Risultati del quarto trimestre e dell'intero esercizio 2014

I risultati 4T14 evidenziano la continuità della performance in uno scenario impegnativo, caratterizzato da maggiore volatilità; nel 2014 utile core ante imposte di CHF 3,5 miliardi, stabile rispetto al 2013, incluso l'impatto dell'accordo cross border USA.

Risultati pubblicati: 

  • nel 4T14 utile netto attribuibile agli azionisti CHF 921 milioni e rendimento del capitale proprio 8 per cento 
  • nel 2014 utile netto attribuibile agli azionisti CHF 2105 milioni e rendimento del capitale proprio 5 per cento 

Risultati delle attività strategiche: 

  • nel 4T14 utile netto CHF 1155 milioni e rendimento del capitale proprio 11 per cento 
  • nel 2014 utile netto CHF 4962 milioni e rendimento del capitale proprio 12 per cento 

Private Banking & Wealth Management: 

I risultati delle attività strategiche nel 4T14 riflettono la forte crescita dei prestiti e plusvalenze da vendite, più che neutralizzate, nel confronto con il 4T13, dal calo delle commissioni di performance e dal persistente contesto di bassi tassi d'interesse 

Investment Banking: 

La performance nel 4T14 riflette la solidità dell'attività diversificata; ricavi stabili e miglioramento dei rendimenti a fronte della maggiore volatilità di mercato e dell'impatto negativo del riconoscimento di rettifiche di valore su fondi di finanziamento 

Capitale: 

  • look-through BIS CET1 ratio del 10,2 per cento; superiore al 10 per cento, obiettivo di fine anno 2014 
  • leverage exposure ridotta di CHF 51 miliardi nel 4T14 prima dell'effetto dei cambi con le monete estere; annuncio di revisione degli obiettivi di leverage del Gruppo 
  • in linea con il 2013, il Consiglio di amministrazione propone una distribuzione in contanti di CHF 0.70 per azione per il 2014, con l'opzione della distribuzione in nuovi titoli azionari

Retribuzioni: 

  • − riduzione del 9 per cento del valore economico dei compensi sotto forma di incentivi variabili del Gruppo rispetto al 2013, che riflette la costante attuazione delle regole adottate e la stabilità dell'utile ante imposte pubblicato, incluso l'impatto dell'accordo sulle questioni cross border USA
  • − il CdA e l'ExB si sono espressi a favore di una riduzione volontaria delle retribuzioni dei propri membri; la retribuzione complessiva del Consiglio di amministrazione è stata ridotta di circa il 25 per cento e i compensi variabili per i membri del Consiglio direttivo sono stati ridotti dell'equivalente del 20 per cento dell'importo che sarebbe altrimenti stato riconosciuto

Evoluzione del contesto di tassi di cambio e d'interesse: 

  • combinazione di ulteriori misure di riduzione dei costi e di iniziative di crescita per compensare ampiamente entro fine 2017 gli effetti del nuovo contesto di tassi di cambio e d'interesse 

Citazioni dal testo del CEO Brady W. Dougan

"I nostri solidi risultati per il quarto trimestre evidenziano la continuità della nostra performance in uno scenario di mercato impegnativo, caratterizzato da una maggiore volatilità. Le nostre attività strategiche hanno generato un rendimento del capitale proprio pari all'11 per cento per il trimestre e al 12 per cento per l'intero anno. Nel trimestre in esame abbiamo ulteriormente ridotto la nostra leverage exposure, continuato l'attuazione di misure relative al capitale e superato l'obiettivo del 10 per cento fissato per fine anno per il look-through CET1, includendo l'impatto dell'accordo con gli Stati Uniti". 

Distribuzione agli azionisti: "In linea con il 2013, il Consiglio di amministrazione propone per il 2014 la distribuzione in contanti di CHF 0.70 per azione. Inoltre offriamo agli azionisti la possibilità alternativa di ricevere la distribuzione in forma di nuovi titoli azionari. In prospettiva futura, confermiamo il nostro impegno a distribuire la metà degli utili agli azionisti, a condizione che il nostro look-through CET1 capital ratio continui a superare il 10 per cento e la banca raggiunga i propri obiettivi di leverage ratio". 

Mutamenti del contesto di tassi di cambio e d'interesse: "Stiamo realizzando una serie di misure volte a compensare l'impatto sulla nostra redditività del forte apprezzamento del franco svizzero e di un contesto di bassi tassi d'interesse più pronunciato in seguito all'annuncio della BNS nel mese di gennaio. Sulla base dei nostri proventi nel 2014, stimiamo indicativamente al 3 per cento circa l'impatto negativo sui nostri risultati e prevediamo di compensarlo ampiamente per la fine del 2017 con le misure annunciate".

Risultato di Private Banking & Wealth Management: "Nelle attività strategiche di Private Banking & Wealth Management abbiamo registrato un solido utile ante imposte di 1 miliardo di franchi svizzeri. Rispetto al quarto trimestre 2013, i nostri risultati sono stati penalizzati da minori commissioni di performance e dal persistente scenario di bassi tassi d'interesse. Tuttavia abbiamo continuato a far registrare una forte crescita di nuovi prestiti per clienti ultra-high-net-worth individual e migliorato i ricavi ottenuti attraverso la collaborazione tra le due divisioni. In Wealth Management Clients, abbiamo generato un buon afflusso netto di nuovi capitali, con forti afflussi dai mercati emergenti". 

Risultato di Investment Banking: "La redditività delle attività strategiche nell'Investment Banking è migliorata del 20 per cento rispetto al quarto trimestre del 2013. I ricavi delle attività strategiche sono stati costanti nonostante una maggiore volatilità di mercato, che in generale ha favorito la nostra attività di trading ma ha penalizzato l'underwriting. Questo evidenzia la stabilità della nostra attività diversificata. Inoltre, abbiamo compiuto continui progressi nella riduzione delle attività ponderate per il rischio e della leverage exposure della divisione, in linea con la nostra strategia volta a sostenere forti rendimenti nell'Investment Banking".

Prospettive per il primo trimestre 2015: "La redditività del Gruppo da inizio anno è sui livelli dello scorso anno. Le attività di private banking, di vendita e di negoziazione hanno evidenziato un trend di miglioramento nelle ultime settimane. I comparti di underwriting e consulenza hanno fatto registrare un inizio anno più lento a causa della volatilità del mercato, ma possiamo contare su una forte pipeline, la cui realizzazione dipenderà dalle condizioni dei mercati".

Per saperne di più >