Omega European Masters – Credit Suisse Gold Pro-Am 2017
News & Stories

Omega European Masters – Credit Suisse Gold Pro-Am 2017

Dal 1984 Credit Suisse è un partner importante dell'Omega European Masters. Nell'intervista Thomas Gottstein, CEO di Credit Suisse (Svizzera) SA, parla di questo impegno pluriennale e dei possibili favoriti del torneo.

Signor Gottstein, l'impegno di Credit Suisse nell'Omega European Masters è iniziato nel 1984. Dal 1987, quindi da trent'anni, è lo sponsor principale del torneo.

Siamo orgogliosi di questa lunga partnership. È la dimostrazione del nostro profondo legame con lo sport del golf e con Crans-Montana, ma anche del nostro radicamento nel mercato nazionale svizzero e della nostra convinzione che un successo a lungo termine sia basato su partnership pluriennali e improntate alla fiducia.

Nel 1987 ha vinto lo svedese Anders Forsbrand. Se lo ricorda?

Naturalmente. È stato uno dei migliori giocatori della mia generazione. Uno sportivo fantastico, che in quell'occasione, se ben ricordo, vinse il suo primissimo torneo da professionista, gettando così le basi per una carriera grandiosa.

Quell'anno ha partecipato anche lei ed è stato uno dei migliori dilettanti svizzeri. Ha dei bei ricordi?

Onestamente non riesco più a ricordarmelo esattamente. Ma a quanto pare ho giocato due par 73. Un risultato decoroso, ma ben lontano dal par 65 con cui nel 1984 ho ottenuto un piazzamento da record tra i dilettanti al torneo Mémorial Olivier Barras. I due par 73 non sono bastati neppure per il cut, perché già all'epoca si trattava di un torneo di alto livello con tanti partecipanti molto forti.

Anche quest'anno il Credit Suisse Gold Pro-Am vanta tra i suoi partecipanti giocatori professionisti straordinari come Alexander Norén, Matthew Fitzpatrick e Tommy Fleetwood.

Proprio così. E sono solo alcuni tra tanti. Giocare su un circuito con loro è sempre affascinante e istruttivo. L'anno scorso ero in flight con Danny Willett, il vincitore dell'US Masters 2016: è stata un'esperienza straordinaria. Non vedo l’ora di sapere con chi avrò il piacere di giocare questa volta.

A proposito di vincitori: il campione in carica Alex Norén quest'anno riuscirà a vincere il terzo titolo a Crans?

Senz'altro è possibile. Anche quest'anno gioca straordinariamente bene e ha vinto il BMW PGA Championship. Però si sa che nel golf non è come nel tennis, dove quasi sempre vince uno dei giocatori meglio posizionati in classifica. Forse il titolo lo vincerà una delle «leggende». Per esempio, Lee Westwood. Partecipa per la 14a volta e qui ha già conquistato una vittoria nel 1999. Sarebbe una di quelle belle storie per cui amiamo tanto lo sport del golf.