Market trends Malcontento sociale – Mondo multipolare

Malcontento sociale – Mondo multipolare

Marzo 2019

La frustrazione della classe media occidentale e le idee populiste che alimenta continuano a essere al centro dell’attenzione. In Francia, per esempio, i gilet gialli protestano ancora. Nel Regno Unito, l’esito della Brexit resta ampiamente incerto, e nell’Unione Europea i sondaggi di opinione indicano che i partiti euroscettici potrebbero guadagnare dei seggi in occasione delle elezioni per il rinnovo del Parlamento europeo del maggio 2019.

Maggiori dispute commerciali

L’incremento del numero di dispute commerciali globali è un altro esempio tipico. Secondo l’Organizzazione mondiale del commercio, sono state introdotte 137 nuove misure che limitano i commerci tra l’ottobre 2017 e il 2018, che hanno interessato USD 588.3 mia. di scambi. Si tratta di un incremento di sette volte rispetto al periodo corrispondente di un anno fa.

Incremento del numero di misure restrittive per gli scambi

Fonte: Segretariato OMC, Credit Suisse

Dazi sulle auto: una nuova minaccia

Tuttavia, sul fronte commerciale, sembra che le negoziazioni tra USA e Cina stiano facendo dei progressi. A fine febbraio, il presidente Trump ha posticipato un ulteriore incremento dei dazi grazie ai sostanziali progressi compiuti relativamente a tematiche quali protezione della proprietà intellettuale, agricoltura e valute. Tuttavia un accordo definitivo dev’essere ancora raggiunto. Nel contempo, il rischio che gli USA possano imporre dei dazi sulle automobili è cresciuto, dopo che il Dipartimento del commercio statunitense ha portato a termine un’inchiesta sugli effetti delle importazioni di automobili e pezzi di ricambi sulla sicurezza nazionale. Dovendo fare i conti con la minaccia di tali dazi, la Commissione europea ha affermato che avrebbe risposto ai dazi con misure di rappresaglia, per esempio riducendo le importazioni di semi di soia.

Azioni nel comparto al consumo dei ME, campioni nazionali come beneficiari

L’incertezza relativa alle misure di mercantilismo soft come i dazi resta un fattore negativo per le aziende. Di fatto, le società hanno sottolineato questa incertezza quando hanno pubblicato i risultati annuali nelle ultime settimane. Sebbene i progressi delle negoziazioni commerciali tra USA e Cina costituiscano un catalizzatore positivo per le azioni, in particolare per quelle del comparto al consumo dei mercati emergenti, continuiamo a prediligere i campioni nazionali e brand fondamentalmente solidi – aziende strategiche che hanno un forte rapporto coi governi e/o solidi brand globali – essendo ben posizionati per conseguire una robusta crescita anche in un quadro di misure commerciali.

Come possiamo aiutarvi

Modulo di contatto
Per maggiori informazioni chiamate il numero 800 505 515.