Anche in Germania la pasta della mamma è la migliore

Per il suo brillante ingresso su un mercato saturo come quello dei generi alimentari in Germania, al Forum del commercio estero di Switzerland Global Enterprise l'azienda PPura di Dulliken si è aggiudicata l'Export Award 2015 per la categoria "Step-in".

I cugini Cemal Cattaneo e Maurizio Floccari avevano entrambi una carriera avviata, il primo in una grande azienda, il secondo come sommelier. Ma nel 2009 questi buongustai italiani hanno deciso di abbandonare tutto per fondare la loro impresa perché non trovavano una pasta e un pesto che fosseroneppure lontanamente paragonabili all'arte culinaria delle rispettive madri. Inizialmente la possibilità di guadagnare molto grazie alle loro specialità gastronomiche bio rivestiva un'importanza secondaria. È come se avessero avuto una missione culinaria da compiere: consentire al resto del mondo di condividere gli ottimi prodotti preparati dalle loro genitrici. "Passione e Perfezione" è lo slogan ripreso anche nella denominazione sociale dell'azienda che richiama i tratti del carattere dei due giovani imprenditori. Cemal Cattaneo è un grande appassionato di cucina, mentre Maurizio Floccari è un inguaribile perfezionista.

Diciotto mesi per mettere a punto un prodotto

Passione e perfezionismo sono due doti indispensabili per produrre le varietà più disparate di pasta e di pesto o di olio d'oliva. A detta dei due imprenditori, l'idea era di investire tutto il tempo necessario, a costo di prevedere diciotto mesi per lo sviluppo del prodotto. Ma l'ultima parola per immetterlo sul mercato spettava comunque alle loro madri, alla cui cucina casalinga, oltre che alle ricette della tradizione italiana, si ispirano i prodotti di PPura.

Cemal Cattaneo, Maurizio Floccari

Prodotti bio direttamente dalla Puglia

Ma che cosa rende così particolari la pasta e il pesto di PPura? "Il segreto della cucina italiana è rendere particolari piatti semplici utilizzando gli ingredienti migliori," spiega Maurizio Floccari. "È interessante notare che, da questo punto di vista, la nostra cucina ha molte più affinità con quella giapponese che con quella francese. Per me è un'esperienza gastronomica straordinaria e sempre nuova trovare, alla fine di una lunga ricerca, gli ingredienti ideali." Quindi, ad esempio, hanno girato l'Italia in lungo e in largo prima di individuare in Puglia il grano duro migliore per la loro pasta, dove, come vuole la tradizione, viene lavorata a mano. "Basta annusare a occhi chiusi la nostra pasta per vedere i campi di grano della Puglia" afferma Floccari. E anche il sapore è perfetto, così come la consistenza e il profumo.

Cemal Cattaneo: "Non scenderemmo mai a compromessi sugli ingredienti per ragioni di costo e non cercheremmo mai alternative più economiche. Inoltre, in linea di principio rinunciamo ai sapori artificiali o agli aromi e agli additivi utilizzati per esaltare il gusto". Il marchio biologico è importante per entrambi e, grazie alla qualità, è possibile vendere i prodotti a un prezzo più elevato.

La garanzia di qualità? La mamma

Per garantire la qualità dei prodotti non servono studi scientifici, bensì il riferimento lapidario alle madri: "Vi promettiamo che da noi troverete solo prodotti che le nostre madri – a nostro avviso le migliori cuoche del mondo, ma anche le più critiche – giudicano all'altezza delle loro ricette. In caso contrario ci tirano le orecchie."

Distribuzione dalla Svizzera

È un messaggio così semplice, onesto e raffinato sul piano del marketing, oltre a essere un ottimo biglietto da visita per la centrale di distribuzione di Dulliken, nel Cantone Soletta. Il tono confidenziale con cui ci si rivolge al consumatore contribuisce a creare la sensazione di una grande famiglia e il controllo della qualità affidato alla mamma richiama alla mente del cliente il rapporto con la propria madre. Ciò vale anche per l'importante mercato tedesco dell'export, con i suoi circa 3000 negozi bio e i 50'000 punti vendita sparsi su tutto il territorio. Per il suo ingresso sul mercato PPura si è avvantaggiata, da un lato, della grande affinità dei tedeschi con la cucina italiana e, dall'altro, del fatto che anche in Germania il marchio di qualità e l'identificazione con "i manicaretti della mamma" funzionano. E così il fatto che in Germania sia stato assegnato loro addirittura il marchio biologico dell'anno a PPura è apparso la logica conseguenza di questo percorso.

Collaborazione con organizzazioni caritatevoli

Un'altra caratteristica di PPpura è la collaborazione con organizzazioni caritatevoli come Food Watch o, in Svizzera, Slow Food. Secondo il motto "agisci bene e fallo sapere", sul sito si viene accolti da un messaggio che è impossibile non vedere: per ogni porzione per adulti venduta in Germania PPura ne dona una per bambini alla Bundesverband Deutsche Tafel e dal mese di novembre 2014 ne ha già totalizzate 40'647. La volta successiva, quando si consulta la home page o anche Facebook, il numero è ulteriormente aumentato. È un incentivo all'acquisto, ma funziona solo perché i prodotti superano brillantemente il test delle famiglie.