Imprese Earning Release

Earning Release

Credit Suisse annuncia un 3° trimestre 2016 nel segno della redditività

 

  • Utile ante imposte (PTI) del Gruppo pubblicato di CHF 222 milioni con un progresso del 12% rispetto al 2T16
  • Utile ante imposte (PTI) del Gruppo rettificato* di CHF 327 milioni con un progresso del 13% rispetto al 2T16
  • PTI aggregato pubblicato di CHF 1 155 milioni (rettificato* di CHF 847 milioni) per APAC, SUB e IWM
  • Spese non correlate al personale rettificate* in flessione del 12% con tassi di cambio costanti rispetto al 3T15 e riduzione di 5400 effettivi1 al 3 novembre 2016 sull’obiettivo di 6000 per fine anno 2016
  • Utile netto attribuibile agli azionisti di CHF 41 milioni

NNA per Wealth Management di CHF 30,9 miliardi per i primi nove mesi del 2016 in un contesto di mercato difficile

  • Afflussi netti di nuovi capitali (NNA) per Wealth Management pari a CHF 9,2 miliardi nel 3T16
  • NNA aggregati per Wealth Management di CHF 30,9 miliardi per i primi nove mesi dell’anno, in crescita del 40% rispetto ai primi nove mesi del 2015
  • Patrimonio gestito (AuM) di Wealth Management da inizio anno pari a CHF 725 miliardi, in rialzo del 9% rispetto ai primi nove mesi del 2015

IBCM e GM in utile

  • Forte contributo al ricavo da parte di IBCM con sovraperformance nell’attività di emissione obbligazionaria e azionaria.
  • Dinamica positiva del portafoglio obbligazionario chiave in GM.

Rafforzamento della base di capitale e del leverage ratio

  • Look-through CET1 ratio del 12%, con un miglioramento di 180 punti base rispetto al 3T15; include una plusvalenza dalla vendita di immobili pari a CHF 346 milioni e accantonamenti per contenziosi di CHF 357 milioni
  • Look-through CET1 leverage ratio del 3,4%, con un miglioramento di 60 punti base rispetto al 3T15
  • Riduzione in SRU della leverage exposure per USD 29 miliardi e di USD 3 miliardi per le RWA rispetto al 2T16, con un apporto al miglioramento della base di capitale e del look-through CET1 leverage ratio del Gruppo

Tidjane Thiam, Chief Executive Officer di Credit Suisse, ha dichiarato: “Nel 3T16, siamo rimasti focalizzati sulla disciplinata implementazione della nostra strategia. Il grande impegno dei nostri team in tutte le divisioni ci ha consentito di confermare i trend positivi evidenziati dai nostri risultati 2T16.

Abbiamo mantenuto l’attenzione sulla riduzione della base di costi, con la nostra base dei costi operativi complessiva rettificata* in flessione del 2% rispetto al 3T15 con tassi di cambio costanti. Le spese rettificate* non correlate al personale hanno segnato una flessione del 12% con tassi di cambio costanti, come risultato del nostro impegno nella ristrutturazione oltre le semplici riduzioni di personale. In parallelo, al 3 novembre 2016 abbiamo ridotto l'effettivo del personale1 di 5400 unità. Stimiamo che l’equivalente annualizzato dei risparmi netti sui costi rettificati realizzati nei primi nove mesi del 2016 sia pari a CHF 1,5 miliardi2: uno sviluppo che ci consentirebbe di superare gli obiettivi fissati per fine 2016.

Le divisioni APAC, SUB e IWM si sono tutte mosse in territorio positivo generando un PTI aggregato rettificato* di CHF 847 milioni e NNA per Wealth Management di CHF 9,2 miliardi. Il valore NNA aggregato per la gestione patrimoniale pari a CHF 30,9 miliardi per i primi nove mesi dell’anno segna un rialzo del 40% rispetto allo stesso periodo del 2015. La divisione IBCM ha messo a segno un incremento del 16% per i ricavi netti in dollari statunitensi nel 3T16 rispetto al 3T15 mentre l’attività globale in ambito IBCM ha raggiunto un incremento di ricavi del 22% nel 3T16 rispetto a un anno prima. Nel suo assetto ristrutturato, GM opera con valori di RWA e proventi inferiori del 16% e del 14% rispettivamente nel confronto con lo stesso periodo dell’anno scorso. Grazie alla nostra focalizzazione sui costi, GM è in utile per il secondo trimestre consecutivo grazie alla dinamica di Global Credit Products. Abbiamo continuato a realizzare costanti progressi nelle riduzioni nell’ambito di SRU, e segnatamente USD 78 miliardi per la leverage exposure e USD 20 miliardi per le RWA rispetto al 3T15. Nello stesso periodo, i costi di SRU hanno registrato una diminuzione di USD 310 milioni (47%).

I ricavi netti per la divisione APAC hanno fatto segnare CHF 917 milioni nel 3T16, con dato in crescita rispetto sia al 2T16 sia al 3T15. Wealth Management ha prodotto ricavi netti record di CHF 346 milioni. Il forte afflusso netto di nuovi capitali ha toccato quota CHF 4,6 miliardi e abbiamo registrato un livello record di AuM di CHF 169 miliardi, ascrivibile a un maggiore dinamismo delle attività della clientela UHNWI e imprenditoriale. Il nostro modello integrato e basato sull’offerta di servizi personalizzati di finanziamento, underwriting e consulenza a questo gruppo di clienti prosegue nel dare i suoi frutti dopo il promettente avvio.

Per SUB un solido utile ante imposte rettificato* di CHF 431 milioni nel 3T16. In Wealth Management, abbiamo registrato deflussi per CHF 0.5 miliardi e CHF 0,4 miliardi con l’uscita da diverse relazioni con gestori patrimoniali esterni e le misure di regolarizzazione in corso; il dato NNA è pari a CHF 0,2 miliardi. Abbiamo generato proventi netti da interessi (NII) stabili nel confronto con il 2T16, compensati da bassi volumi di transazione legati a fattori stagionali.

IWM ha continuato ad attrarre un forte afflusso netto di nuovi capitali in ambito gestione patrimoniale per un totale di CHF 4,4 miliardi nel 3T16. Le nostre iniziative di crescita per il 2016, tra cui figura il lancio dell’unità Strategic Client Partners con un team di consulenza dedicato, ci ha consentito di creare ulteriore valore per i nostri clienti UHNWI. Nel 3T16, robusti NII sono derivati sia da maggiori volumi di credito sia da margini più elevati, compensando volumi di transazione inferiori per fattori stagionali e compromessi dal difficile contesto di mercato.

In IBCM, abbiamo generato USD 55 milioni di utile ante imposte rettificato* nel 3T16. Nel complesso, i ricavi netti di IBCM sono aumentati del 16% rispetto al 3T15, con sottoscrizione di titoli di capitale e di debito in crescita del 40% e del 13% rispettivamente, che hanno contribuito al nostro posizionamento globale tra i top 53 nel comparto dei prodotti chiave. In ambito Advisory, abbiamo continuato a sfruttare la forza della nostra presenza globale, mettendo a segno una serie di importanti transazioni per un volume superiore agli USD 10 miliardi4 annunciati nel 3T16.

GM ha espresso un utile ante imposte rettificato* pari a USD 150 milioni, un risultato scaturito dalla focalizzazione sulla riduzione dei costi affiancata dalla brillante performance in ambito Credit rispetto al 3T15. Global Credit Products ha messo a segno il trimestre migliore dal 2013, grazie allo stretto contatto tra i nostri team e la clientela sui mercati high yield e investment grade. Ciò è stato compensato da un contributo più debole delle nostre attività su azioni, in particolare nel campo dei derivati azionari e della negoziazione di azioni in Europa. Negli USA, la nostra attività nel comparto azionario ha tenuto bene e abbiamo mantenuto la nostra forte posizione con i principali clienti in Cash e Prime Services. Procediamo nella creazione di leva operativa in GM, dove prevediamo di avvicinarci al nostro obiettivo di costi per fine 2018 pari a USD 5,4 miliardi a fine 2016.

Rispetto al 3T15, SRU ha registrato ulteriori riduzioni della leverage exposure per USD 78 miliardi e per USD 20 miliardi nelle RWA. Nello stesso periodo, i costi rettificati* di SRU sono scesi di 310 milioni (47%). Gli avanzamenti messi a segno in SRU sono fondamentali per il Gruppo, dato che contribuiscono a generare le risorse da investire in APAC, IWM, SUB e IBCM, dove prevediamo di produrre rendimenti più elevati.

Abbiamo ulteriormente rafforzato la nostra posizione patrimoniale con un CET1 ratio del 12% su base look-through a fine 3T16, incluso l’impatto di accantonamenti per contenziosi di CHF 357 milioni.

Sull’arco del 3T16, abbiamo proseguito con l’implementazione della nostra strategia. Abbiamo ridotto significativamente i costi e proseguito con una crescita redditizia su mercati selezionati, registrando una crescita del 40% su base annua degli NNA aggregati in Wealth Management. La gestione rigorosa dei capitali, la generazione organica di capitale nonché la dismissione di asset e comparti annunciata a marzo 2016 ci hanno consentito di continuare a investire in aree a rendimento più elevato.

Guardando al futuro, prevediamo che per diversi trimestri a venire l’attività di mercato sarà ancora influenzata da incertezza a livello geopolitico e macroeconomico, e che la situazione resti impegnativa.

Abbiamo ancora un lungo cammino davanti a noi ma siamo impegnati senza riserve, in condizioni di mercato difficili, a procedere con i nostri impegni chiave di ridurre i costi, rafforzare la nostra base di capitale e favorire una crescita redditizia dell’attività.” 

3Q16 Financial Report (in inglese) nonché i lucidi di presentazione dei risultati 3T16 possono essere scaricati di oggi all'indirizzo: www.credit-suisse.com/results

Leggere il comunicato stampa completo con le tabelle (PDF)