Articoli Recenti

Lavoro, finanze e carriera

Quali settori interessano maggiormente i giovani e cosa reputano importante in relazione a un datore di lavoro? La generazione degli oggi 16-25enni ha le idee chiare in merito a lavoro, finanze e carriera.

A chi ha un figlio tra i 16 e i 25 anni non interessa tanto sapere se i ragazzi usino più gli SMS o WhatsApp (si veda il capitolo Universo digitale), o come la nuova generazione si tenga aggiornata sui temi di attualità (si veda il capitolo Tendenze e media), ma piuttosto si chiede: stanno crescendo nel modo giusto i nostri "bambini"?

Abbiamo posto ai giovani in questa fascia d'età la domanda "Che caratteristiche deve avere un datore di lavoro?" e in modo molto maturo più del 91 per cento ha affermato: "Deve essere un buon capo". Poi abbiamo domandato loro in quale settore vorrebbero trovare un impiego. La risposta più frequente è stata la stessa in tutti i paesi: i media. Questo sorprende vista la scarsa considerazione per TV e giornali (si veda il capitolo Tendenze e media). Probabilmente perché oggi con "media" si intendono anche i "social media" ed è pieno di giovani che vorrebbero diventare star di YouTube. Alle posizioni successive troviamo turismo, formazione, telecomunicazioni, sanità e al 6° posto le banche. In fondo alla lista si trovano le assicurazioni (posizione 14) e l'edilizia (posizione 15).

È sconcertante che gran parte degli intervistati di tutti i paesi abbia riscontrato che le donne sono svantaggiate nel mondo del lavoro. E in nessun altro paese quest'affermazione riceve tanto consenso quanto in Svizzera (57 per cento).

International Comparison: Statements on Profession: Discrimination

Nella visione che questa generazione ha della realtà si inserisce la consapevolezza di aver accumulato meno debiti di quanto viene comunicato dai media: negli USA e in Brasile dal 20 per cento al 30 per cento degli intervistati ha impegni finanziari arretrati, di cui una quota considerevole è costituita da debiti verso genitori o parenti. A Singapore e soprattutto in Svizzera la percentuale di chi ha debiti è di gran lunga inferiore (rispettivamente 12 per cento e 3 per cento) e da anni è attestata a un livello costantemente basso.

Quota di giovani con debiti privati

4

Svizzera

26

Brasile

22

Brasil

12

Singapore

È stato interessante scoprire cosa farebbero i giovani svizzeri se ricevessero in regalo 10'000 franchi. Qui emerge l'effetto della situazione economica degli ultimi, critici anni. Si risparmierebbe molto di più "per i tempi difficili" rispetto al 2011 e analogamente si spenderebbe meno per le vacanze. Ma c'è una grande differenza tra i due sessi: in Svizzera gli uomini spenderebbero 400 franchi in meno per le vacanze risparmierebbero 300 franchi in più delle donne intervistate, che evidentemente reputano meno preoccupante la situazione economica.

Quali obiettivi di vita persegue questa generazione? Anche qui i giovani dimostrano di avere i piedi per terra: vogliono perseguire i propri sogni, ma anche acquistare un'abitazione propria. Desiderano una situazione di equilibrio tra lavoro e tempo libero, coltivare i propri talenti e provare diverse esperienze. Per ultimi troviamo quelli che hanno per obiettivo ciò che mamma e papà vorrebbero sentire: fare carriera e ottenere condizioni più agiate rispetto ai genitori. Questi ultimi due punti sono stati menzionati soprattutto nel paese dal reddito pro capite più basso: il Brasile.

General infographic on top goals and top problems

Videointervista con la consigliera nazionale Aline Trede (tedesco)

"Oggi ai giovani vengono richiesti sforzi molto maggiori rispetto al passato".