Soluzioni d'investimento Balanced Solution

Balanced Solution

L’aderenza ai criteri della sostenibilità è una delle condizioni che gli investitori possono richiedere per i propri portafogli. Nella maggior parte dei casi gli investitori seguono anche altri criteri. Come esempio citiamo le diverse composizioni dei portafogli per tipo di strumenti finanziari, profilo di rischio, settori da escludere, aree geografiche da preferire o altri criteri.

La strategia più adatta per tenere conto dei criteri ESG, o come parametro principale o come elemento aggiuntivo, è quella che segue un approccio bilanciato.

Molti investitori considerano il rispetto dei criteri ESG come un fattore positivo di per sé. Questa preferenza può essere dovuta a motivazioni intrinseche dei singoli investitori, ad esempio pagare un supplemento di prezzo per acquistare un prodotto organico in un supermercato. Inoltre molti investitori istituzionali sono già abituati a restrizioni legate all’investimento responsabile, o perché stabilite nello statuto o perché richieste dai vari portatori di interessi.

Un approccio bilanciato ai criteri ESG: una combinazione vincente

Quando si deve costruire e modificare costantemente un portafoglio ampiamente diversificato, l’obiettivo è una soluzione bilanciata che tenga conto delle preferenze degli investitori, del rapporto ottimale tra rischio e rendimento e dell’andamento del mercato. È un contesto ideale per concretizzare una metodologia focalizzata sui criteri ESG e che si discosti solo marginalmente dalle procedure d’investimento già collaudate e sperimentate. Così facendo si possono proporre agli investitori portafogli sostenibili senza pregiudicare significativamente i rendimenti rispetto ai portafogli gestiti tradizionalmente, anzi a volte riuscendo a ottenere perfino degli extra rendimenti.

Elementi / componenti di un approccio olistico ai criteri ESG

Un approccio olistico esige molto più del semplice ricorso al diffuso criterio di esclusione. È importante includere nel processo d’investimento anche dei criteri di selezione positiva. L’esercizio dei diritti di voto nell’ambito di una proprietà attiva e una rendicontazione incentrata sui criteri ESG sono altri elementi fondamentali di un’impostazione olistica.

Fonte: Credit Suisse AG