Imprese Press Release

Press Release

Accessibilità senza barriere ai servizi del Credit Suisse

Dall'inizio di luglio fino alla metà di agosto 2012, nelle sue succursali svizzere il Credit Suisse richiama l'attenzione sui suoi servizi bancari dedicati alle persone con disabilità visive, uditive e motorie e agli anziani. L'istituto ha avviato da cinque anni l’iniziativa Accessibility e con essa intende rendere i suoi prodotti e servizi bancari accessibili a tutti nonché sensibilizzare e istruire opportunamente i suoi collaboratori sulle esigenze delle persone affette da disabilità.

Dall'avvio dell’iniziativa Accessibility nel 2007 i servizi bancari del Credit Suisse in Svizzera vengono gradualmente adattati in modo da garantirne l'accessibilità. Per assicurare la loro massima accessibilità una grande importanza è attribuita alla ristrutturazione o all'edificazione di succursali e immobili a misura di disabili e anziani. Dal luglio 2008 in tutte le regioni della Svizzera sono stati attivati oltre 400 distributori automatici con funzioni vocali ed è stata ampliata l'offerta per le persone fortemente ipovedenti e i non vedenti.

Zahra Darvishi, responsabile Corporate Citizenship Svizzera del Credit Suisse, dichiara: «Con il nostro lavoro abbiamo ottenuto una maggiore sensibilizzazione per il tema non solo nei nostri clienti, bensì anche nei nostri collaboratori. Oltre ai prodotti e ai servizi accessibili, la formazione dei collaboratori su come interagire e rapportarsi ai disabili costituisce un elemento importante del nostro impegno».

Bancomat con funzioni vocali e posizionati a un'altezza inferiore a quella standard
Agli oltre 400 bancomat appositamente equipaggiati con comandi vocali in Svizzera le persone con disabilità visive possono prelevare denaro o consultare il saldo del conto. L'audio si avvia automaticamente inserendo le cuffie ed è disponibile in tedesco, francese, italiano e inglese. I distributori automatici dispongono di tasti di funzione tattili e sono contrassegnati dal simbolo della cuffia. Per i clienti con capacità visiva limitata il Credit Suisse offre inoltre estratti bancari in Braille o in grandi caratteri. Anche l'intero sito web del Credit Suisse e l'online banking sono stati realizzati con standard di accessibilità.

Oltre 50 distributori automatici posizionati a un'altezza inferiore a quella standard in sedi selezionate assicurano una buona utilizzabilità ai clienti in sedia a rotelle. I distributori automatici sono segnalati dal simbolo corrispondente. Gli accessi alle filiali e agli uffici sono inoltre costantemente migliorati e realizzati a misura di disabili.

Interpreti di lingua dei segni e mediatori per persone con disabilità uditive
Ai clienti non udenti il Credit Suisse offre la possibilità di avvalersi di un interprete di lingua dei segni in occasione dei colloqui di consulenza due volte all'anno. Con l'ausilio di mediatori della Fondazione Procom, inoltre, i clienti non udenti possono richiedere informazioni telefoniche e conferire ordini semplici. Il mediatore traduce la parola rispettivamente scritta e parlata tra cliente e banca. In questo modo, con la relativa legittimazione è possibile verificare, ad esempio, il saldo del conto oppure ordinare polizze di versamento. Il servizio può essere richiesto in ogni succursale.

Durante la campagna, dall’inizio di luglio alla metà di agosto 2012, un opuscolo sui servizi bancari accessibili sarà esposto nelle succursali del Credit Suisse in Svizzera. La campagna è stata coordinata prima con l'Associazione svizzera dei paraplegici, la Federazione svizzera dei ciechi e deboli di vista (FSC) nonché la Federazione Svizzera dei Sordi.