Dolce, la vita per i consumatori…

La crescente attenzione dei consumatori per la salute apre il mercato all'innovazione. Che dire di un prodotto che riduce le calorie e l'apporto di zucchero, ma riesce a mantenere il gusto originale? Potrebbe sembrare una formula magica, ma è una soluzione concreta destinata a fare breccia sul mercato.

Proprietario di una società immobiliare nel settore commerciale negli anni Novanta, l'australiano Michael Lehman, pur potendo vantare una carriera rapida e soddisfacente, non si sentiva realizzato. I frequenti pranzi di lavoro, le cene e le feste con i clienti influivano positivamente sulle vendite, ma peggioravano il suo stato di salute e la sua vitalità. Lehman coltivava il desiderio di migliorare la vita degli altri e la società in modo tangibile, un obiettivo che non riusciva a realizzare nel campo immobiliare.

Aveva capito di dover cambiare direzione. "Grazie all'influenza di mia moglie, avevo iniziato a interessarmi moltissimo a uno stile di vita orientato alla prevenzione", ricorda. "Non conducevo una vita particolarmente sana, perché amavo molto divertirmi e questo significava bere molto; inoltre, lavoravo spesso sotto pressione. Questo non era lo stile di vita che desideravo. Di conseguenza, ho scelto consapevolmente di concentrarmi davvero su salute e benessere e trasformarli in un modello di business", afferma Lehman.

Oltre i risultati di bilancio

Lehman era già un imprenditore di successo e l'obiettivo del suo cambiamento di carriera era ben diverso dal raggiungimento di semplici risultati di bilancio. Il suo interesse per la nutrizione, la medicina alternativa e la salute si è tradotto nella creazione della società NNP nel 1999 e nella successiva iscrizione al registro delle imprese nel 2001. Per finanziare la start-up, ha raccolto fondi contattando familiari, amici, colleghi e i collaboratori più stretti, anch'essi convinti di poter influire positivamente sul benessere della società.

Fedele alla sua missione, Lehman è riuscito a rafforzare l'industria della salute e del benessere introducendo nuovi prodotti e alternative sane alle tendenze di massa. I prodotti proposti al mercato da Lehman, ora apprezzati in tutto il mondo per le loro comprovate proprietà antiossidanti e antitumorali, erano il co-enzima Q-10 e il succo di noni hawaiano. La società ha lanciato anche la polvere di orzo verde australiano, riconosciuta per ricchezza di minerali, vitamina B e proteine. La lezione appresa da Lehman parallelamente allo sviluppo e all'introduzione di numerosi prodotti sul mercato ha creato una grande risonanza. "Da queste esperienze ho imparato che se non si controlla l'approvvigionamento, succedono cose imprevedibili e il nostro destino finisce nelle mani di qualcun altro", osserva.

Il controllo dell'approvvigionamento è un fattore di successo

NNP gestisce in modo efficiente ogni aspetto dello sviluppo dell'ultimo prodotto lanciato sul mercato, PlantZap®. PlantZap® è stato scoperto dagli studiosi del governo del Queensland durante l'analisi dei processi di produzione dello zucchero. Ha il potenziale di cambiare la qualità e la quantità di cibo e bevande che consumiamo, poiché può essere utilizzato per ridurre il contenuto calorico di alimenti e bibite gassate fino al 50 per cento. Nel 2008, NNP ha acquisito i diritti commerciali a livello globale per PlantZap®, che il dipartimento per l'agricoltura e la pesca del Queensland pubblicizza come la soluzione definitiva all'obesità. Lehman spiega che la forza di "PlantZap®, sconosciuta al di fuori dell'industria alimentare e delle bevande, deriva dai minerali contenuti nella linfa della pianta della canna da zucchero. "Estraiamo i minerali che normalmente vanno persi nella lavorazione del succo e li concentriamo. Il liquido così ottenuto presenta un elevato contenuto di potassio, un basso tenore di sodio e interessanti livelli di magnesio, oltre ad essere praticamente privo di zucchero", spiega Lehman.

Il governo del Queensland ha creato e brevettato sia il processo di produzione di PlantZap®, che il prodotto stesso. NNP sta diffondendo il ritrovato in tutto il mondo mediante l'istituzione di partnership con zuccherifici, concentrandosi nello sviluppo del prodotto con leader del settore a livello globale e sottoscrivendo accordi di collaborazione con il team di ricerca del Queensland per sviluppare ulteriormente la tecnologia e il prodotto stesso. Lehman aggiunge: "Nessuno degli esperti con cui mi sono confrontato, siano essi studiosi, ingegneri, esperti di zucchero, persone operanti nel settore alimentare e delle bevande, è riuscito a trovare un punto debole in questa strategia, né nella tecnologia applicata o nel prodotto."

Segni premonitori

I consumatori sono sempre più attenti alla salute e le maggiori aziende operanti nel settore alimentare e delle bevande si stanno concentrando sull'elevata domanda di prodotti più sani. Negli ultimi anni colossi quali Coca-Cola e Pepsi Cola Co. hanno introdotto bevande "verdi", con un contenuto inferiore di zucchero e di calorie, per rivolgersi ai mercati globali. I menu delle principali catene di fast food, tra cui McDonald's e Burger King, propongono con enfasi le opzioni più salutari e ne evidenziano il contenuto calorico, mentre le vendite di acque di prima qualità e acqua di cocco continuano a superare le aspettative del mercato.

Lehman si è posto l'obiettivo di illustrare e promuovere l'efficacia e le eccezionali qualità di PlantZap®, come sottolinea lui stesso: "Tutti i produttori vogliono ridurre il contenuto di zucchero. Si stanno rendendo conto di come si evolveranno le cose, ma temono che il gusto ne risenta. Lo zucchero produce una sensazione e ha una consistenza particolare in bocca. Noi siamo in grado di ridurre il contenuto zucchero senza perdere quella sensazione e quella peculiarità e, soprattutto, mantenendo il gusto inalterato.

Non concorrenza ma guida

La richiesta da parte dei consumatori di ridurre il contenuto di zucchero e l'apporto calorico potrebbe segnare l'inizio di giorni bui per il futuro dell'industria dello zucchero. Lehman dà credito alle previsioni sulle attuali esigenze riguardanti lo zucchero nel rapporto Credit Suisse 2013 sul settore a cura di Stefan Natello. Tuttavia sottolinea che l'industria dello zucchero dovrebbe sentirsi supportata e non minacciata da PlantZap®.

"Le società produttrici di zucchero devono reinventarsi. Non ritengo che il nostro prodotto rappresenti una forma di concorrenza per questo settore. Al contrario, affiancato alla nostra tecnologia può tracciare la strada verso il futuro; la tecnologia potrà aiutare l'industria a incrementare il rendimento e, allo stesso tempo, a generare un flusso di prodotti a valore elevato che tradizionalmente andava perso nelle melasse. In questo modo, contribuirà a frenare l'ondata di perdite e sfide che il settore si troverà ad affrontare in seguito alla prevista riduzione della domanda di zucchero. Non penso che questo basti per cambiare il mondo radicalmente. In fin dei conti, ritengo che aiuti veramente le aziende produttrici di zucchero ad avere alternative".

Gli obiettivi futuri

Agli occhi di coloro che valutano il progresso della società, potrebbe sembrare che i principali ostacoli siano già stati superati. Tuttavia, Lehman osserva che "NNP è molto vicina al traguardo, ma non l'ha ancora raggiunto", poiché è in corso la raccolta di fondi per la costruzione di un impianto di estrazione da milioni di dollari. Egli ammette che la raccolta fondi è un compito a dir poco impegnativo e racconta che molti potenziali investitori gli rispondono: "Tu intanto fai funzionare questo progetto, poi ne riparliamo".

Lehman ha affermato che la stretta relazione della società con Credit Suisse è importantissima sotto tutti i punti di vista, inclusa l'IPO. Riferisce che NNP sta ancora incoraggiando gli investitori a salire a bordo e che Credit Suisse fornisce consulenza sulla raccolta fondi. "Questo è l'anno giusto. Vogliamo che il prodotto sia utilizzato in tutti i generi alimentari, nelle bevande e nel cibo per animali, perché sappiamo che fa bene al mondo", dichiara.