Navigazione

Informazioni generali

Portafogli per il 2016, riduzione del rischio e ricerca di fonti alternative

Investment Monthly - Riduzione del rischio e ricerca di fonti alternative

Il 2016 è iniziato all’insegna di una volatilità accentuata sui mercati, con consistenti flessioni sui mercati globali azionari e delle commodity e un ampliamento degli spread creditizi nel reddito fisso. Il contesto si è quindi ulteriormente complicato rispetto a come aveva chiuso il 2015. A tale proposito può essere utile conoscere i cambiamenti che Credit Suisse ha apportato alle proprie Asset Allocation Strategiche (SAA). Nell’articolo “Asset Allocation Strategiche 2016” Georg Stillhart, Head Global Strategic Asset Allocation Advisory, rivela che:

  • Stiamo leggermente aumentando l’allocazione azionaria per gli investitori con profili di rischio intermedi e riducendo l’allocazione verso il settore immobiliare che risente di una sensibilità relativamente elevata ai tassi d’interesse nel breve termine.
  • Stiamo rimuovendo l’esposizione verso il settore immobiliare e riducendo quella verso le commodity nei nostri profili a reddito fisso, procedendo a una riallocazione verso le obbligazioni convertibili e indicizzate all’inflazione.
  • La copertura valutaria è costosa e pertanto procediamo a una copertura delle esposizioni in valuta solo nel reddito fisso, nel comparto immobiliare e negli hedge fund.

In tutti i casi, com’è spiegato nell’articolo “Non è (ancora) il momento per incrementare il rischio azionario”, meglio aspettare prima di passare ad un sovrappeso nell’equity:

  • Le azioni globali hanno evidenziato il peggior avvio anno di sempre, pertanto si raccomanda di restare neutrali in attesa di catalizzatori per un rimbalzo.
  • Siamo diventati neutrali sul reddito fisso poiché l’inflazione ridotta limita il movimento al rialzo dei rendimenti.

La raccomandazione è quindi quella di puntare sulle asset class e le strategie alternative, anche nell’ambito del reddito fisso. A questo proposito Michael Schmid, nell’articolo “Generare rendimenti attraverso fonti alternative di reddito fisso” specifica:

  • In un clima in cui i tassi di interesse sono ai minimi storici o addirittura negativi,  gli investitori devono guardare oltre ai tradizionali strumenti a reddito fisso per soddisfare le loro esigenze di rendimento.
  • Le strategie di rendimento assoluto long/short rappresentano una di queste opzioni. Esse possono offrire un potenziale di rendimento superiore con profili di rischio analoghi alle strategie tradizionali a reddito fisso.

Sempre in tema di investimenti alternativi, abbiamo lanciato in data 1 febbraio in Italia il fondo di diritto lussemburghese UCITS IV Credit Suisse (Lux) Multi-Advisor Equity Alpha Fund. Il fondo mostra un approccio innovativo di tipo “best ideas” per l’investimento azionario long/short in grado di combinare le migliori idee liquide di investimento dei principali gestori per questo tipo di strategie in un unico veicolo di investimento.

Infine, un’altra idea di investimento alternativo è quella descritta nell’articolo “Cogliere le opportunità sui mercati immobiliari dell’Asia-Pacifico”, a cura di Philippe Kaufmann

Global Real Estate Research, il fondo specializzato sui titoli e sugli investimenti immobiliari in tutte le aree del mondo che:

  • permette di sfruttare i diversi cicli economici e le divergenze nelle politiche monetarie delle diverse aree geografiche e valutarie
  • offre una fonte di reddito alternativa e complementare a quella delle obbligazioni e dei dividendi azionari.

Scarica il documento in Italiano

Più in questa edizione:

Contenuto secondario

Contatto