Le esportazioni svizzere crescono più lentamente. Ma le PMI restano fiduciose.

Export svizzero: crescita più debole ma ancora positiva.

Il barometro delle esportazioni è di nuovo in calo, e il clima delle esportazioni tra le PMI svizzere continua a indebolirsi. Ma la Svizzera ha un asso nella manica: la «Swissness» è infatti molto apprezzata dai clienti internazionali. Ecco perché le prospettive restano nel complesso positive.

La crescita delle esportazioni dalla Svizzera è più debole

Trova conferma l'attesa normalizzazione delle prospettive di crescita per l'export svizzero: il barometro delle esportazioni di Credit Suisse si attesta infatti per la prima volta da due anni al di sotto della media a lungo termine di 1,0 punti. Ciononostante, con 0,6 punti risulta ancora sopra la soglia di crescita. Secondo Credit Suisse la domanda di beni d'esportazione svizzeri continuerà quindi ad aumentare.

A causa delle ridotte prospettive di crescita, si indebolisce anche il clima delle esportazioni tra le PMI. Ciononostante, il 47 per cento delle PMI elvetiche prevede un aumento delle esportazioni nel prossimo trimestre. Il 38 per cento si aspetta invece una stagnazione. 

Export svizzero: il barometro delle esportazioni di Credit Suisse è in lieve calo

Il barometro delle esportazioni di Credit Suisse è in lieve calo

In deviazioni standard, soglia di crescita = 0

Fonti: Bloomberg, Datastream, PMIPremium, Credit Suisse/IDC

Esportazioni ridotte per le PMI dell'industria MEM

Il calo delle esportazioni viene registrato soprattutto nell'industria meccanica, elettrica e metallica (industria MEM). La causa è da rintracciare nel rallentamento della crescita europea, dovuto a sua volta al conflitto commerciale tra Cina e Stati Uniti. Il trend negativo interessa soprattutto l'industria automobilistica tedesca, con una ricaduta sull'indotto svizzero nel settore MEM. Negli Stati Uniti, secondo mercato di sbocco, la situazione economica sembra al momento più stabile.

Le PMI dell'industria MEM fanno i conti con rallentamento dell'economia in Europa

L'industria MEM elvetica risente dell'indebolimento economico in Europa.

Esportazioni svizzere dell'industria meccanica, elettrica e metallica in diversi paesi, crescita rispetto all'anno precedente in percentuale, media a 3 mesi

Fonti: Amministrazione federale delle dogane, Credit Suisse

Nonostante le offuscate prospettive per l'export, le PMI elvetiche possono fare affidamento sul loro fattore di successo: la «Swissness». Il 69 per cento delle imprese dichiara che i propri clienti internazionali apprezzano la qualità elvetica. Il 37 per cento delle PMI ritiene inoltre che i propri clienti siano disposti a pagarla di più. La Svizzera guadagna punti anche sul piano della localizzazione. Grazie al contesto economico e politico stabile e alla buona infrastruttura, l'87 per cento delle PMI mantiene la propria sede centrale in Svizzera.

Avete domande sull'export svizzero?

Fissare un appuntamento This link target opens in a new window
Saremo lieti di assistervi. Chiamateci al numero +41 (0)800 88 88 71.