Imprese Press Release

Press Release

Risultati del quarto trimestre e dell'esercizio 2013

Per il Credit Suisse Group, nel quarto trimestre 2013, utile core ante imposte totale pubblicato di CHF 428 milioni, in rialzo dell’11% sui CHF 385 milioni del quarto trimestre 2012; utile ante imposte rettificato* nel quarto trimestre 2013 pari a CHF 1321 milioni; i risultati riflettono la forte redditività del Private Banking & Wealth Management e la solida performance dell'Investment Banking, particolarmente nell'attività azionaria e di underwriting

Per il Credit Suisse Group, nell'esercizio 2013, utile core ante imposte totale pubblicato di CHF 4461 milioni, in rialzo del 136% sui CHF 1888 milioni del 2012; utile ante imposte rettificato* pari a CHF 5810 milioni; i risultati dimostrano la forza delle attività strategiche, con un rendimento del capitale proprio del 13% fatto registrare da questi comparti

Il Consiglio di amministrazione proporrà una distribuzione in contanti di CHF 0.70 per azione per il 2013; il pagamento è esente dall’imposta alla fonte svizzera

Il Credit Suisse Group pubblica i risultati del quarto trimestre e dell'intero esercizio 2013.

Risultati core quarto trimestre 2013
- Risultati pubblicati totali : utile ante imposte CHF 428 milioni , inclusi accantonamenti per controversie per CHF 514 milioni, rendimento del capitale proprio 3%
- Risultati rettificati* : utile ante imposte CHF 1321 milioni , rendimento del capitale proprio 9%
- Risultati delle attività strategiche: utile ante imposte CHF 1461 milioni , rendimento del capitale proprio 11%

Risultati core esercizio 2013
- Risultati pubblicati totali : utile ante imposte CHF 4461 milioni , rendimento del capitale proprio 8%
- Risultati rettificati* : utile ante imposte CHF 5810 milioni , rendimento del capitale proprio 10%
- Risultati delle attività strategiche : utile ante imposte CHF 7145 milioni , rendimento del capitale proprio 13%

Private Banking & Wealth Management
- Quarto trimestre 2013 : utile ante imposte totale pubblicato CHF 870 milioni, considerando l'accantonamento per controversie pari a CHF 175 milioni in relazione all’aspetto legato alla SEC delle questioni fiscali negli USA, per il quale stiamo lavorando a una risoluzione; forte redditività nelle attività strategiche con utile ante imposte di CHF 1057 milioni e rendimento dopo imposte del capitale allocato secondo Basilea 3 pari al 34%
- 2013 : utile ante imposte totale pubblicato CHF 3686 milioni; rispetto al 2012, crescita dell'utile ante imposte delle attività strategiche, trainato dall'aumento significativo dei ricavi da commissioni; risultati dell'Asset Management in crescita del 32% dal 2012 al 2013, a riconferma dell'importanza della ristrutturazione dell'Asset Management per la generazione di profitti nella divisione
- Afflusso netto di nuovi capitali totale pubblicato CHF 32,1 miliardi nel 2013, con prosecuzione della crescita, principalmente nei mercati emergenti e nel segmento di clientela Ultra-High Net Worth Individual

Investment Banking
- Quarto trimestre 2013 : perdita ante imposte totale pubblicata CHF 40 milioni, includendo un accantonamento di CHF 339 milioni per controversie in corso legate a ipoteche; performance solida nelle attività strategiche con utile ante imposte di CHF 485 milioni e dinamica evoluzione delle quote di mercato nei business ad alto rendimento come propulsori della crescita
- 2013 : utile ante imposte totale pubblicato CHF 2243 milioni; miglioramento della redditività con un utile ante imposte totale nelle attività strategiche in rialzo del 13% rispetto al 2012, che riflette i ricavi in lieve calo, la riduzione della base di costi e il minore leverage e utilizzo di capitale; rendimento dopo imposte del capitale allocato secondo Basilea 3 pari al 19% nelle attività strategiche

Prosecuzione del miglioramento nelle posizioni di capitale e leverage, superando gli obiettivi di fine 2013 :
- look-through CET 1 ratio secondo Basilea 3 incrementato al 10,3%; look-through total capital ratio incrementato al 16,1% alla fine del quarto trimestre 2013
- leverage exposure ridotta del 20% da fine terzo trimestre 2012, attestata a CHF 1130 miliardi alla fine del quarto trimestre 2013; look-through Swiss total capital leverage ratio pari al 3,8% alla fine del quarto trimestre 2013

Ulteriori progressi nelle iniziative di riduzione dei costi :
- realizzati risparmi sui costi pari a CHF 3,1 miliardi a fine 2013, in linea con l'obiettivo di un risparmio di oltre CHF 4,5 miliardi entro la fine del 2015 rispetto al run-rate corretto* annualizzato del primo semestre 2011
- rispetto al 2012, nell’esercizio 2013 ridotti i costi totali per il personale, dell’8% a livello di gruppo e del 10% nell’Investment Banking

Brady W. Dougan, Chief Executive Officer, ha dichiarato: “Nel 2013 le nostre priorità erano l'ulteriore miglioramento della redditività, la prosecuzione del rafforzamento della nostra base patrimoniale nonché la riduzione di rischi e leverage exposure, con un ampliamento delle nostre quote di mercato in regioni selezionate. Abbiamo compiuto grandi passi avanti verso questi obiettivi e allo stesso tempo abbiamo introdotto una nuova serie di misure strategiche sia a livello di gruppo che nelle due divisioni, al fine di continuare la trasformazione della nostra attività”.

Commentando la performance del gruppo ha continuato: “Abbiamo generato risultati costantemente solidi nel corso dell’anno raggiungendo nelle attività strategiche un rendimento del capitale proprio dopo imposte pari al 13% per l’esercizio 2013, ciò che dimostra la forza delle nostre attività chiave. Inoltre abbiamo mantenuto una costante disciplina nella gestione dei costi, con una riduzione delle spese per il personale dell’8% a livello di gruppo e del 10% nell’Investment Banking”.

In merito alle misure realizzate dal gruppo nel 2013, ha proseguito: “La creazione delle unità non strategiche che abbiamo annunciato in ottobre ci consentirà di accelerare il trasferimento di risorse alle attività ad alto rendimento e rappresenta un passo importante verso un'allocazione del capitale più equilibrata tra le due divisioni. Nel 2013 abbiamo fatto ulteriori progressi riguardo alla tematica Too Big to Fail. A novembre 2013 abbiamo comunicato il nostro programma di ridefinizione della struttura di entità giuridiche del gruppo. Essa è ora in grado di rispondere ai requisiti di pianificazione globale di risanamento e risoluzione che entreranno in vigore in futuro, e allo stesso tempo è molto meno complessa e molto più efficiente dal punto di vista operativo a fronte dei nuovi requisiti regolamentari”.

Ha aggiunto: “Abbiamo completato gran parte del piano di capitale annunciato a luglio 2012, concludendo l'anno con un look-through CET1 ratio secondo Basilea 3 pari al 10,3%. Nel contempo abbiamo ridotto ulteriormente la leverage exposure e fatto registrare un look-through Swiss total capital leverage ratio del 3,8% a fine 2013. Sulla base della nostra valutazione preliminare, con le linee guida riviste del Comitato di Basilea sul calcolo del leverage ratio il nostro coefficiente di fine 2013 risulterà incrementato al 4% circa, raggiungendo il requisito da soddisfare in Svizzera entro il 2019. Nel 2013, l’emissione di capital notes con bassa soglia di attivazione per CHF 6 miliardi è andata a buon fine e ora siamo a circa CHF 3 miliardi dai requisiti patrimoniali che dovranno essere progressivamente implementati in Svizzera entro il 2019. Inoltre, come parte della struttura di retribuzione del 2013, abbiamo introdotto uno strumento analogo, che allinea gli incentivi retributivi alla forza patrimoniale del gruppo e apporta ulteriori vantaggi in termini di tier 1.”

Sui risultati delle divisioni ha detto: “In Private Banking & Wealth Management abbiamo migliorato la redditività delle attività strategiche nel 2013, incluso un incremento del 32% nell'utile ante imposte dell'Asset Management ristrutturato. Abbiamo continuato a riallocare risorse nelle aree di crescita e aumentato dell'8% la raccolta netta di capitali di Wealth Management Clients nei mercati emergenti, in cui vediamo un ulteriore forte potenziale di espansione. Inoltre, nell'anno abbiamo proseguito nella trasformazione della nostra attività sui mercati maturi, fra l'altro riallineando le nostre operazioni in Germania, e continuato a far leva sulla nostra solida posizione di mercato in Svizzera. Confermiamo come priorità il miglioramento della redditività delle nostre attività Private Banking & Wealth Management, che perseguiremo attraverso la crescita nei mercati emergenti e l'ulteriore calibrazione del nostro impegno alle esigenze della clientela nei mercati maturi.”

Ha continuato: “Nell'Investment Banking le attività strategiche hanno fatto registrare una performance solida nel quarto trimestre e migliorato redditività e rendimenti sull'intero esercizio. La dinamica evoluzione delle nostre quote di mercato nelle attività ad alto rendimento, insieme alla riduzione della base di costi, del leverage e dell'utilizzo di capitale ha portato a un rendimento dopo imposte del capitale allocato secondo Basilea 3 del 19% per il 2013. Siamo convinti che la nostra divisione Investment Banking nel nuovo assetto, che comprende un’attività azionaria fra le prime tre al mondo, una forte attività di emissione e consulenza nonché un comparto fixed income focalizzato su operazioni ad alto rendimento, sia ben posizionata per continuare a soddisfare le esigenze dei clienti e ottenere forti rendimenti e redditività nel 2014.”

Sull'evoluzione del business ha dichiarato: “Le cifre si sono finora confermate in linea con i buoni risultati che abbiamo osservato negli anni precedenti, con alcune differenze fra le diverse attività”. Siamo convinti che il confermato dinamismo delle nostre attività strategiche, affiancato dalla liquidazione di posizioni e perdite nelle unità non strategiche, ci consentirà di raggiungere l'obiettivo di un rendimento del capitale proprio pari al 15% sull'intero ciclo di mercato.”

Aggiornamento su determinati accantonamenti per controversie
Nel quarto trimestre 2013 il Credit Suisse ha registrato accantonamenti pari a CHF 339 milioni per controversie in corso legate a ipoteche e CHF 175 milioni in relazione all’aspetto legato alla SEC delle questioni fiscali negli USA, per il quale stiamo lavorando a una risoluzione.

Aggiornamento sulla riduzione dei costi
A fine quarto trimestre 2013, il Credit Suisse ha realizzato risparmi sui costi per CHF 3,1 miliardi rispetto al run-rate corretto* annualizzato del primo semestre 2011. Il Credit Suisse si conferma in linea con l'obiettivo complessivo di riduzione del run-rate per oltre CHF 4,5 miliardi entro fine 2015. Come parte delle iniziative di taglio dei costi, rispetto al 2012 la banca ha ridotto per il 2013 i costi totali per il personale, dell’8% a livello di gruppo e del 10% nell’Investment Banking. I costi di riallineamento imputati al Corporate Center nel quarto trimestre 2013 si sono attestati a CHF 131 milioni.

Capitale e finanziamento
Alla fine del quarto trimestre 2013, il Credit Suisse faceva registrare un look-through total capital ratio del 16,1%, segnando un incremento dal 14,5% di tre mesi prima. Alla fine del quarto trimestre 2013, il Credit Suisse faceva registrare un look-through CET 1 ratio secondo Basilea 3 del 10,3%, in crescita dal 10,2% di tre mesi prima.

Alla fine del quarto trimestre, il CET1 ratio secondo Basilea 3 era del 16,0%, rispetto al 16,3% di tre mesi prima, principalmente a causa dell'aumento delle attività ponderate per il rischio. A livello di gruppo, le attività ponderate per il rischio secondo Basilea 3 sono aumentate del 2%, dai CHF 269,3 miliardi di fine terzo trimestre ai CHF 273,8 miliardi di fine anno, riflettendo l'aumento del rischio operativo contestuale a un minore aumento del rischio di mercato, in parte neutralizzato dalla riduzione del rischio di credito e degli effetti dei cambi delle divise.

Alla fine del quarto trimestre 2013 la leverage exposure del Credit Suisse ammontava a CHF 1130 miliardi, in discesa del 20% rispetto al terzo trimestre 2012. Alla fine del quarto trimestre 2013, il look-through Swiss total capital leverage ratio era migliorato rispetto a tre mesi prima passando dal 3,8% al 3,2%.

Il Credit Suisse continua a gestire con prudenza la liquidità, presentando a fine quarto trimestre 2013 un tasso stimato di copertura netto stabile (NSFR) di lungo termine secondo gli attuali criteri della FINMA di oltre il 100%.

Proposta di distribuzione a carico delle riserve da apporti di capitale
All'Assemblea generale ordinaria del 9 maggio 2014 il Consiglio di amministrazione proporrà per l'esercizio 2013 una distribuzione a carico delle riserve da apporti di capitale di CHF 0.70 in contanti per azione, con lo scopo di gettare le basi di un progressivo aumento nel pagamento di dividendi, di pari passo con l’esecuzione della nostra strategia e con la risoluzione delle questioni legate alle attività passate.

La distribuzione non sarà soggetta all'imposta alla fonte svizzera né all'imposta sul reddito per privati residenti in Svizzera che detengono le azioni come investimento privato.

Vantaggi della banca integrata
Nel quarto trimestre 2013 il Credit Suisse ha generato attraverso la collaborazione nell'ambito della banca integrata CHF 1112 milioni di ricavi, pari al 18,6% dei ricavi netti core.

Risultati dei segmenti in dettaglio per il quarto trimestre 2013

Private Banking & Wealth Management
- Ricavi netti totali pubblicati CHF 3438 milioni, in rialzo sia rispetto un anno prima che nel confronto col trimestre precedente. Fattori che hanno influenzato questo incremento:
- migliori ricavi da transazioni e performance nelle attività strategiche
- performance robusta e aumento delle commissioni di gestione da hedge fund e prodotti alternativi nell'Asset Management
- Costi operativi totali pubblicati CHF 2536 milioni, in rialzo rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente e al terzo trimestre 2013; il quarto trimestre 2013 comprende maggiori accantonamenti per controversie in relazione all’aspetto legato alla SEC delle questioni fiscali negli USA, per il quale stiamo lavorando a una risoluzione
- Raccolta netta nel quarto trimestre 2013: per Wealth Management Clients afflussi di CHF 1,7 miliardi, con prosecuzione della crescita nei mercati emergenti, in parte neutralizzati da ulteriori deflussi nell'attività cross border in Europa occidentale; forti afflussi da Corporate & Institutional Clients, pari a CHF 4,0 miliardi; per Asset Management deflussi pari a CHF 0,5 miliardi

Risultati delle attività strategiche: i risultati delle attività strategiche per Private Banking & Wealth Management includono le attività di Wealth Management Clients, Corporate & Institutional Clients e Asset Management. Nel quarto trimestre 2013 Private Banking & Wealth Management ha fatto registrare un utile ante imposte di CHF 1057 milioni e ricavi netti per CHF 3269 milioni.

I ricavi netti sono saliti leggermente rispetto al quarto trimestre 2012 grazie a maggiori ricavi da commissioni di transazione e di performance e a maggiori commissioni ricorrenti, in parte neutralizzati dalla contrazione di altri ricavi e da minori proventi netti da interessi. Rispetto al trimestre precedente i ricavi netti sono saliti dell'11%, principalmente grazie ad apprezzabili commissioni di performance stagionali.

I costi operativi totali si sono attestati a CHF 2185 milioni, in lieve rialzo rispetto al quarto trimestre 2012 e al terzo trimestre 2013. Gli accantonamenti per perdite su crediti sono stati di CHF 27 milioni su un portafoglio di prestiti netti pari a CHF 212 miliardi.

Nel quarto trimestre 2013, Wealth Management Clients ha registrato un utile ante imposte di CHF 475 milioni e ricavi netti pari a CHF 2065 milioni. I ricavi netti si sono mantenuti sui livelli del quarto trimestre 2012, in quanto le maggiori commissioni ricorrenti sono state controbilanciate dai minori proventi netti da interessi. Anche rispetto al terzo trimestre 2013 i ricavi netti sono rimasti stabili, con un leggero aumento dei ricavi da commissioni di transazione e di performance. Nel quarto trimestre 2013 il margine lordo è sceso di cinque punti base rispetto a un anno prima, attestandosi a 104 punti base, principalmente a causa del protrarsi dello sfavorevole contesto dei tassi e della crescita, pari al 5%, del patrimonio gestito. Rispetto al trimestre precedente il margine lordo è sceso di un punto base, principalmente in seguito alla crescita del patrimonio gestito medio. Per il quarto trimestre 2013 i costi operativi totali sono stati di CHF 1572 milioni, stabili rispetto a un anno prima e in aumento del 3% sul trimestre precedente.

Corporate & Institutional Clients, che propone un'ampia gamma di soluzioni per rispondere alla richiesta di servizi finanziari della clientela commerciale e istituzionale in Svizzera e per le banche a livello globale, ha registrato nel quarto trimestre 2013 un utile ante imposte pari a CHF 213 milioni e ricavi netti di CHF 485 milioni. I ricavi netti sono scesi del 9% rispetto a un anno prima, in primis a causa dei minori proventi netti da interessi dovuti al contesto di tassi bassi e di un'entrata connessa a un caso di recovery di CHF 25 milioni nel quarto trimestre 2012. Rispetto al terzo trimestre 2013 i ricavi netti sono scesi del 3%, principalmente a causa di minori commissioni ricorrenti. I costi operativi totali si sono attestati a CHF 263 milioni, arretrando del 4% rispetto al quarto trimestre 2012, ma crescendo del 3% sul trimestre precedente. Nel quarto trimestre 2013 gli accantonamenti per perdite su crediti sono stati di CHF 9 milioni su un portafoglio di prestiti netti pari a CHF 62 miliardi.

Nel quarto trimestre 2013, Asset Management ha registrato un utile ante imposte di CHF 369 milioni a fronte di ricavi netti pari a CHF 719 milioni. I ricavi netti sono migliorati significativamente rispetto sia al quarto trimestre 2012 che al terzo trimestre 2013, grazie a maggiori commissioni di performance e maggiori commissioni di collocamento private equity. Le commissioni di performance sono in genere realizzate semestralmente, nel secondo e nel quarto trimestre, oppure annualmente nel quarto trimestre. Il margine basato sulle commissioni ricorrenti è cresciuto a 39 punti base, a fronte dei 38 punti base del quarto trimestre 2012 e del terzo trimestre 2013, in linea con la crescita del patrimonio gestito.

Risultati delle attività non strategiche: i risultati delle attività non strategiche per Private Banking & Wealth Management includono posizioni legate alla ristrutturazione della ex divisione Asset Management, operazioni di liquidazione legate all'iniziativa di uscita dai piccoli mercati e liquidazioni di determinate passate posizioni cross border, costi generati in primis dalla questione fiscale negli USA, l'impatto della ristrutturazione delle operazioni onshore in Germania, altre posizioni non strategiche di secondaria importanza precedentemente allocate in Corporate & Institutional Clients e liquidazione o attiva riduzione di determinati prodotti.

Nel quarto trimestre 2013 le attività non strategiche di Private Banking & Wealth Management hanno fatto registrare una perdita ante imposte di CHF 187 milioni a fronte della perdita ante imposte di CHF 118 milioni di un anno prima, a causa di maggiori accantonamenti per controversie in relazione all’aspetto legato alla SEC delle questioni fiscali negli USA, per il quale stiamo lavorando a una risoluzione. Nel terzo trimestre 2013, le attività non strategiche avevano fatto registrare un utile ante imposte di CHF 210 milioni che includeva plusvalenze dalla vendita di attività della ex divisione Asset Management.

Raccolta netta di nuovi capitali: Private Banking & Wealth Management ha fatto registrare una raccolta netta di CHF 4,4 miliardi nel quarto trimestre 2013. Il portafoglio strategico di Wealth Management Clients ha realizzato una raccolta netta di nuovi capitali di CHF 1,7 miliardi, con forti e sostenuti afflussi dai mercati emergenti, cui hanno fatto da contrappeso i continui deflussi nelle attività cross border in Europa occidentale. Nel quarto trimestre 2013 Corporate & Institutional Clients ha registrato afflussi netti per CHF 4,0 miliardi. Asset Management ha fatto registrare deflussi netti per CHF 0,5 miliardi nel quarto trimestre 2013 principalmente da soluzioni multi-asset class e prodotti a reddito fisso, parzialmente compensati da afflussi da strategie su indici e prodotti di credito.

Investment Banking
- I risultati riflettono l'ottima performance nelle attività strategiche e l'aumento delle perdite ante imposte nelle attività non strategiche, a causa di più elevati accantonamenti per controversie legate a ipoteche
- Ricavi totali pubblicati CHF 2725 milioni, in rialzo sia rispetto un anno prima che nel confronto col trimestre precedente. Fattori che hanno determinato questo miglioramento:
- solida performance delle attività strategiche; dinamismo dei comparti dedicati ad azioni, credito e underwriting, in parte neutralizzati da risultati meno brillanti su tassi
- riduzione dei ricavi netti negativi nelle attività non strategiche
- Costi operativi totali pubblicati CHF 2757 milioni, in aumento sia rispetto a un anno prima che al trimestre precedente, causati da un aumento significativo di accantonamenti e spese per il personale

Risultati delle attività strategiche: nel quarto trimestre 2013 le attività strategiche di Investment Banking hanno fatto registrare un utile ante imposte di CHF 485 milioni e ricavi netti di CHF 2812 milioni.

Le vendite di prodotti a reddito fisso e i ricavi dell'attività di trading, CHF 808 milioni, sono scesi del 32% rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente, riflettendo la continua scarsa attività di trading dei clienti soprattutto nell'ambito dei prodotti global macro, che include le nostre attività su tassi, divise e commodity. Rispetto al trimestre precedente i ricavi sono diminuiti del 22%, a causa della minore attività di trading dei clienti nei comparti leveraged finance, mercati emergenti e tassi.

I ricavi da vendita e negoziazione di azioni, pari a CHF 1087 milioni, sono aumentati del 21% rispetto a un anno prima e riflettono la confermata leadership di mercato, l'incremento di valore delle azioni e la maggiore attività della clientela. I ricavi da vendita e negoziazione di azioni sono rimasti stabili rispetto al trimestre precedente.

I ricavi da underwriting e consulenza, pari a CHF 951 milioni, sono scesi del 3% rispetto al quarto trimestre 2012, in quanto i robusti risultati dell'attività di emissione di titoli di capitale sono stati neutralizzati dai minori ricavi nell'ambito dei titoli di debito e della consulenza. Rispetto al trimestre precedente i ricavi da underwriting e consulenza sono cresciuti del 35%, principalmente grazie alla forte attività di emissione azionaria nonché al miglioramento dei risultati di underwriting e consulenza nell'ambito dei titoli di debito.

Le spese per il personale, CHF 1335 milioni, sono cresciute del 17% rispetto a un anno prima e del 22% sul trimestre precedente a causa di maggiori costi dei compensi legati alla performance dei mandati. Gli altri costi operativi totali sono scesi del 7% rispetto a un anno prima e sono rimasti stabili rispetto al trimestre precedente.

L'indebolimento del tasso di cambio medio del dollaro USA nei confronti del franco svizzero sia rispetto a un anno prima che al trimestre precedente ha avuto impatto negativo sui ricavi ed effetto positivo sulle spese.

Alla fine del quarto trimestre 2013 le attività strategiche di Investment Banking hanno fatto registrare attività ponderate per il rischio secondo Basilea 3 pari a USD 156 miliardi, con un ulteriore progresso nella riduzione prevista. Rispetto alla fine del terzo trimestre 2012 le attività ponderate per il rischio secondo Basilea 3 sono scese in misura di USD 8 miliardi. I volumi sono stati in effetti ridotti di USD 22 miliardi, ma il risultato include anche l'effetto di cambiamenti metodologici e aggiornamenti dei parametri per USD 8 miliardi e un aumento di USD 6 miliardi legato al rischio operativo nel quarto trimestre 2013. La leverage exposure delle attività strategiche nell’Investment Banking era di USD 725 miliardi alla fine del quarto trimestre 2013, con una diminuzione rispetto a tre mesi prima di USD 46 miliardi, ovvero del 6%.

Attività non strategiche: i risultati delle attività non strategiche per l'Investment Banking includono il portafoglio fixed income in via di liquidazione, attività su tassi risalenti alla struttura precedente, principalmente strumenti di capitale non in linea con i requisiti patrimoniali di Basilea 3 e posizioni strutturate ad elevato utilizzo di capitale, costi di finanziamento legati alla struttura precedente e connessi a strumenti di debito non in linea con Basilea 3 come pure determinate spese legali, e altre piccole posizioni non strategiche.

Nel quarto trimestre 2013 le attività non strategiche di Investment Banking hanno fatto registrare una perdita ante imposte di CHF 525 milioni e ricavi netti negativi di CHF 87 milioni. I costi operativi totali, CHF 438 milioni, sono cresciuti sia rispetto al quarto trimestre 2012 che al terzo trimestre 2013, a causa del notevole aumento degli accantonamenti per controversie, in primis quelle connesse a controversie in corso legate a ipoteche. Si è registrata una riduzione dei ricavi netti negativi rispetto a un anno prima e al trimestre precedente, dovuta a plusvalenze di valutazione, in particolare nel portafoglio delle passate posizioni a reddito fisso in via di liquidazione, grazie a varie misure di gestione di portafoglio.

Alla fine del quarto trimestre 2013 le unità non strategiche hanno fatto registrare attività ponderate per il rischio secondo Basilea 3 pari a USD 20 miliardi, in diminuzione di USD 3 miliardi rispetto al quarto trimestre 2012, a fronte del target di USD 6 miliardi per fine 2015. Inoltre le attività non strategiche hanno riportato una leverage exposure di USD 87 miliardi alla fine del quarto trimestre 2013, vale a dire, rispetto al terzo trimestre 2013, USD 6 miliardi ovvero il 6% in meno, a fronte dell'obiettivo di USD 24 miliardi in leverage exposure per fine 2015.

Corporate Center
Il Corporate Center ha fatto registrare una perdita ante imposte di CHF 402 milioni nel quarto trimestre 2013. Il risultato include oneri da fair value sul debito proprio per CHF 180 milioni, perdite da rettifiche di valutazione del debito relative a determinate passività su notes strutturate per CHF 69 milioni e utili da fair value su derivati stand-alone per CHF 47 milioni, per un totale di perdita da queste voci di CHF 202 milioni nel quarto trimestre 2013. Gli oneri da fair value sul debito proprio riflettono la contrazione degli spread sul debito subordinato e senior nella maggior parte delle monete. I risultati del quarto trimestre 2013 includono anche costi di riallineamento del business per CHF 131 milioni, costi correlati all'architettura IT per CHF 69 milioni e una plusvalenza dalla vendita di immobili per CHF 68 milioni. Questo dato si contrappone alla perdita ante imposte di CHF 824 milioni nel quarto trimestre 2012 e di CHF 559 milioni nel terzo trimestre 2013.

*I risultati rettificati e i costi run-rate corretti sono basati su calcoli non-GAAP. La tabella seguente include una riconciliazione dei dati rettificati con i dati US GAAP più direttamente confrontabili. Per ulteriori informazioni sul calcolo dei risultati rettificati, inclusa la riconciliazione cronologica, e dei costi run-rate corretti su base annua, fare riferimento ai lucidi di presentazione dei risultati del quarto trimestre 2013.

In questo comunicato stampa sono presentati i risultati delle attività strategiche e di quelle non strategiche. Come annunciato in precedenza, nel quarto trimestre 2013 il Credit Suisse ha creato unità non strategiche all’interno delle divisioni Investment Banking e Private Banking & Wealth Management, separando inoltre le voci non strategiche nel Corporate Center. Ciò ha consentito un trasferimento di risorse e la focalizzazione sullo sviluppo di comparti ad elevata redditività. Per una definizione dei risultati delle attività non strategiche consultare “Format of presentation and changes in reporting” in I – Credit Suisse Results – Credit Suisse – Information and developments nel Financial Report del quarto trimestre 2013.

Ricavi, costi e relative plusvalenze correlati alla dismissione di attività Private Banking & Wealth Management sono classificati nel conto economico del gruppo come operazioni dismesse, mentre plusvalenze e costi relativi a dette dismissioni sono inclusi nei risultati dei segmenti, ma esclusi dai risultati rettificati. Leggere al riguardo la nota “Format of presentation and changes in reporting” alla voce I – Credit Suisse results – Credit Suisse – Information and developments nel Financial Report del quarto trimestre 2013.

Nel presente comunicato stampa tutti i riferimenti all’utile ante imposte (Core results) riguardano l’utile da attività continuative al lordo delle imposte.

Financial Report del quarto trimestre 2013
Il Financial Report del quarto trimestre 2013 e i lucidi di presentazione dei risultati possono essere scaricati dalle ore 6.30 CET di oggi.

Il Financial Report può essere scaricato all'indirizzo
https://www.credit-suisse.com/investors/doc/csg_financialreport_4q13.pdf


Copie cartacee del Financial Report possono essere richieste gratuitamente all'indirizzo
https://publications.credit-suisse.com/index.cfm/publikationen-shop/quarterly-reports/

I lucidi di presentazione dei risultati possono essere scaricati all'indirizzo:
https://www.credit-suisse.com/investors/doc/csg_4q2013_slides.pdf