L'inflazione: una fedele alleata per la Svizzera
News & Videos

L'inflazione: una fedele alleata per la Svizzera

La Svizzera risulta uno dei paesi con il tasso di felicità più alto al mondo, grazie alla percezione di un senso di comunità, alla bellezza del paesaggio, all'aria fresca e all'acqua pulita. Per non parlare della prosperità. 'Svizzera: storia di un mercato finanziario', a cura del Credit Suisse Research Institute in collaborazione con importanti esperti della London Business School e della Cambridge Judge Business School, esamina i fattori alla base del successo economico elvetico. Lo studio individua nella bassa inflazione uno dei maggiori fattori di successo.

Urs Rohner, presidente del Consiglio di amministrazione di Credit Suisse Group AG, a proposito della forza del franco svizzero, della piazza finanziaria elvetica e delle implicazioni della Brexit

La stabilità aiuta

I mercati amano la stabilità. Può sembrare un concetto logoro, che resta però profondamente vero. I mercati prosperano in un ambiente solido e prevedibile e precipitano invece a fronte di eventi avversi o di segnali, anche timidi, di turbolenza. Il caso della Svizzera lo dimostra chiaramente. Secondo il rapporto, il mercato elvetico si colloca al quarto e al secondo posto, rispettivamente per i comparti azionario e obbligazionario, nella classifica dei mercati azionari meno volatili. Questa stabilità si riflette nei risultati finanziari. Nell'arco dei 117 anni analizzati, le azioni svizzere hanno prodotto un rendimento reale annualizzato pari al 4,4 per cento, un dato superiore alla media europea. Nel contempo, la performance del mercato obbligazionario svizzero è tra le migliori al mondo, con un rendimento reale annualizzato del 2,3 per cento. In altre parole, investendo la somma di CHF 1 oltre un secolo fa, a dividendi reinvestiti, il potere d'acquisto sarebbe cresciuto di 159 volte per le azioni, e di 15,1 volte per le obbligazioni. In Svizzera, inoltre, il tasso d'inflazione risulta in assoluto il più basso registrato nel periodo analizzato, con il 2,2 per cento annuo.

Rendimenti cumulati su classi di attività svizzere in termini reali

Rendimenti cumulati su classi di attività svizzere in termini reali

Fonte: Elroy Dimson, Paul Marsh, and Mike Staunton, Triumph of the Optimists, Princeton University Press, 2002, and subsequent research

Una frazione di percentuale fa la differenza

Per contestualizzare questo dato, il grafico seguente raffigura i tassi d'inflazione di altri paesi. Molti di questi hanno registrato forti impennate dei prezzi durante le due guerre mondiali o nei periodi immediatamente successivi. Di conseguenza, oltre a riportare l'inflazione dal 1900 in avanti, il grafico evidenzia anche i dati a partire dal 1950.

Come già accennato, il tasso di inflazione annualizzato per la Svizzera è pari al 2,2 per cento, mentre per i paesi che più si avvicinano a tale valore - USA e Paesi Bassi - il dato segna il 2,9 per cento. La differenza sembra esigua, ma significa che mentre in Svizzera i prezzi sono aumentati 12 volte, olandesi e statunitensi hanno dovuto attingere ai loro portafogli rispettivamente 27 e 28 volte tanto.

Le cifre appaiono molto più elevate per i paesi limitrofi: Francia, Germania, Italia e Austria, infatti, hanno tutti fatto registrare periodi di inflazione spiccata. La Germania ha visto il record assoluto, con prezzi in aumento di una percentuale pari a 209 miliardi nel 1923. Per questo motivo, l’iperinflazione dell'intervallo compreso tra il 1922 e il 1923 non viene inclusa nei calcoli di lungo periodo (1900 - 2016). Dopo quello della Germania, il secondo tasso annualizzato d'inflazione più elevato è ravvisabile in Austria (12,6 per cento), dove i prezzi sono aumentati di 1 082 325 volte.

Tassi d'inflazione nel mondo

Tassi d'inflazione nel mondo

Fonte: Elroy Dimson, Paul Marsh, and Mike Staunton, Triumph of the Optimists, Princeton University Press, 2002, and subsequent research

La bassa inflazione, unita alla neutralità, a una solida politica economica e una moneta forte, ha rafforzato la reputazione della Svizzera come "porto sicuro", un aspetto questo molto importante per la prosperità e la crescita del settore bancario. Oggi la Svizzera è uno dei principali centri bancari, con una particolare competenza nei servizi di private banking, maturata in oltre tre secoli.