News and Insights

Strategie correlate ad assicurazioni – indipendenti per natura

Per quanto riguarda il loro livello di attrattiva per gli investitori, le ILS stanno diventando sempre più popolari grazie alla loro limitata correlazione con le altre classi di attivi e al loro interessante potenziale di rendimento, soprattutto nell’attuale scenario di tassi d’interesse bassi.

Le strategie correlate ad assicurazioni (insurance-linked strategies o ILS) sono un’innovativa classe di asset di nicchia che permette agli investitori di rivestire il ruolo di una società di riassicurazione. Le ILS forniscono capitali al settore delle riassicurazioni mediante il trasferimento del rischio di calamità naturali ed eventi catastrofici antropici molto gravi ma poco probabili dalle società di assicurazione e riassicurazione al mercato dei capitali. In cambio dell’assunzione del rischio di catastrofe, a chi fornisce capitali viene riconosciuto un premio al rischio.

Pur essendo molto legate al settore delle riassicurazioni, le ILS sono oggi ancora considerate una classe di attivi giovane e innovativa, in contrasto alla tradizionale attività di riassicurazione. Storicamente, le ILS presero corpo come classe di attivi a metà degli anni ’90 in conseguenza di importanti catastrofi naturali negli Stati Uniti: l’uragano Andrew e il terremoto a Northridge, California. I massicci danni assicurati provocati da questi eventi esposero il patrimonio sottostante delle società di assicurazione e riassicurazione a buchi notevoli, sollevando la questione dell’adeguata patrimonializzazione del settore. Divenne evidente la necessità di una nuova fonte di capitali dotata di una maggiore capacità di assorbire grandi perdite. Grazie alle sue dimensioni e alla sua profondità, questo compito fu svolto dal mercato dei capitali.

Quindi, i primi titoli con termini e condizioni standardizzati, noti come catastrophe bond (cat bond), furono emessi nel 1994 e trasferirono un insieme specifico di rischi da uno sponsor agli investitori. Da allora, il mercato dei cat bond, con l’esclusione dei cat bond privati e vita, è cresciuto ad un livello di circa USD 22,0 mia, con 118 obbligazioni ancora in circolazione al 30 marzo 2016.

Una strategia d’investimento realmente alternativa

In termini di trasferimento del rischio, gli investimenti ILS possono essere strutturati come cat bond o come operazioni ILS private negoziate direttamente con controparti assicurative o riassicurative, noti come riassicurazione collateralizzata. Stimiamo che il mercato della riassicurazione collateralizzata per le catastrofi naturali e antropiche abbia una dimensione di circa USD 400 mia. e quindi sia molto più profondo e abbia da offrire più opportunità del mercato dei Cat bond.

Per quanto riguarda il loro livello di attrattiva per gli investitori, le ILS stanno diventando sempre più popolari grazie alla loro limitata correlazione con le altre classi di attivi e al loro interessante potenziale di rendimento, soprattutto nell’attuale scenario di tassi d’interesse bassi. La scarsa correlazione deriva dal fatto che il rendimento di un portafoglio ILS dipende solamente dal verificarsi o meno di eventi catastrofici quali uragani, alluvioni, incendi o catastrofi di natura antropica, come gli incidenti aerei o i disastri marittimi. Le ILS quindi restano largamente indipendenti dagli eventi del mercato finanziario, anche in periodi di tensioni sui mercati: una caratteristica indubbiamente auspicabile per un investimento, che è alla base del notevole afflusso di fondi verso questa classe di attivi negli ultimi anni. Rileviamo che un numero crescente di investitori sta apprezzando questo elemento e riconosce che le ILS sono una strategia d’investimento realmente alternativa. Chi decide di investire nelle ILS per la fonte non correlata dei suoi rendimenti ha generalmente un orizzonte d’investimento di più lungo termine rispetto a chi investe, ad esempio, in reazione a tassi d’interesse bassi. Il primo trimestre del 2016 ha dimostrato quanto possono essere difficili, volatili e fortemente correlati i mercati finanziari globali. Prevediamo che nel 2016 e 2017 nuovi investitori punteranno sulle ILS, e per i motivi giusti.

Potenziale di rendimento interessante, nonostante margini più bassi

Naturalmente, i massicci afflussi hanno un rovescio della medaglia. I rendimenti, soprattutto nel mercato dei cat bond, sono meno attraenti di prima. Il settore sta quindi attraversando una fase cosiddetta di «soft market». Il mercato delle ILS ha subito una notevole riduzione dei margini tra il 2011 e il 2014 seguita da una fase di margini stabili dalla fine del 2014 fino al primo trimestre 2016. Sembra che gli investitori in cat bond siano disciplinati e non investano sotto a un certo margine minimo rispetto alla perdita attesa. Sarà molto interessante capire se i riassicuratori seguiranno l’esempio degli investitori ILS e, non solo rallentino la compressione dei margini, ma la blocchino del tutto. Se ciò accadrà, sarà il segnale che il mercato ha realizzato una reale convergenza e non ricadrà più nei vecchi schemi della riassicurazione. A prescindere dall’esito, in un mondo di tassi d’interesse zero o persino negativi, le ILS resteranno una opportunità d’investimento interessante.

Per ulteriori informazioni (factsheet correnti sui fondi, commenti sulle performance o trimestrali), cliccare qui