Imprese Press Release

Press Release

Per il Credit Suisse Group utile netto di
CHF 3,2 miliardi nel secondo trimestre 2007

Il completamento dell'attuale piano di riacquisto di azioni per CHF 8 miliardi è atteso nel corso del 2008, in anticipo sulle previsioni.

Nel secondo trimestre del 2007, l'utile netto diluito per azione è salito a CHF 2.82 da CHF 1.86 dello stesso periodo dell'anno scorso, mentre il rendimento del capitale proprio ha raggiunto il 29,7% dal precedente 21,6%.

Il primo semestre del 2007 ha fatto registrare un utile netto di CHF 5,9 miliardi. L'utile netto diluito per azione ha raggiunto CHF 5.24 rispetto a CHF 4.07 dello stesso periodo dell'anno precedente e il rendimento del capitale proprio si è attestato al 27,4% rispetto al 23,1%.

L'afflusso netto di nuovi capitali nel secondo trimestre 2007 è stato di CHF 13,3 miliardi per Wealth Management e CHF 20,4 miliardi per Asset Management.

Il Credit Suisse Group ha annunciato oggi un utile netto di CHF 3189 milioni per il secondo trimestre del 2007. L'utile da attività continuative è incrementato del 70% rispetto al secondo trimestre del 2006, mentre l'utile netto diluito per azione è passato da CHF 1.86 a CHF 2.82.

Commentando i risultati trimestrali, Brady W. Dougan, Chief Executive Officer del Credit Suisse Group, ha affermato: "I risultati operativi record del secondo trimestre continuano a beneficiare della forte accelerazione degli utili che siamo riusciti a mettere a segno nell'ultimo anno. I proventi sono aumentati sia rispetto al trimestre precedente, sia rispetto allo stesso periodo del 2006, anche grazie al nostro modello di business orientato alla clientela. La focalizzazione sull'efficienza ha comportato un miglioramento del nostro grado di leva operativa, nonostante abbiamo continuato a investire nella crescita delle nostre attività."

Ha inoltre aggiunto: "Sono particolarmente soddisfatto dei risultati ottenuti nonostante le condizioni più difficili su alcuni mercati che, secondo le nostre stime, manterranno questo andamento. Sono tuttavia molto ottimista riguardo alle prospettive di crescita a lungo termine del Credit Suisse e sono convinto che il nostro modello di business integrato orientato alla clientela e il nostro rigoroso approccio all'assunzione dei rischi ci consentirà di creare superiore valore aggiunto per i nostri azionisti attraverso i vari cicli dei mercati."

Investment Banking
Il segmento Investment Banking ha evidenziato un utile ante imposte da attività continuative record, pari a CHF 2502 milioni per il secondo trimestre 2007, con un progresso del 94% rispetto al secondo trimestre dell'anno precedente. I proventi netti sono saliti del 70% a un livello record, con aumenti significativi in tutti i principali comparti aziendali. Gli accantonamenti per perdite su crediti sono diminuiti rispetto al secondo trimestre del 2006. I costi operativi totali sono cresciuti in misura del 60%. Escludendo l'impatto che i risarcimenti assicurativi inerenti a contenziosi e i relativi costi hanno avuto nel secondo trimestre dell'anno scorso, i costi operativi totali sono incrementati del 39% nel secondo trimestre 2007 rispetto al valore registrato nello stesso periodo del 2006, soprattutto a causa dei maggiori costi salariali che riflettono l'incremento dei proventi e di altri costi operativi. Investment Banking ha continuato a ridurre le spese non legate al personale. Nel periodo in rassegna le spese generali e amministrative sono scese del 14% rispetto al 2006, senza contare l'impatto dei risarcimenti assicurativi. Il suddetto calo riflette un run-rate dei costi fissi inferiore, nonostante l'aumentata attività dell'azienda. Nel trimestre in esame, il rapporto costi del personale/proventi è stato pari al 51,5% rispetto al 53,5% dello stesso periodo del 2006, mentre il margine di utile ante imposte è salito al 33,2% contro il 29,0% del secondo trimestre 2006.

Private Banking
Nel secondo trimestre di quest'anno il segmento del Private Banking, comprendente i settori Wealth Management e Corporate & Retail Banking, ha registrato un utile ante imposte da attività continuative pari a CHF 1381 milioni, in crescita del 23% rispetto allo stesso periodo del 2006.

L'attività di Wealth Management ha messo a segno un utile ante imposte da attività continuative record, pari a CHF 1001 milioni per il secondo trimestre 2007, in aumento del 28% se confrontato con le cifre del 2006. I proventi netti hanno guadagnato il 17%, sospinti dal forte incremento dei ricavi ricorrenti dovuto, a sua volta, alle maggiori commissioni basate sulle attività, in particolare sui patrimoni gestiti, e ai ricavi da transazioni. La progressione del 10% dei costi operativi totali osservata nel corso del trimestre è attribuibile prevalentemente all'aumento dei costi per il personale e dei benefit in relazione ai costanti investimenti strategici in attività a livello globale nonché all'incremento dei costi salariali legati all'incremento dei proventi. Nel periodo in rassegna, il margine di utile ante imposte si è situato al 42,0%, contro il 38,3% registrato nel secondo trimestre del 2006.

Nel secondo trimestre 2007 il settore Corporate & Retail Banking ha registrato un utile ante imposte da attività continuative di CHF 380 milioni, in crescita del 10% rispetto al corrispondente trimestre del 2006. I proventi netti sono aumentati del 10%. L'incremento dei costi operativi totali, pari al 14% rispetto allo stesso periodo del 2006, riflette la crescita dei costi per il personale e dei benefit, ma anche di altre spese operative. Gli accantonamenti per perdite su crediti hanno registrato utilizzi netti pari a CHF 28 milioni, principalmente a causa della risoluzione di una singola esposizione. Nel periodo in rassegna, il margine di utile ante imposte si è situato al 39,2%, contro il 39,1% registrato nel secondo trimestre del 2006.

Asset Management
Il segmento dell'Asset Management ha riportato un utile ante imposte da attività continuative di CHF 299 milioni per il secondo trimestre 2007, equivalente a un aumento di CHF 272 milioni rispetto allo stesso trimestre del 2006. I proventi netti hanno fatto registrare un incremento del 26% sullo stesso periodo dell'anno precedente, grazie ai ricavi della gestione patrimoniale e per l'attività amministrativa nonché ai maggiori utili da investimenti in private equity e da altri investimenti. I costi operativi totali sono diminuiti del 15% rispetto al secondo trimestre del 2006, durante il quale erano stati generati costi per un ammontare di CHF 152 milioni connessi alla riorganizzazione di Asset Management, in particolare negli Stati Uniti. Il margine di utile ante imposte ha raggiunto il 35,1% nel periodo in rassegna. Il 30 giugno 2007, il patrimonio amministrato ammontava a CHF 749,6 miliardi, segnando così un aumento del 5,8% rispetto al 31 marzo 2007.

Afflusso netto di nuovi capitali
Nel secondo trimestre 2007, le attività di Wealth Management hanno totalizzato una raccolta netta di nuovi capitali per CHF 13,3 miliardi, pari a un tasso di crescita trimestrale annualizzato del 6,5%, grazie al notevole apporto proveniente da Europa e Americhe. Le attività di Asset Management hanno generato un forte afflusso netto di nuovi capitali pari a CHF 20,4 miliardi nel secondo trimestre 2007, dovuto principalmente agli apporti provenienti da investimenti sul mercato monetario, alternativi e balanced. Al 30 giugno 2007 il patrimonio complessivo amministrato dal Credit Suisse era di CHF 1629,0 miliardi, segnando un aumento del 5,0% rispetto al 31 marzo 2007.

Risultati primo semestre 2007
Il Credit Suisse Group ha ottenuto un utile netto di CHF 5918 milioni per il primo semestre del 2007. L'utile da attività continuative è incrementato del 40% rispetto allo stesso periodo del 2006. L'utile netto diluito per azione ha raggiunto CHF 5.24 nella prima metà del 2007, in crescita quindi rispetto ai CHF 4.07 del 2006. Il rendimento del capitale proprio si è attestato al 27,4% nel periodo in rassegna, superando il 23,1% registrato nel primo semestre 2006.

Accelerazione dell'attuale piano di riacquisto di azioni
In linea con l'attuale piano di riacquisto di azioni per CHF 8 miliardi avviato il 9 maggio 2007, il Credit Suisse Group ha riacquistato azioni proprie per CHF 2,5 miliardi entro fine luglio e conta di acquistarne altre per un ammontare di CHF 2,5 miliardi entro la fine del 2007. Secondo le relative stime il programma sarà completato nel corso del 2008, ovvero molto in anticipo rispetto al 2010 posto come obiettivo.