattina circa 1000 ordinazioni tra i 50 autisti del gruppo. I quali percorrono in lungo e in largo l'intera Svizzera romanda, da Verbier a 2000 metri di altezza al centro storico di Ginevra.
I clienti non ricevono la merce tutti alla stessa ora: il fornaio vuole la consegna alle 5, la clinica alle 6, l'hotel alle 7, il ristorante alle 9. Chi lo desidera può ricevere la frutta e la verdura già pelate e tagliate. Questo capolavoro di logistica non è solo frutto di un buon lavoro tecnico. A realizzarlo sono soprattutto i collaboratori di lunga data, che conoscono bene il mestiere, i clienti e i percorsi. Ci vogliono anni per instaurare rapporti di questo genere, come quello con i cuochi gourmet che sfornano in continuazione nuove idee. «Gli chef ci pongono ogni giorno una nuova sfida», sorride Lizzola. Ma per lui questa è anche fonte di ispirazione. Gli piacciono le sfide ed è sempre alla ricerca di nuovi trend e prodotti sconosciuti.

I prodotti

Ove possibile, Léguriviera Groupe acquista frutta e verdura da produttori svizzeri. Si serve inoltre presso fornitori in Italia e Francia. Lizzola spiega: «Con i produttori svizzeri, italiani e francesi riusciamo già a offrire una gamma di prodotti straordinariamente ampia e diversificata». I prodotti esotici provengono perlopiù dall'Africa, dall’America del Sud e dall’Asia. Laboratori indipendenti controllano la merce. A ciò si aggiungono le certificazioni, un capitolato d’oneri per i produttori e visite regolari. Pochissimo finisce nel compost: se frutta e verdura sono troppo mature, chiediamo ai clienti se possono farne uso o se ne hanno bisogno. Le mele molto mature possono ad esempio servire al pasticcere per una torta di mele, oppure le fragole troppo mature sono la materia prima ideale per confezionare marmellate fatte in casa in un hotel da offrire agli ospiti. I prodotti vengono dati anche ai collaboratori o a organizzazioni come la Tavola Svizzera, Terres Des Hommes e tramite l'applicazione «Too good to go».

Verso il futuro con ottimismo

Il fatto che la sostenibilità sia un tema di grande rilevanza e che fra la popolazione si stia verificando un cambio di mentalità induce Lizzola a essere ottimista. «La giovane generazione mostra un sincero interesse e vuole sapere che cosa ha nel piatto». Per il futuro Lizzola auspica che al momento dell'acquisto si pensi meno agli sconti e si dia invece più importanza al duro lavoro dei frutticoltori e degli agricoltori.

I vostri obiettivi sono anche i nostri

Contattateci This link target opens in a new window