city-logistics-online-retail-presents-logistics-with-new-tasks

Pensare al futuro per tempo: la successione aziendale per le piccole e medie imprese

Sapete già oggi quale futuro avrà la vostra azienda? Con una strategia studiata per tempo, che preveda alternative per la regolamentazione della successione, potete far sì che il lavoro di una vita possa continuare dopo di voi. Parliamo dunque qui delle principali strategie e opzioni per la predisposizione della successione aziendale.

Il cambiamento demografico in Svizzera mostra il suo impatto economico anche tra le piccole e medie imprese (PMI). Attualmente in tutta la Svizzera vi sono circa 560 000 persone di età compresa tra i 60 e i 65 anni, dunque prossime al pensionamento. Molti di loro sono a capo di aziende di famiglia che hanno fondato o che gestiscono come seconda o terza generazione. Con l'uscita dal mondo del lavoro di queste fasce di popolazione, la sfida della successione si fa particolarmente difficile, considerato che la generazione successiva è numericamente molto più esigua.

Molte imprese devono porsi tre importanti domande:

  • cosa accade all'azienda, quando si ritira una figura determinante per la conduzione?
  • quale forma di successione assicura al meglio la continuità aziendale? 
  • cosa succede se non vi è nessuno che possa raccogliere il testimone?

La successione aziendale è una questione di cuore

La gestione delle piccole e medie imprese, per molti proprietari attivi nella conduzione, è una questione con importanti risvolti emotivi. Oltre agli aspetti economici vanno spesso considerati principi e ideali che vengono tramandati negli affari da generazioni. Per l'imprenditore che ha fondato un'azienda, il successo futuro della sua creatura resta la cosa più importante anche dopo il pensionamento.

Cinque possibilità per la successione aziendale

Successione all'interno della famiglia (Family-Buy-Out o "FBO")

Se vi sono discendenti motivati e dotati delle giuste caratteristiche e che abbiano conquistato la fiducia del titolare, occorre individuare il prezzo equo affinché possano acquisire l'azienda. Questa tematica, di per sé già complessa, si complica per la necessità di far coincidere responsabilità e potere decisionale (la maggioranza azionaria), dal momento che i genitori desiderano trattare equamente i propri eredi. Poiché il valore dell'azienda rappresenta spesso la maggior parte del patrimonio familiare, si rende necessario l'acquisto di azioni da parte dei discendenti che assumeranno la guida dell’impresa, anche a causa della relativa rigidità del diritto successorio, che prevede ampie porzioni legittime. È possibile affrontare queste problematiche emotivamente delicate ricorrendo ad un aiuto esterno che abbia esperienza in materia di successioni familiari e possa aiutare a pianificare razionalmente il finanziamento per gli eredi.

Cessione al management attualmente in carica (Management-buy-out o "MBO")

Affidare l'azienda ai quadri esistenti è spesso la seconda opzione, perché in questo modo la conduzione resta appannaggio di persone che godono della fiducia del titolare. D'altro lato, questa soluzione può creare inquietudine. Anche per i quadri assumersi la responsabilità di titolari è una sfida importante e per l'acquisto della ditta gli stessi dovranno indebitarsi, senza considerare il fatto che non tutte le imprese possono contare al proprio interno di persone adatte a un passo di questo tipo.

Cessione a management esterno (Management-buy-in o "MBI")

Cedere la conduzione dell'azienda a dirigenti esterni può essere un'altra buona soluzione. Un imprenditore esterno è in grado di apportare nuove idee e ulteriore know-how. Spesso questa strada di traduce nella vendita a un investitore finanziario che farà affidamento sui quadri esistenti, cui affiancherà altre figure dirigenziali di sua individuazione. In questo modo, il titolare cedente non deve accollarsi alcun rischio residuo (prestito del venditore). Il rovescio della medaglia è che gli investitori finanziari, dopo un determinato periodo di tempo, devono nuovamente vendere le aziende acquisite. Nel lungo termine questo può comportare la perdita dell'identità conservata fino a un certo punto, della denominazione aziendale intestata alla famiglia, o innescare altri cambiamenti che per il titolare possono rappresentare veri e proprie ferite sentimentali.

Anche in questo caso, una consulenza neutrale e oggettiva può aiutare a individuare la soluzione migliore per la crescita dell'azienda nel lungo periodo.

Vendita dell'azienda

Dal punto di vista finanziario le imprese possono ottimizzare il prezzo di realizzo attraverso la vendita a un compratore strategico o investitore finanziario solvibile. Resta tuttavia determinante che il processo di vendita sia condotto in modo professionale, in modo che il titolare possa contare su una rosa di possibili acquirenti da un lato e, dall'altro, che si inneschi una certa concorrenza tra gli interessati stessi. Questa soluzione aiuta non solo in termini di ottimizzazione del prezzo e di maggiore sicurezza della transazione, ma è anche utile a ridurre possibili garanzie da prestare nonché a introdurre disposizioni contrattuali che possano regolamentare per un certo periodo di tempo questioni importanti per il titolare cedente.
In alternativa a un processo di vendita gestito professionalmente, sistemi di networking professionali basati sulla riservatezza, come Opportunity Net di Credit Suisse, consentono alle imprese più piccole di ampliare la propria rete di contatti commerciali e trovare così maggiori acquirenti potenziali.

Cessazione dell'attività

In determinate circostanze, si arriva ad optare per la cessazione dell'attività operativa. Si tratta di un processo complesso che deve essere preparato con cura e richiede un certo tempo.

Per tutte le opzioni di successione illustrate, occorre rispettare numerosi aspetti normativi a livello fiscale e giuridico, ma anche economico, da considerare già nella fase di preparazione, a causa dei tempi che possono spesso rivelarsi molto lunghi. Di conseguenza, il processo di successione deve essere avviato almeno 5 anni prima della sua concretizzazione. Spesso vale la pena che un imprenditore cominci a pensare già a partire dai suoi cinquant'anni dove vorrebbe vedere il frutto del suo lavoro di una vita dopo 5, 10 o 15 anni, in modo da restare un partner affidabile per i collaboratori, i clienti e i fornitori anche dopo il pensionamento.

Non si può dire a tavolino quali soluzioni meglio si adeguano a un'azienda. È necessario piuttosto definire le opportunità di sviluppo interne, le condizioni economiche e gli obiettivi personali, così da arrivare con un processo sistematico di ricerca alla migliore soluzione con possibili alternative. La realizzazione della strategia per la successione aziendale è un processo che quasi sempre dura più anni.

Regolamentazione della successione aziendale con l'assistenza di esperti

La riuscita della successione di un'azienda è, per il suo fondatore, la cosa più importante, e al tempo stesso più delicata; un fronte sul quale il titolare non può affidarsi alla propria esperienza pregressa e in merito al quale spesso non può o non vuole confrontarsi con la cerchia che sinora lo ha supportato. È pertanto opportuno considerare di rivolgersi a un consulente esterno per affrontare per tempo una riflessione concreta e valutare le varie possibilità.

Il processo di successione aziendale, con il supporto di esperti, si sviluppa in cinque fasi:

  1. avvio
  2. analisi della situazione attuale
  3. valutazione
  4. predisposizione
  5. cessione e chiusura

Credit Suisse è specializzato in processi di successione delle PMI e, se necessario, può interagire con altri esperti della vostra rete di contatti. L'intento è quello di sostenere gli imprenditori in modo neutrale nel processo decisionale, affinché possano decidere quali opzioni scegliere per la continuazione dell'opera di tutta una vita e intraprendere i preparativi necessari per raggiungere l'obiettivo individuato. Credit Suisse gestisce anche OpportunityNet, una piattaforma per la compravendita di aziende e redige altresì studi che affrontano queste tematiche in modo globale a fronte di sondaggi e che presentano informazioni supplementari statisticamente affidabili. 

Per informazioni dettagliate sulla regolamentazione della successione: processo di successione. Saremo lieti di aiutarvi a soppesare la decisione più importante per la vostra azienda e realizzare l'opzione migliore.

Consulenza individuale

Modulo di contatto This link target opens in a new window
Siamo sempre a vostra disposizione, anche per un colloquio personale. Per fissare un colloquio di consulenza contattarci al numero gratuito 0800 88 88 73* o tramite il modulo di contatto.


* Le conversazioni telefoniche possono essere registrate.