Imprese Press Release

Press Release

Il Credit Suisse integra Clariden Leu

Il Credit Suisse ha deciso di integrare completamente Clariden Leu nella propria organizzazione. Il risparmio in termini di costi previsto dall'operazione, pari a circa CHF 200 milioni l'anno, fa parte dei provvedimenti annunciati per incrementare di CHF 800 milioni entro il 2014 il contributo del Private Banking all'utile ante imposte del Gruppo. Hans-Ulrich Meister, Chief Executive Officer Private Banking del Credit Suisse, è stato eletto Presidente del Consiglio di amministrazione di Clariden Leu, mentre Hanspeter Kurzmeyer ne diventa il nuovo CEO. L'integrazione sarà conclusa entro la fine del 2012 sotto il profilo legale e operativo. Il ridimensionamento dell'organico connesso con l'integrazione è compreso nella riduzione di circa il 3% nell'arco di due anni, comunicata il 1° novembre scorso, dell'effettivo del Credit Suisse Group.

Il Private Banking è fondamentale per il successo del Credit Suisse
Urs Rohner, Presidente del Consiglio di amministrazione del Credit Suisse Group, ha dichiarato: “Il Private Banking è fondamentale per il successo del Credit Suisse. In considerazione delle radicali trasformazioni cui è sottoposto il settore, attualmente stiamo fissando le priorità per la nostra crescita e per i nostri investimenti e adottando misure tese a incrementare ulteriormente la redditività e l'efficienza del Private Banking. A tale scopo, abbiamo valutato il contributo e il potenziale di sviluppo di Clariden Leu. Sulla base di quanto emerso dall'analisi, siamo giunti alla convinzione che la sua fusione con il Credit Suisse sia nel lungo periodo la soluzione migliore per clienti, azionisti e dipendenti".

Dalla concentrazione delle forze, maggiore potenziale reddituale e di crescita e nuove opportunità per i clienti
Negli ultimi anni, Clariden Leu si è posizionata come banca privata redditizia, a vocazione internazionale e con un'elevata competenza negli investimenti. Dall'integrazione di Clariden Leu, il Credit Suisse si attende un ulteriore rafforzamento della leadership mondiale del suo Private Banking. Inoltre, vengono a crearsi nuove opportunità per sfruttare meglio il potenziale di crescita e di redditività, e di conseguenza estendere la propria presenza su importanti mercati internazionali. Il risparmio previsto in termini di costi, pari a circa CHF 200 milioni l'anno, fa parte dei provvedimenti annunciati per incrementare di CHF 800 milioni entro il 2014 il contributo del Private Banking all'utile ante imposte del Gruppo. La concentrazione di know-how e volume d'affari delle due banche ha lo scopo di consolidare a lungo termine i risultati fin qui raggiunti. I clienti di Clariden Leu potranno beneficiare della vasta competenza di una banca come il Credit Suisse, che opera a livello globale, nonché della più ampia offerta di servizi. La clientela di Clariden Leu verrà trasferita al Credit Suisse, pur continuando nella misura del possibile a usufruire della stessa assistenza come finora.

Hanspeter Kurzmeyer nuovo CEO di Clariden Leu
Olivier Jaquet ha deciso di ritirarsi dalla sua posizione di CEO del Gruppo Clariden Leu. Nuovo CEO e responsabile del progetto di integrazione, la cui conclusione è prevista per la fine del 2012, sarà Hanspeter Kurzmeyer, dirigente di provata competenza ed esperienza. Da oltre 30 anni ricopre al Credit Suisse importanti funzioni dirigenziali e fino a poco tempo fa ha rivestito la carica di responsabile Clientela privata Svizzera. Hans-Ulrich Meister, che subentrerà a Peter Eckert alla presidenza del Consiglio di amministrazione di Clariden Leu, dichiara: "Ringrazio Peter Eckert e Olivier Jaquet del loro impegno e di tutto ciò che hanno raggiunto per Clariden Leu. Ringrazio inoltre Hanspeter Kurzmeyer per aver accettato di assumere questo compito impegnativo. Considerata la sua pluriennale esperienza, è la persona giusta per assicurare che il processo di integrazione di Clariden Leu nel Credit Suisse sia condotto a termine con successo e in modo equo, trasparente e rispettoso delle direttive per tutte le parti coinvolte, in particolar modo per i collaboratori interessati dalla riduzione dei posti di lavoro“.

Conclusione dell'integrazione entro la fine del 2012
Sotto il profilo giuridico, in conformità alle disposizioni di legge e ai regolamentari vigenti, il processo di integrazione si protrarrà per diversi mesi. A livello operativo, l'integrazione di tutte le attività di Clariden Leu nel Credit Suisse dovrà essere terminata entro la fine del 2012.