Imprese Articoli Recenti

Articoli Recenti

Opzioni di filtro

Visualizzazione di 1- 10 di 331 articoli
Filtro:
  1. Cultura di appartenenza

    Cultura di appartenenza

    Nata in una delle isole più remote al mondo, è partita e ha fatto fortuna. Poi Zita Cobb è tornata e ha trasformato l'isola di Fogo in un progetto artistico di carattere sociale e sostenibile.

  2. "Blue economy": un futuro sostenibile per gli oceani

    "Blue economy": un futuro sostenibile per gli oceani

    A colloquio con Fabian Huwyler, responsabile di Green Solutions, Impact Advisory and Finance (IAF), che ci parla delle opportunità d'investimento nella salute degli oceani e dei vantaggi per tutti noi.

  3. Che cosa aveva capito Keynes sul mondo moderno?

    Che cosa aveva capito Keynes sul mondo moderno?

    John Maynard Keynes è considerato uno dei più grandi visionari della storia: per decenni le sue teorie hanno plasmato la politica economica. E il suo biografo, lo storico Robert Skidelsky, è addirittura convinto che la Seconda guerra mondiale si sarebbe magari potuta evitare se si fosse dato ascolto a Keynes. Che importanza rivestono le sue idee nell'economia moderna? Più di quanta si pensi.

  4. Francis Fukuyama e il ritorno al passato

    Francis Fukuyama e il ritorno al passato

    L'autore del saggio «La fine della storia e l'ultimo uomo» ha dovuto ritornare sui suoi passi: Francis Fukuyama vede profilarsi tempi duri. Il populismo minaccia le istituzioni politiche e l'economia mondiale ne risentirà. In una nuova era per la democrazia e la macroeconomia, ci sono speranze per il futuro?

  5. Annual Reporting Suite 2017

    Annual Reporting Suite 2017

    Il 23 marzo Credit Suisse ha pubblicato l'Annual Reporting Suite. L'edizione dell'Annual Reporting Suite di quest'anno offre una prospettiva di ampio respiro sul ventaglio di attività del 2017, promuovendo un franco dialogo con i nostri clienti, investitori e stakeholder.

  6. Retail Outlook 2018: il commercio al dettaglio non tiene il passo con la congiuntura

    Retail Outlook 2018: il commercio al dettaglio non tiene il passo con la congiuntura

    Nel 2017 il calo del fatturato nel commercio al dettaglio svizzero ha subito una battuta d'arresto. Per il 2018 gli economisti di Credit Suisse si attendono un leggero incremento del fatturato. La crescita del commercio online e il turismo degli acquisti rimangono sfide importanti.

  7. Michael Strobaek: «La gente si ribellerà come durante la Rivoluzione francese»

    Michael Strobaek: «La gente si ribellerà come durante la Rivoluzione francese»

    Viviamo sempre più a lungo e questo sta cambiando radicalmente l'economia e la società. Abbiamo discusso dei pro e dei contro dell'evoluzione demografica con Michael Strobaek, Global Chief Investment Officer of Credit Suisse.

  8. Ricchezza mondiale: 341 mila miliardi di dollari entro il 2022

    Ricchezza mondiale: 341 mila miliardi di dollari entro il 2022

    Secondo il Credit Suisse Research Institute nel mondo verrà generato un patrimonio di 60 mila miliardi di dollari nei prossimi cinque anni. Il ritmo complessivo di produzione di ricchezza sarà relativamente contenuto. Non sorprende che i mercati emergenti avanzeranno in modo più dinamico rispetto ai paesi sviluppati. Per quanto riguarda i segmenti di ricchezza, entro il 2022 quasi un quarto della popolazione mondiale farà parte del ceto medio.

  9. Claude. Landscape with Hagar and the Angel, 1646. Presented by Beaumont, 1828. © The National Gallery, London.

    Mecenatismo: il "beau geste" di Beaumont

    Contribuire al bene comune costituisce da sempre una priorità per Credit Suisse. Stesso dicasi per Sir George Beaumont, mecenate e filantropo, che ebbe un ruolo decisivo nella fondazione della National Gallery. Per saperne di più su Beaumont e sugli esordi della National Gallery di Londra, partner di lunga data della banca vi invitiamo a leggere questo articolo.

  10. Lo spiccato orgoglio nazionale del popolo svizzero

    Lo spiccato orgoglio nazionale del popolo svizzero

    Grande consenso per i trattati bilaterali, ma esiste un'alternativa capace di raccogliere la maggioranza, se si considerano la prima e la seconda priorità. La reputazione all'estero della Svizzera è migliorata, ai politici si chiede maggiore moderazione.