«Birdies for Good»: golf e solidarietà
News & Stories

«Birdies for Good»: golf e solidarietà

Da oltre trent'anni la banca sostiene il mondo del golf e sponsorizza due grandi eventi: l'Omega European Masters e i Swiss Seniors Open. Ora, con l'iniziativa benefica «Birdies for Good», Credit Suisse lancia una novità.

L'idea alla base dell'iniziativa, che riguarderà entrambi gli eventi, è raccogliere fondi in base al numero di birdie messi a segno dai professionisti a una determinata buca, destinandoli a un'organizzazione di pubblica utilità selezionata. Per ciascun birdie verrà versato un importo fisso (oppure: l'importo è fissato a CHF 100), e la somma così accumulata potrà aumentare ulteriormente grazie al contributo del pubblico e dei fan che parteciperanno alle attività proposte sui social media.

Si parte a inizio luglio 2017: l'iniziativa benefica «Birdies for Good» verrà presentata ai Swiss Seniors Open di Bad Ragaz e nuovamente proposta all'Omega European Masters di Crans-Montana nel settembre 2017. Negli anni scorsi al torneo di Crans-Montana sono stati conteggiati tra i 50 e i 90 birdie alla buca 8; sarà entusiasmante vedere se con la prossima edizione si raggiungeranno numeri ancor più alti. Grazie all'iniziativa, oltre a segnare la bravura dei giocatori, i birdie si tradurranno in aiuti finanziari a un'organizzazione filantropica: i golfisti avranno dunque in mano, nel vero senso della parola, il successo dell'iniziativa.

I collaboratori di Credit Suisse scelgono il beneficiario

La scelta dell'ente beneficiario viene di volta in volta valutata democraticamente dai collaboratori di Credit Suisse. Nell'ambito del variegato impegno umanitario e caritatevole della banca, ogni anno viene eletta una «Charity of the Year»; a tale associazione vengono destinati i proventi di donazioni, raccolte fondi e attività di beneficenza, con cifre che possono facilmente superare i CHF 60 000 annui.

«Charity of the Year» 2017

Quest'anno è stata selezionata l'associazione «hiki - Hilfe für hirnverletzte Kinder». In forma di associazione di autotutela, hiki aiuta da oltre trent'anni le famiglie di bambini con lesioni cerebrali alla nascita o provocate da infortuni o malattie. Ai genitori vengono fornite consulenza, aiuti concreti, contributi finanziari e contatti utili nella vita di tutti i giorni per affrontare decisioni o problemi di altro tipo.

Le star del golf sostengono l'idea

I giocatori in tour sono entusiasti dell'iniziativa benefica; tra questi, lo spagnolo Sergio García, ad esempio, che a sua volta ha da tempo creato una propria fondazione per l'integrazione sociale di bambini svantaggiati. García, che nel 2005 ha vinto l'Omega European Masters, afferma: "Noi giocatori di golf abbiamo il privilegio di poter fare ciò che ci piace. Per noi è importante essere coinvolti in iniziative come «Birdies for Good»: poterci rendere utili ci fa sentire bene".

Anche la promessa svizzera della categoria Senior, André Bossert, ha espresso la sua soddisfazione per l'iniziativa di Credit Suisse: "Indipendentemente da chi conquisterà il trofeo, quest'anno grazie a «Birdies for Good» ci saranno anche altri vincitori".

Auguriamo a professionisti e dilettanti, a Bad Ragaz e a Crans-Montana, grandi soddisfazioni e buona fortuna nei tornei. Per noi è un onore poter collaborare con giocatori, organizzatori, spettatori e tutte le figure coinvolte in questi grandi eventi. E, non da ultimo, speriamo in tanti «Birdies for Good»!!

Dominik Baur, Photo