L'accesso alla rete di contatti di Credit Suisse ha consentito la nascita di un'azienda di successo come Helvesko SA

Helvesko SA: un successo duraturo grazie alla rete di contatti di Credit Suisse

Quando 25 anni fa Robert Amrein analizzò il dossier consegnatogli dal suo consulente clientela Credit Suisse, praticamente tutto diceva di lasciar perdere quell’azienda. Ma l’imprenditore decise di acquistarla lo stesso. Oggi con grande dedizione Melanie Wicki-Amrein porta avanti, in veste di CEO, la realtà di successo fondata dal padre: Helvesko SA.

Riconoscere i «numeri giusti»

Nel video Melanie Wicki-Amrein racconta la storia di Helvesko SA e spiega come mai i primi passi dell’azienda sono strettamente legati a Credit Suisse. Dal momento che l’azienda è specializzata in calzature comode, Helvesko vuole sempre sapere per la sua quali sono i «numeri giusti». E Melanie Wicki-Amrein ritrova questa stessa motivazione anche nel suo consulente clientela di Credit Suisse, Sandro Kutschera.

Melanie Wicki-Amrein, CEO Helvesko SA, «Con la banca per gli imprenditori»

Parliamo di strategie d’investimento e strategie sui dividendi e di come mai le origini di Helvesko SA siano direttamente legate a un attento consulente clientela di Credit Suisse.

«Senza l'aiuto di Credit Suisse oggi non sarei CEO di Helvesko SA», afferma Melanie Wicki-Amrein. «Le origini della nostra azienda sono strettamente legate a un attento consulente clientela di Credit Suisse», aggiunge. 25 anni fa suo padre Robert Amrein era alla ricerca di una nuova sfida. Un paio di anni prima aveva venduto la fiorente impresa di famiglia «Willisauer Ringli»: non vi intravedeva più alcuna possibilità di crescita e poi ormai l’uomo lavorava nel settore IT, dove aveva tutte le porte spalancate per una carriera di successo. Tuttavia, lavorare alle dipendenze di qualcuno non faceva per lui.

Un imprenditore che non si lascia scoraggiare

In un colloquio con il suo consulente clientela di Credit Suisse, Robert Amrein discusse di aziende in cerca di un successore. Una settimana più tardi sulla sua scrivania c’erano quattro dossier. Uno riguardava la Integra Nusshof SA, una piccola realtà che commerciava in calzature comode. «Quando mio padre rincasò con quel prospetto aziendale, in un primo momento in famiglia si scatenò l'ilarità generale», ricorda Melanie Wicki-Amrein e ride: «Mio padre e le calzature comode! Lo prendevamo in giro da sempre dicendogli che con la cravatta e le scarpe lucidate ci andava anche a letto». Ma Robert Amrein non si lasciò scoraggiare. Aveva studiato la lista dei clienti e ne era convinto: in quell’azienda c’era del potenziale.

L’OpportunityNet del tempo

Quello che allora il consulente clientela di Credit Suisse aveva fatto di propria iniziativa, ovvero sfruttare in modo intelligente la rete di contatti della banca, è oggi un servizio affermato e unico nel suo genere, offerto solo da Credit Suisse: OpportunityNet è infatti il nome ufficiale della piattaforma che mette in contatto persone interessate all’acquisto e alla vendita di aziende. Il tutto in modo semplice, ma sempre garantendo la massima discrezione.

Il grande vantaggio: continuità e fiducia

Quando Robert Amrein mancò nel 2018, la figlia aveva preso in mano lo scettro del comando già da lungo tempo. «Il rapporto di fiducia con il nostro consulente clientela di Credit Suisse Sandro Kutschera risale ai tempi di mio padre. Ancora prima del mio arrivo loro due avevano iniziato a tracciare una strada che per me oggi è un grande supporto. Mi riferisco ad esempio a una struttura azionaria ordinata che prevede il deposito delle azioni presso la banca», spiega l'attuale titolare.

Un partner da pari a pari

Nonostante l’atteggiamento di Melanie Wicki-Amrein nei confronti delle banche sia in genere piuttosto critico, quella con il consulente Sandro Kutschera è una storia a parte: «Conosce la nostra azienda e posso fare affidamento sul fatto che se mi contatta è solo per propormi idee che hanno davvero un solido fondamento. Non si tratta mai di banalità», spiega. Inoltre l’imprenditrice non manca mai di discutere di questioni d'investimento o della sua strategia dei dividendi con Sandro Kutschera. «In lui nutro una fiducia quasi cieca, anche se poi naturalmente le decisioni alla fine le prendo in autonomia», racconta Melanie Wicki-Amrein.

Una ricetta di successo nel commercio al dettaglio

Helvesko SA è oggi un'impresa che vanta 15 negozi di successo e uno shop online altrettanto florido. Gran parte dell’assortimento è realizzata a Thun, e questo in un'epoca in cui l’industria calzaturiera svizzera sembra non essere quasi più redditizia, molti dettaglianti lottano per rimanere aperti e i negozi fuori dal centro città chiudono. Non è così per Helvesko. Non appena varcata la soglia di un punto vendita saltano subito all’occhio alcuni degli ingredienti che costituiscono la ricetta di successo dell'azienda: «Abbiamo capito già molti anni fa che acquistare deve essere un’esperienza e che la cortesia ripaga sempre», afferma Wicki-Amrein. Chi non è impegnato a provare un paio di scarpe siede comodamente sul divano, sorseggia del caffè e sfoglia una rivista mentre i bambini si divertono nell’angolo giochi.

Scarpe per suore e per esteti

La crescita dell'azienda è avvenuta parallelamente alle aperture dei negozi e all'ampliamento della gamma di prodotti: «Il nostro catalogo è passato da 20 a 120 pagine e oggi le nostre calzature sono decisamente in linea con la moda e con il gusto estetico, io stessa le indosso volentieri», rivela la CEO. Quando le chiediamo se le scarpe che tanti anni fa scatenarono l'ilarità della famiglia sono ancora presenti in assortimento, annuisce: «Saremmo dei pazzi a togliere o a modificare quelli che ormai da molti anni sono i nostri bestseller. Nel tempo ho imparato a conoscere e a stimare la nostra fedele clientela: credo che quasi ogni suora svizzera calzi un paio di scarpe Helvesko».

Una differenza che ripaga

Helvesko è riuscita ad affermarsi stabilmente in un mercato noto per essere arduo e problematico: quelli che oggi possono ancora permettersi di produrre scarpe in Svizzera sono mosche bianche. L'azienda di Reiden è fra questi e ci riesce con una sorprendente disinvoltura. Melanie Wicki-Amrein spiega: «Sono i piccoli dettagli a differenziarci da altri marchi, e non da ultimo i nostri valori, che sono di cruciale importanza. Questo atteggiamento è lo stesso che ritrovo anche in Credit Suisse e in Sandro Kutschera. Gli stessi servizi li posso trovare più o meno in quasi tutte le banche – ma i valori no».

E a proposito: OpportunityNet è un servizio esclusivo di Credit Suisse.

Secondo il consulente clientela Sandro Kutschera, OpportunityNet è un’utile piattaforma per gli imprenditori.

«OpportunityNet può essere un'interessante opportunità per trovare un acquirente o anche solo per tastare il mercato.»

Sandro Kutschera lavora in Credit Suisse dal 2003 ed è responsabile di mercato Entrepreneurs & Executives per Lucerna, Obvaldo e Nidvaldo.

Volete approfittare anche voi della grande rete di contatti di Credit Suisse?

Richiedere una consulenza This link target opens in a new window