Federer contro Murray: vittoria per l'Africa!
Notizie e storie

Federer contro Murray: vittoria per l'Africa!

Nella tarda serata del 10 aprile, all'Hallenstadion di Zurigo, in un match molto atteso tra due fuoriclasse assoluti del tennis mondiale, Roger Federer ha battuto Andy Murray in una partita secca che ha generato circa 1,4 milioni di franchi. I veri vincitori di questo incontro non sono però stati i giocatori, ma migliaia di bambini africani svantaggiati, ai quali è destinato l'intero utile netto della sfida. Credit Suisse è fiero di aver sostenuto l'evento in veste di sponsor e donatore di lungo corso della Roger Federer Foundation. 

Una tradizione che continua

Quest'anno il "Match for Africa" era alla sua terza edizione. La prima assoluta si è tenuta nel 2010, nella cornice di una doppia sfida contro Rafael Nadal, con la prima partita disputata a Zurigo e la seconda un giorno dopo a Madrid, capitale della patria di Nadal. Nella seconda edizione, svoltasi nel 2014, Federer si è misurato con il connazionale Stan Wawrinka, ritenuto il secondo miglior tennista svizzero di sempre e attualmente terzo del ranking mondiale. La terza edizione era inizialmente prevista per la fine del 2016, ma è stata posticipata al mese di aprile 2017 in seguito all'infortunio di Federer. Il "Match for Africa" di quest'anno ha raggiunto un ricavo pari a 1,4 milioni di franchi tra vendita dei biglietti e sponsorizzazioni.

Tutto comincia con una fondazione

La filantropia entra a far parte della vita di Federer all'età relativamente giovane di 22 anni, poco prima di conquistare lo scettro di numero uno del ranking mondiale. Oggi, a distanza di 14 anni, il tennista ricorda come ha avviato la fondazione che reca il suo nome: "I miei genitori mi hanno fatto presente che avrei dovuto restituire qualcosa alla società perché avevo l'opportunità unica di raccogliere fondi e richiamare l'attenzione su problematiche diverse dal tennis". Così cominciarono a delinearsi tre criteri fondamentali:

  1. lavorare con i bambini, un'attività che Roger Federer continua a svolgere con piacere (soprattutto ora che lui e la moglie sono genitori di quattro figli);
  2. essere presenti nell'Africa subsahariana, dove sua madre è nata e cresciuta e ha conosciuto il futuro padre di Federer;
  3. dedicarsi alla formazione, che secondo Federer "è qualcosa che nessuno può più sottrarti e di cui c'è urgente bisogno nell'Africa meridionale".

Roger aiuta (anche in Svizzera)

Dal 2003 la Roger Federer Foundation ha registrato una crescita costante: nel 2016 ha destinato 6,3 milioni di franchi alla formazione di oltre 250 000 bambini svantaggiati. Attualmente finanzia 12 progetti in Botswana, Malawi, Namibia, Sud Africa, Zambia e Zimbabwe. Malgrado il particolare risalto, iniziale e attuale, attribuito all'Africa, dal 2007 la fondazione ha avviato senza particolare clamore quattro progetti in Svizzera, tuttora in corso. Due promuovono le attività ricreative di bambini svantaggiati e gli altri due la formazione della prima infanzia in comunità e famiglie meno abbienti.

Roger Federer Foundation

Nel quadro della sponsoring partnership in essere dal 2009 tra Credit Suisse e Roger Federer, la banca sostiene la Roger Federer Foundation (RFF) con un contributo di un milione di dollari all’anno. I fondi hanno sostenuto in maniera significativa il lancio di un progetto di ampia portata finalizzato a incentivare l'istruzione prescolare in Malawi.

Fatti e cifre

  • 2003: lancio della fondazione
  • 4 membri della famiglia Federer nel Consiglio di fondazione
  • 15 iniziative e partner locali in essere
  • 7 paesi coinvolti da progetti in corso
  • 275 000 bambini aiutati con i progetti in essere
  • 1 milione di bambini coinvolti entro il 2018
  • 29 milioni di franchi svizzeri investiti sinora (a fine 2016)