Rischi valutari: strategie di copertura per le PMI svizzere

Le strategie di copertura flessibili funzionano per le PMI svizzere

Per le PMI svizzere, il 2021 non è stato un anno facile. In particolare, la gestione dei rischi valutari ha continuato a porre loro nuove sfide. Le strategie di copertura a lungo termine e flessibili hanno permesso a molte aziende di superare indenni questo periodo volatile.

Le PMI svizzere affrontano le difficoltà

Il 2021 è stato un anno di ripresa dopo lo shock dovuto al Covid. È stato però anche un anno impegnativo per le aziende in Svizzera, che hanno continuato ad operare in condizioni difficili. Eppure, molte PMI sono state in grado di superare bene questo periodo, di cogliere le nuove opportunità e di crescere ancora. «Ancora una volta si è dimostrato che l’economia svizzera è molto resiliente e flessibile», afferma Oliver Banz, responsabile PMI Regione Zurigo presso Credit Suisse nell’attuale studio FX.

Tutelarsi dai rischi valutari rimane di fondamentale importanza

La situazione rimane incerta nel 2022, specialmente per quanto riguarda i rischi valutari. «La situazione è tutt’altro che facile», afferma Oliver Banz. Da un lato, i tassi di interesse sono particolarmente bassi in molte valute, dall’altro, le aziende non dovrebbero sottovalutare i rischi geopolitici e i problemi di approvvigionamento a livello globale. «Può cambiare tutto molto in fretta.»

Christophe Müller, responsabile Swiss Large Corporates, è d’accordo con lui. In questa situazione è consigliabile una strategia di copertura molto rigorosa, ma anche flessibile, afferma. «Bisogna stabilire una strategia e seguirla con coerenza.»

Le PMI perseguono strategie di copertura a lungo termine

Molte PMI svizzere sono diventate più attente alla questione della copertura valutaria negli ultimi anni. Prima di prendere decisioni importanti, si effettuano valutazioni ancora più precise rispetto a prima della crisi, afferma Nicola Tettamanti, CEO di Tecnopinz SA, in un’intervista nell’attuale studio FX. Un cambio radicale di strategia non era però un’opzione percorribile per l’impresa industriale ticinese. «A lungo termine non conviene mai abbandonare semplicemente i piani strategici» afferma Nicola Tettamanti. E questo vale soprattutto per le imprese di famiglia. Anche Sandra Rüegsegger, direttrice di Kölla AG, e Louis Siriwardena, CEO di Lets Travel SA, hanno mantenuto le strategie di copertura stabilite per le loro aziende nonostante la pandemia.

Copertura valutaria con un partner forte

L’esempio delle tre PMI svizzere mostra quanto sia importante che la strategia di copertura valutaria sia adeguata all’azienda e soddisfi in modo ottimale le rispettive esigenze. Proprio per questo il contatto diretto e personale con i consulenti e le consulenti nel campo delle divise di Credit Suisse è un elemento importante per tutti i tre responsabili. «Conoscono nel dettaglio le nostre esigenze per quanto riguarda le valute estere e possono quindi fornici consulenze mirate», commenta Sandra Rüegsegger.

Louis Siriwardena sottolinea anche l’alto livello di competenza tecnica dei team FX. «I colloqui strategici con i consulenti e le consulenti ci aiutano moltissimo», dichiara il CEO di Lets Travel SA. «Riusciamo quasi sempre a ottenere risultati molto positivi con le nostre transazioni in valuta estera.»

Le PMI svizzere guardano fiduciose verso il futuro

Per quanto riguarda i prossimi anni, tutti e tre i dirigenti sono ottimisti. Nonostante le incertezze relative all’andamento della pandemia e la crisi logistica non ancora risolta, confidano nel fatto che la ripresa economica continuerà. «L’ottimismo nel nostro settore è forte», afferma Nicola Tettamanti nello studio FX.

Tuttavia rimangono alcuni rischi, specialmente per quanto riguarda le valute estere. Louis Siriwardena considera un possibile pericolo che il dollaro statunitense possa perdere di nuovo stabilità nei confronti del franco svizzero dopo tanto tempo. Per Nicola Tettamanti, invece, il rischio principale è che il franco si rivaluti fortemente rispetto all’euro.

Desiderate saperne di più sulla copertura valutaria?

Richiedere una consulenza Scaricare lo studio (PDF)