Imprese Press Release

Press Release

Al Gottardo si puntano gli orologi

La rivista Bulletin di Credit Suisse affronta il tema della NFTA e delle sue ripercussioni sull'economia svizzera

La NFTA cambierà la Svizzera? Sicuramente! In uno studio appositamente condotto, Economic Research di Credit Suisse ha valutato chi – dal punto di vista economico – si annovera tra i vincitori, se ce ne saranno. I temi centrali sono il trasporto di merci, la maggiore accessibilità, il turismo di giornata, i mercati immobiliari e le stazioni di accesso di Altdorf e Bellinzona. Oltre al «Via libera verso il Mare del Nord» la NFTA potrebbe accelerare il collegamento ai mercati commerciali asiatici e contribuire alla flessibilizzazione dei mercati del lavoro.

A giugno 2016 verrà inaugurato ufficialmente il traforo ferroviario più lungo del mondo, la galleria di base del San Gottardo. Centosessanta anni fa il Credito Svizzero, l'odierno Credit Suisse, veniva fondato da Alfred Escher anche per dare impulso allo sviluppo della rete ferroviaria elvetica. Oltre ad aver dato vita al nostro istituto, Escher è stato anche il promotore della ferrovia del Gottardo e della prima galleria del San Gottardo. Pertanto, per Credit Suisse è un onore e al tempo stesso un dovere sostenere in veste di partner principale «Gottardo 2016», l'inaugurazione dell'opera ingegneristica del secolo costituita dalla galleria di base del San Gottardo.

 

Accessibilità: Bellinzona trae il maggior vantaggio dalla trasversale alpina

Tragitti e tempi di percorrenza lunghi sono sabbia negli ingranaggi dell'economia. Frenano i flussi di merci, gli spostamenti dei pendolari e la collaborazione tra le regioni. I siti facilmente raggiungibili hanno infatti maggiori possibilità di sviluppo. La trasversale alpina (NFTA) migliorerà l'accessibilità delle regioni del Ticino e di Uri. Per misurare gli effetti in cifre, gli economisti di Credit Suisse hanno modellizzato l'orario di tutti i mezzi pubblici dopo l'apertura della galleria di base del San Gottardo e del Ceneri. In base ai 450 milioni di collegamenti e ai tempi di percorrenza preferenziali dei pendolari, sono stati calcolati i bacini d'utenza di tutte le località svizzere. La nuova stazione cantonale urana, con collegamento diretto a Zurigo, amplia l'utenza pendolare di Altdorf di 13 200 persone, ovvero del 15 per cento. Bellinzona diviene inoltre un potenziale luogo di lavoro per ulteriori 33 000 persone. Il collegamento più veloce nell'area di Lugano aumenta l'attrattiva del Sopraceneri agli occhi dei lavoratori a Lugano e dovrebbe intensificare gli scambi tra le due parti del cantone Ticino.

Mercato immobiliare: spostamento degli equilibri da Lugano al Sopraceneri

A Lugano i prezzi per gli appartamenti di proprietà sono superiori del 41% rispetto alla regione di Bellinzona. La galleria di base del Ceneri rende possibile un risparmio di 10 minuti nel tempo di percorrenza e porta entrambe le città a distanza pendolare. Secondo gli economisti di Credit Suisse, i mercati immobiliari in entrambe le parti del Cantone dovrebbero quindi tendere a convergere. Per contro, gli effetti del tunnel di base del San Gottardo sul mercato delle residenze secondarie in Ticino dovrebbero restare modesti: solo una minima parte dei proprietari di queste abitazioni utilizza infatti i mezzi pubblici per raggiungere il Ticino.

Il lavoro flessibile viene favorito dalla NFTA

Con le nuove tecnologie le modalità di lavoro sono cambiate profondamente. Il 23% degli svizzeri lavora oggi in parte da casa, e in futuro tale quota potrebbe salire al 42% (Uri: 35%, Ticino: 42%). Secondo gli economisti di Credit Suisse, la maggiore accessibilità lungo l'asse nord-sud apre nuove possibilità per le regioni interessate. Se il lavoro mobile diventa realtà, anche le regioni periferiche possono posizionarsi come aree residenziali di qualità. I dipendenti che possono espletare parte del lavoro da casa, o da un'altra sede più vicina alla propria abitazione, non sono costretti a trasferirsi nella zona di lavoro o riducono la frequenza degli spostamenti, ma in compenso percorrono tratte più lunghe.

Ulteriori turisti di giornata in Ticino, opportunità per il settore alberghiero

Gli svizzeri tedeschi sono il gruppo più numeroso di turisti in Ticino. Il loro tempo di percorrenza con i mezzi di trasporto pubblici si riduce ora di oltre 40 minuti. I bacini di utenza per i turisti di giornata si ampliano quindi fortemente – per Bellinzona di ben il 73% (pari a 380 000 persone). Locarno diviene una destinazione comodamente visitabile in giornata per 260 000 ulteriori persone, Lugano per 315 000. Il settore alberghiero e della ristorazione dovrebbe inoltre beneficiare di ulteriori ospiti durante la pausa pranzo. Attrazioni come il nuovo centro culturale LAC di Lugano avrebbero così più visitatori. Gli ospiti che scelgono di pernottare possono ora raggiungere le località di destinazione più velocemente, ma con altrettanta rapidità possono tornare a casa. Gli economisti di Credit Suisse non prevedono tuttavia una flessione del numero di pernottamenti in Ticino a seguito del varo della NFTA. Con l'apertura del tunnel di base del Lötschberg non si era infatti verificato un simile «effetto di rientro in giornata». Inoltre, i tempi di percorrenza non diverranno comunque ridotti in misura tale da indurre la maggior parte dei turisti a rinunciare a pernottare in Ticino.

Traffico merci: la NFTA favorirà il trasferimento su rotaia delle merci – ma non nella misura prevista

La NFTA è stata progettata come asse per il trasporto delle merci. Nondimeno, secondo gli economisti di Credit Suisse l'obiettivo di trasferimento su rotaia fissato dal Consiglio federale non sarà probabilmente raggiunto. Da un lato, la ricettività limitata delle tratte di destinazione in Italia zavorra l'efficacia della NFTA. Dall'altro lato, le differenze di velocità tra treni merci e treni passeggeri comportano limitazioni delle capacità nel trasporto di merci. Anche se il trasferimento da gomma a rotaia non raggiungerà la portata auspicata, la NFTA dovrebbe comunque contribuire in misura determinante a un decongestionamento degli assi stradali e dei cantoni a cavallo del San Gottardo. Il potenziamento dei porti italiani, in combinazione con la nuova «metropolitana per il commercio», potrebbe inoltre contribuire a un collegamento più efficiente dell'Europa ai mercati commerciali asiatici.

Uri e Ticino colgono le nuove opportunità

Alla fine del 19° secolo la ferrovia del Gottardo aveva generato una forte crescita della popolazione e dell’occupazione sia a nord che a sud del tunnel. Sebbene gli economisti di Credit Suisse non si attendano ora una crescita analoga, Altdorf e Bellinzona intendono comunque cogliere le opportunità che si presenteranno, beneficiando così di una migliore qualità della rispettiva ubicazione. Il cantone Uri sta organizzando la propria rete di trasporti pubblici in funzione della nuova «stazione cantonale», il piano regolatore prevede un nuovo quartiere commerciale e residenziale per circa 1300 ulteriori posti di lavoro e fino a 260 abitanti. Bellinzona si sta attrezzando per un raddoppio del numero di viaggiatori e investe nella propria attrattività come meta turistica.

Un'opera di portata epocale crea prospettive fino a oggi impensabili

Nel 1882, con la ferrovia del Gottardo venne reinventato l'attraversamento delle Alpi. Benché i visionari di allora mirassero ai vantaggi economici della galleria, non furono in grado di stimare tutti gli effetti dell'opera. Il vecchio tunnel del San Gottardo è oggi un «mobile office», un canale per container e un'autostrada per i dati – tutte funzioni semplicemente inimmaginabili al momento della sua apertura. Analogamente, la NFTA potrebbe rendere accessibili traguardi che oggi nemmeno si scorgono all'orizzonte.

L'edizione del Bulletin «Gottardo – Da mito svizzero a galleria più lunga del mondo» è disponibile in Internet all'indirizzo: http://publications.credit-suisse.com/index.cfm/publikationen-shop/bulletin/

Per ulteriori informazioni circa i festeggiamenti di apertura «Gottardo 2016» sono disponibili all'indirizzo: https://www.credit-suisse.com/gottardo2016

Credit Suisse sarà presente con un proprio padiglione agli eventi pubblici del 4/5 giugno 2016 a Rynächt (UR) e Pollegio (TI).