Mid-market lending: quando la soluzione di finanziamento flessibile è sensata

Mid-market lending: quando la soluzione di finanziamento flessibile è sensata

Ci sono molte situazioni che superano il normale fabbisogno finanziario di una PMI e circostanze in cui le PMI desidererebbero modelli di finanziamento straordinari. Oggi più che mai i finanziatori sono chiamati a concepire soluzioni innovative e specifiche per soddisfare le esigenze degli imprenditori. Già nel 2010 il partner strategico dello Swiss Venture Club, Credit Suisse (Svizzera) SA, ha fondato «SVC – SA per il capitale di rischio delle PMI», una società affiliata al 100% che investe circa CHF 100 milioni in PMI e giovani imprenditori. Alla fine del 2016 è stato fatto il passo successivo con il nuovo strumento di finanziamento flessibile: il mid-market lending.

Che si tratti di un'acquisizione aziendale strategica in sospeso o del pagamento ad associati, del desiderio di un prefinanziamento di distribuzioni dei dividendi come alternativa alla vendita di un’azienda, o che un'impresa si trovi in una fase di forte crescita che assorbe temporaneamente molto capitale: tutte queste situazioni possono richiedere l'impiego di un elevato capitale di terzi e far nascere il desiderio di una struttura di finanziamento flessibile. Le situazioni citate non possono tuttavia essere risolte attraverso il classico finanziamento bancario, poiché superano l'appetito di rischio delle banche finanziatrici. In questi casi può essere sensato un finanziamento che consenta un grado d’indebitamento più elevato, accompagnato da un profilo di ammortamento flessibile e in generale da un periodo di rimborso più lungo rispetto a un normale credito bancario.

Dall'inizio dello scorso anno Credit Suisse offre una soluzione di finanziamento di questo tipo con il nome di mid-market lending. Il mid-market lending è un'offerta complementare alla classica soluzione di finanziamento bancaria basata principalmente sui cash flow futuri di un'azienda e rivolta a solide imprese svizzere di medie dimensioni con un margine operativo lordo (EBITDA) compreso tra CHF 5 e 50 milioni. Il mid-market lending può mettere a disposizione crediti stabiliti fino a un massimo di CHF 250 milioni, anche sotto forma di full underwriting. Per ridurre al minimo il rischio di accumulazione della banca, in particolare in caso di grandi volumi di crediti, la banca concede agli investitori un finanziamento consorziale per una parte del volume di crediti, come avviene per i classici crediti consorziali. Poiché in caso di crediti consorziali classici la capacità di assorbimento per questo tipo di prestiti è limitata, il mid-market lending prevede una stretta collaborazione con investitori istituzionali che nell'attuale contesto di mercato mostrano un elevato grado di interesse per questo tipo di investimenti. Indipendentemente dalla necessità di sindacazione, Credit Suisse mantiene un significativo importo del credito sui propri registri per soddisfare gli interessi delle imprese, della banca e, se necessario, degli investitori. La banca può concedere volumi di crediti fino a CHF 30 milioni.

Naturalmente questa soluzione di finanziamento non presenta solo vantaggi: la maggiore flessibilità e il grado di indebitamento più elevato comportano maggiori costi di finanziamento per l’impresa rispetto al classico credito in quanto, dal punto di vista della banca, i rischi sono maggiori. Il margine varia in funzione della flessibilità della strutturazione del credito e dell'effettivo grado di indebitamento. Al fine di offrire una soluzione di finanziamento il più possibile efficiente in termini di costi, il margine di credito viene legato al grado di indebitamento, e dunque nel caso di un minore grado di indebitamento si riduce anche il margine.

A causa del periodo di rimborso più lungo e del profilo di rischio più elevato del credito, sussiste una maggiore necessità di informazioni da parte della banca, in particolare nella fase iniziale del processo di verifica del credito. Le premesse fondamentali per una concessione del credito il più rapida ed efficiente possibile sono una comprensione di fondo precisa del modello di business, dei mercati principali, delle parti interessate, di prodotti e del business plan e dunque l’ottenimento di informazioni di buona qualità da parte del cliente. Durante il periodo di rimborso Credit Suisse segue molto da vicino le PMI [come banca per gli imprenditori] e monitora l'andamento degli affari, come avviene nel caso dei finanziamenti classici.