Imprese Press Release

Press Release

Il Credit Suisse annuncia cambiamenti organizzativi e nomine in Consiglio direttivo; l’allineamento di divisioni e regioni accelera l’attuazione della strategia e intensifica la focalizzazione sulle esigenze dei clienti

La nuova struttura dà origine a uno dei leader a livello mondiale nel settore della gestione patrimoniale e ad una delle prime banche d'investimento globali conformi al nuovo contesto normativo

Hans-Ulrich Meister e Robert Shafir guideranno la nuova divisione Private Banking & Wealth Management. Hans-Ulrich Meister continuerà a dirigere Private Banking Switzerland, EMEA e APAC e tutti gli affari con la clientela svizzera. Robert Shafir sarà responsabile Private Banking & Wealth Management Products nonché Private Banking per la regione Americas.

Eric Varvel e Gael de Boissard saranno responsabili della divisione Investment Banking. Eric Varvel sarà a capo del dipartimento Equities & Investment Banking e della regione Asia Pacific. Gael de Boissard continuerà ad essere responsabile del dipartimento Fixed Income e della regione EMEA, e verrà nominato membro del Consiglio direttivo.

Il Credit Suisse ha annunciato oggi cambiamenti della struttura organizzativa e nomine in Consiglio direttivo, con effetto dal 30 novembre 2012.

Le divisioni Private Banking e Asset Management vengono riunite nella nuova divisione Private Banking & Wealth Management. Hans-Ulrich Meister e Robert Shafir assumono la guida congiunta della divisione.

Hans-Ulrich Meister ricopre il ruolo di responsabile del Private Banking, della regione Svizzera nel suo complesso e delle attività di Private Banking in EMEA e Asia Pacific. La regione Svizzera include le attività svizzere di Private Banking offshore e onshore con i segmenti Wealth Management & Private Clients Switzerland, Premium Clients Switzerland & Global External Asset Managers e Corporate & Institutional Clients. Come CEO regionale, Hans-Ulrich Meister continuerà ad essere responsabile di tutte le attività e della clientela in Svizzera, del mercato domestico della banca.

Robert Shafir assume la guida di Private Banking & Wealth Management Products, una funzione che include la responsabilità per gli attuali prodotti di asset management, Investment Services & Products, CS Trust e Research. Inoltre, sarà responsabile dell'attività con la clientela Private Banking nella regione Americas. Robert Shafir mantiene anche la carica di CEO Americas della banca.

La piattaforma titoli dell'Investment Banking in Svizzera viene trasferita a Private Banking & Wealth Management, sotto la supervisione di Robert Shafir e Hans-Ulrich Meister. Il gruppo Solution Partners sarà subordinato sia a Hans-Ulrich Meister che a Robert Shafir.
Eric Varvel e Gael de Boissard assumono congiuntamente la guida della divisione Investment Banking. Eric Varvel mantiene la direzione e la supervisione delle attività del dipartimento Equities & Investment Banking, Gael de Boissard si concentrerà sulla guida del dipartimento Fixed Income. Inoltre, Eric Varvel assume la carica di CEO della regione Asia Pacific. La lunga esperienza acquisita in questi paesi fa di lui la persona ideale per il ruolo. Gael de Boissard assume la carica di CEO della regione EMEA e, una volta ottenuta l'approvazione delle autorità di vigilanza, diverrà CEO delle entità britanniche Credit Suisse International e Credit Suisse Securities (Europe) Limited. Questo allineamento della nostra struttura giuridica nel Regno Unito con quella di attività e di management è in linea con la prassi consigliata dalle autorità di vigilanza. Gael de Boissard entrerà a far parte del Consiglio direttivo della banca con effetto al 1° gennaio 2013.

Urs Rohner, presidente del Consiglio di amministrazione del Credit Suisse, ha dichiarato: “Il dinamismo dell'attività con la clientela e la performance finanziaria dei primi nove mesi del 2012 indicano chiaramente la validità della nostra strategia ottimizzata. Abbiamo portato avanti la transizione ai nuovi requisiti patrimoniali, ridotto sostanzialmente le attività ponderate per il rischio, il bilancio e i costi e abbiamo modificato l'allocazione delle risorse orientandole verso le attività più redditizie. I cambiamenti annunciati oggi rappresentano una nuova fase della nostra strategia e consentiranno un migliore allineamento dello sviluppo dei prodotti, della consulenza e della distribuzione, riducendo ulteriormente la complessità della banca a beneficio di clienti e stakeholder. Siamo convinti che ci aiuteranno a sfruttare in modo mirato i nostri punti di forza nelle nostre attività chiave e sui mercati globali. La nuova struttura crea da un lato uno dei leader mondiali nell'ambito dell'offerta integrata di wealth management, dall'altro una delle prime banche d'investimento globali conformi al nuovo contesto normativo”.

Brady Dougan, Chief Executive Officer del Credit Suisse, si è così espresso: “Grazie al fatto di esserci mossi tempestivamente e in modo proattivo, abbiamo compiuto notevoli progressi per adattare le nostre attivitàai radicali mutamenti del nostro settore. Abbiamo ristrutturato il nostro modello di investment banking, rendendolo molto redditizio, meno rischioso e più orientato alle esigenze dei clienti. Il nostro modello di private banking è ideale per cogliere le opportunità di espansione ed è adeguato al nuovo contesto normativo. Inoltre, abbiamo perfezionato l'ambito operativo del nostro Asset Management. I cambiamenti annunciati oggi introducono una nuova fase dello sviluppo delle attività nell'ottica del raggiungimento dei nostri obiettivi”.

Ha inoltre aggiunto: “Le nostre due attività fondamentali e le quattro regioni saranno guidate da quattro membri di grande esperienza del Consiglio direttivo. La struttura più snella ci consentirà di accelerare l'esecuzione della strategia dell'azienda, con l'ulteriore crescita delle nostre quote di mercato, la riallocazione dei capitali per equilibrare meglio Private Banking & Wealth Management da un lato e Investment Banking dall'altro, e la prosecuzione delle misure di riduzione dei costi. La nuova divisione Private Banking & Wealth Management ci consentirà di offrire un servizio migliore ai clienti, con l'introduzione di una singola piattaforma di sviluppo dei prodotti calibrata sulle loro esigenze e con una distribuzione integrata. Nella divisione Investment Banking, la nuova struttura riflette l’importanza delle attività di consulenza e di underwriting in ambito di Equities e Investment Banking e testimonia la notevole evoluzione dell'attività Fixed Income nell'adeguamento al nuovo contesto, nonché l'importanza di questo comparto per il Credit Suisse. La struttura più agile si tradurrà in ulteriori sinergie e contribuirà al risparmio di costi per la banca. L'allineamento del management regionale e divisionale rafforza la struttura integrata della banca e la collaborazione fra regioni e divisioni per cogliere nuove opportunità di ricavi”.

In seguito alle modifiche introdotte oggi, l'organigramma non prevede più le cariche di CEO EMEA e CEO Asia Pacific. Osama Abbasi e Fawzi Kyriakos-Saad, i CEO di queste due regioni, lasciano l'azienda. Anche Walter Berchtold, Chairman Private Banking, ci ha comunicato che rinuncia alla sua posizione e lascia la banca dopo 30 anni.

Urs Rohner e Brady Dougan hanno dichiarato: “Desideriamo ringraziare Walter Berchtold, Fawzi Kyriakos-Saad e Osama Abbasi per quanto hanno realizzato con grande impegno e dedizione. Ci dispiace molto che in seguito alla riorganizzazione lascino la banca. Sono manager di grande caratura che per molti anni hanno contribuito in misura significativa allo sviluppo del Credit Suisse”.