Kickstart Accelerator: una partnership strategica per dare slancio all'innovazione
Articoli Recenti

Kickstart Accelerator: una partnership strategica per dare slancio all'innovazione

Kickstart Accelerator offre a Credit Suisse l'opportunità ideale per accedere al mondo innovativo delle startup Fintech.

Thomas Gottstein, CEO di Credit Suisse (Svizzera) SA (quinto da sinistra) e Anke Bridge, responsabile del settore Digital Solutions & Delivery di Credit Suisse (Svizzera) SA (seconda fila, terza da destra) hanno raggiunto le startup di Kickstart Accelerator nello spazio EWZ Selnau Kraftwerk, un'officina creativa dedicata alle start-up, per un «CEO-meets-founder dinner».

L'innovazione è una necessità strategica per tutte le banche. Su questo non vi è alcun dubbio. Dato il ruolo di Credit Suisse come istituto leader nel campo dell'innovazione, prendiamo parte in tutto il mondo a diverse iniziative incentrate su questo tema. In Svizzera la banca collabora attivamente con digitalswitzerland, una piattaforma che riunisce grandi società nazionali e internazionali con un obiettivo comune: promuovere la Svizzera come hub digitale del futuro. digitalswitzerland conduce un programma di 11 settimane, da settembre a novembre 2017, chiamato «Kickstart Accelerator», che si occupa di coltivare le idee delle startup grazie alla collaborazione e all'attenta guida di grandi società svizzere. Credit Suisse è uno degli sponsor principali del programma e, come tale, è coinvolto a tutto campo nell'ambito Fintech.

Le startup che partecipano a Kickstart Accelerator beneficiano del posizionamento settoriale di Credit Suisse e della sua competenza in ambito finanziario. La banca, dal canto suo, fornisce una piattaforma che consente di entrare in contatto con potenziali clienti e investitori. Il team Digital Solutions & Delivery lavora a stretto contatto con le startup affiancandole nel sondare nuove opportunità, con l'obiettivo di plasmarle in modo da rispondere alle necessità del mercato oppure da avviare una potenziale collaborazione o partnership.

Credit Suisse, a sua volta, gode dell'opportunità unica di conoscere moltissime innovazioni tecnologiche. Lo scopo ultimo della banca è infatti individuare le tecnologie più innovative per offrire ai propri clienti una migliore esperienza bancaria.

Le dieci startup che partecipano quest'anno al Fintech Vertical di Kickstart Accelerator sono attive in settori estremamente rilevanti per Credit Suisse, ad esempio l'ambito blockchain/distributed ledger/smart contract, come pure dati di mercato, real-estate tech, ecc. Nel periodo in cui le startup partecipano al programma, Credit Suisse offre il suo bagaglio di competenze e il contatto con comparti aziendali selezionati, che valuteranno le offerte tecnologiche fornendo le proprie conoscenze e linee guida. In questo modo, la banca potrà godere dell'opportunità di individuare possibili collaborazioni con le startup una volta assodata la fattibilità delle loro idee.

Credit Suisse dispone di una gamma molto ampia di prodotti bancari che coprono l'intera catena di creazione del valore e che sono frutto di oltre un secolo di esperienza nel settore.

Anke Bridge, responsabile del settore Digital Solutions & Delivery, Credit Suisse (Svizzera) SA

«Come banca abbiamo molto da imparare dalle startup, e viceversa. Le startup spesso riescono a intercettare in modo molto preciso le necessità dei clienti e a soddisfarle con soluzioni specifiche, perché si concentrano sull'esplorazione di segmenti specifici della catena di creazione del valore. In qualità di banca, dobbiamo imparare come offrire soluzioni maggiormente focalizzate sui clienti. D'altro canto, Credit Suisse dispone di una gamma molto ampia di prodotti bancari che coprono l'intera catena di creazione del valore e che sono frutto di oltre un secolo di esperienza nel settore. Questa partnership, pertanto, è un vantaggio per tutti.» Così si esprime Anke Bridge, responsabile del settore Digital Solutions & Delivery, Credit Suisse (Svizzera) SA.

Sfruttare la blockchain con Blocko

«In Corea abbiamo portato avanti parecchi impegni e progetti con grandi aziende. Le società svizzere tendono a essere più aperte alle idee innovative e più propense a collaborare con startup,» afferma Alison Shim, responsabile di Strategy.

Team Blocko at the Kickstart Accelerator working space in Zurich.

Blocko è una startup sudcoreana che si occupa di fornire alle imprese soluzioni B2B. La startup aiuta a migliorare l'efficienza e la sicurezza dei processi. Una delle soluzioni offerte riguarda la gestione e l'autenticazione delle identità. Il settore della finanza può trarre vantaggio dai suoi prodotti grazie ai metodi di autenticazione estremamente sicuri e facili da usare. Oggi la soluzione offerta da Blocko è già adottata dalle più grandi banche sudcoreane e dalla borsa valori. La startup si è conquistata una solida posizione nel settore bancario coreano raggiungendo una quota di mercato pari al 78% e ora mira ad espandere le proprie attività anche in Europa.

«Kickstart Accelerator rappresenta un'eccellente piattaforma per capire quali sono le necessità delle grandi società internazionali. Conoscerle e poter ascoltare le loro difficoltà è stato incredibilmente utile.»

Migliorare i margini con Adjoint

Havell Rodrigues, co-fondatore e CEO della startup Adjoint, che si occupa di distributed ledger, ritiene che «gli sponsor aziendali di quest'anno siano uno degli aspetti più interessanti dell'Accelerator. »

La piattaforma di Adjoint si basa su un linguaggio di programmazione intelligente che consente agli operatori di borsa e agli esperti di finanza di creare, verificare ed eseguire smart contract con un risultato prevedibile. Può essere usata per strutturare, eseguire ed elaborare transazioni legate a strumenti finanziari complessi come prodotti strutturati, derivati OTC, mutui di cose, ecc. Questo permette alle banche di aumentare il potenziale di ricavo, ridurre i costi operativi e migliorare la gestione del rischio. Adjoint è stata fondata nel 2016 e ha sede a Londra. La società sta valutando la possibilità di creare una base in Svizzera per interagire in modo più diretto con il nostro sistema finanziario.

Team di Adjoint.

«Il nostro obiettivo è aiutare le società a innovare utilizzando tecnologie rivoluzionarie," così Somil Goyal, COO di Adjoint. Supportiamo le banche per individuare in che modo possono migliorare i margini, aumentare il potenziale di ricavo, diminuire i costi e ridurre i rischi. Per contro, gli istituti finanziari hanno una vasta base di clienti, un quadro normativo e un'infrastruttura di cui Adjoint può beneficiare.»

Capire gli obblighi di legge con Libryo

Libryo è un'altra startup che partecipa a Kickstart Accelerator 2017. «I servizi giuridici del settore finanziario devono affrontare tre sfide principali: innanzi tutto, conoscere le leggi applicabili nelle diverse situazioni. Poi, essere costantemente aggiornati sugli emendamenti alle normative esistenti e, infine, poter trovare velocemente le informazioni giuste,» afferma Malcolm Gray, co-fondatore, Chief Financial Officer e Chief Client Officer di Libryo.

Libryo offre un software basato sul cloud che consente a tutti i collaboratori di una società di capire i propri obblighi legali in ogni situazione. La vision della società è semplificare il complesso mondo normativo, rendendo le leggi accessibili a tutti. Grazie a una libreria giuridica elaborata attraverso un sistema di analisi di big data alimentato con apprendimento automatico, Libryo offre alle aziende uno strumento semplice per definire quali vincoli normativi incombono sul personale. Questo strumento può rivelarsi utilissimo per le banche, poiché le aiuta a garantire la compliance interna. Libryo è stata fondata nel Regno Unito e vanta una solida presenza commerciale nel mercato sudafricano.

Per maggiori informazioni sulle altre sette startup che partecipano a Fintech ma non citate in questo articolo, visitate la pagina web di Kickstart Accelerator.