La nuova arma segreta
News and Insights

La nuova arma segreta

Le forze strutturali che stanno determinando il cambiamento offrono opportunità d’investimento inedite. Visto il contesto dinamico mondiale, queste opportunità non sono affatto facili da individuare. Credit Suisse Asset Management ha quindi definito quattro driver del cambiamento e sviluppato dei fondi tematici che investono in: robotica, protezione e sicurezza, digital health e infrastrutture. Per selezionare i singoli titoli viene utilizzato un rigoroso approccio di best practice così come illustrato nel seguente case study.1

“Siamo tutti malati” afferma Simba Gill, Presidente, Amministratore Delegato e membro del Consiglio di Amministrazione di Evelo Biosciences Inc. dal 2015, data in cui è stata fondata la società. La medicina moderna ha avuto importanti effetti positivi sul trattamento di molte malattie. “Se avete più di 50 anni, esiste perlomeno il 50% di possibilità che stiate assumendo un farmaco, probabilmente per il trattamento del diabete, per un’affezione cardiaca o per problemi di pressione”. Tuttavia, questi trattamenti sono limitati da una somministrazione poco funzionale, da effetti collaterali significativi e da costi elevati. In pratica, ciò significa che oggi curiamo i pazienti solo nelle fasi più avanzate della malattia. Simba Gill e il suo team alla Evelo hanno fatto una scoperta in campo biologico che potrebbe migliorare in maniera sensazionale l’assistenza medica perché in grado di curare chiunque nelle primissime fasi della malattia, addirittura dal primo giorno della sua manifestazione.

Il nostro obiettivo è quello di creare e sviluppare una nuova classe di terapie che abbiano il potenziale di trasformare il trattamento di un’ampia gamma di patologie focalizzandosi sul network sistemico del tratto gastrointestinale.

Simba Gill, President and CEO of Evelo

Evelo, che ha sede a Cambridge, MA, è una società di biotecnologie della fase clinica che sviluppa terapie basate sul microbiota monoclonale per agire proprio sul network sistemico del tratto gastrointestinale. A chi si sottopone al prodotto di Evelo vengono somministrati per via orale singoli ceppi di microbi selezionati in base a determinate proprietà farmacologiche che hanno il compito di modulare l’immunologia sistemica e la biologia coinvolgendo le cellule sensoriali immuni nell’intestino tenue che collegano quest’ultimo al resto dell’organismo. Evelo ritiene che le terapie basate sul microbiota monoclonale abbiano il potenziale per essere applicate ad un’ampia gamma di patologie comprese l’infiammazione, il cancro e le malattie autoimmuni.

Affrontare tutte le fasi della malattia

I prodotti di Evelo in attesa di approvazione hanno il potenziale per intervenire in tutte le fasi della malattia. Si prevede che le terapie basate sul microbiota monoclonale saranno ampiamente disponibili per il trattamento di tutte le fasi di gran parte delle principali malattie croniche e del cancro, a differenza di quanto accade oggi, dove le medicine biotech di solito rappresentano un lusso per le malattie all’ultimo stadio.

Simba Gill ha dichiarato: “Le nostre terapie prendono spunto dalla crescente consapevolezza del ruolo centrale dell’intestino tenue nella modulare l’attività immunitaria dell’organismo e del ruolo fondamentale svolto dai microbi in qualità di modulatori chiave nel network sistemico del tratto gastrointestinale.”

Le tre fasi del processo microbio monoclonale

Fonte: Evelo Biosciences, Inc., 2019

La strategia di Evelo si prefigge:

  • di sfruttare l’intero potenziale del network sistemico del tratto gastrointestinale per creare una gamma ampia e diversificata di prodotti;
  • di sviluppare terapie best-in-class per migliorare gli esiti nelle diverse fasi della malattia;
  • di generare letture precoci degli esiti clinici con una validazione mediante biomarcatori per promuovere in modo efficiente i nostri prodotti in attesa di approvazione;
  • di industrializzare il microbiota monoclonale così da promuovere e ampliare la piattaforma.

Piattaforma integrata

Evelo ha sviluppato una piattaforma integrata progettata per individuare ceppi di microbi capaci di modulare il sistema immunitario. Lo sviluppo del processo e le capacità di formulazione della piattaforma fanno sì che i microbi selezionati diventino potenziali prodotti clinici. Le terapie basate sul microbiota monoclonale sono potenzialmente più efficaci delle altre modalità terapeutiche, incluse le terapie cellulari, gli anticorpi monoclonali e le piccole molecole, perché questi nuovi farmaci non richiedono la lunga validazione del target e l’ottimizzazione del prodotto tipici della scoperta di un farmaco convenzionale. L’efficienza della piattaforma ha consentito ad Evelo – in un periodo di tempo relativamente breve – di sviluppare tre prodotti utilizzabili per una serie di patologie infiammatorie e di neoplasie.

Attualmente Evelo ha tre prodotti in attesa di approvazione, EDP1066 ed EDP1815 per il trattamento delle patologie infiammatorie ed EDP1503 per il trattamento delle neoplasie, per cui sono attesi gli esiti clinici tra il 2019 e il 2020. Evelo sta anche portando avanti altri potenziali farmaci per mezzo dello sviluppo preclinico in altre aree, tra cui quelle delle malattie metaboliche e neuro-infiammatorie.

Scope – Rivista

Registrati