Protezionismo: PMI svizzera sfida le barriere commerciali

Contro il protezionismo: PIEGA Switzerland punta fortemente sull'export.

Esportare nonostante il protezionismo: la ditta PIEGA Switzerland spiega in che modo. Nel video il CEO Manuel Greiner racconta quali barriere commerciali incontra PIEGA come PMI svizzera dedita all'export e in che modo l'impresa riscuote successo nonostante gli ostacoli all'export.

Per le PMI svizzere l'export riveste un'importanza fondamentale

Quando si parla di un'azienda di precisione svizzera nata dalla passione per la musica, non può essere altro che PIEGA SA. Negli ultimi tre decenni si è consolidata nel settore dell'elettronica di consumo come impresa svizzera leader nella produzione di altoparlanti di fascia medio-alta. Gli altoparlanti PIEGA si contraddistinguono per l'elevata qualità e il design elegante. Non sorprende affatto che da tempo PIEGA non commercializzi più i suoi pregiati prodotti solo in Svizzera.

«Esportiamo il 70 per cento circa dei nostri prodotti», afferma Manuel Greiner, CEO di PIEGA SA. «Il mercato svizzero è molto importante per noi, ma ovviamente è anche limitato. Per poter produrre a prezzi adeguati, abbiamo bisogno della quota di produzione risultante dall'export.» Tradizionalmente è l'Europa il principale mercato di sbocco per PIEGA: oltre a Germania e Austria soprattutto Benelux e Scandinavia. «Tuttavia negli ultimi anni l'Asia è cresciuta molto come mercato per i nostri prodotti», continua Manuel Greiner. In particolare Hong Kong ha acquisito grande importanza come mercato di destinazione.

PIEGA SA: successo nell'export nonostante il protezionismo

Manuel Greiner, CEO di PIEGA SA, parla delle sfide nell'export e di come l'impresa superi gli ostacoli commerciali e il protezionismo.

Protezionismo e ostacoli commerciali gravano sul commercio

Tuttavia, con l'aumento dell'export, l'impresa si trova ad affrontare sfide sempre più impegnative. La situazione si è inasprita a causa degli ostacoli commerciali e del crescente protezionismo. In particolare a gravare sul business di PIEGA sarebbero gli elevati dazi doganali e le nuove legislazioni nei Paesi di esportazione. Nel video il CEO racconta in concreto dove l'impresa si imbatte in barriere commerciali e come riesce a farvi fronte con successo.

Nascita di una PMI svizzera: dalla passione all'imprenditorialità

Considerando il successo e l'elevata quota di export di PIEGA, non si direbbe che l'impresa abbia avuto origine in un garage. PIEGA SA fu fondata nel 1986 da Kurt Scheuch, Leo Greiner e Christian Schmid. La passione di Kurt Scheuch e Leo Greiner sono i toni bassi, ma anche quelli alti, purché cristallini. Questo amore per la qualità del suono li ha avvicinati, dando impulso a PIEGA. I due fondatori assemblavano altoparlanti separatamente e li vendevano nell'ambito della cerchia di amici allargata: Kurt Scheuch era famoso per l'eccellente qualità del suono dei suoi altoparlanti e Leo Greiner per l'estetica dei modelli.

Fu Christian Schmid a convincere i due a unire le forze e a trasformare la passione comune in un'attività professionale. L'idea era fantastica, pensò allora Greiner, però mancava il denaro. Ma non sarebbe stato questo a frenarli. Il padre di Christian Schmid garantì per i giovani imprenditori presso la Banca Popolare Svizzera. Nel 1986 Kurt Scheuch e Leo Greiner iniziarono insieme a mettere a punto prodotti nella cantina di Leo Greiner. Tre anni dopo si trasferirono nell'attuale sede dell'azienda a Horgen e presto si resero indipendenti dalla banca non avendo più bisogno di crediti.

Crescere nonostante le barriere commerciali con il finanziamento giusto

Grazie alla sua innovativa imprenditorialità, l'azienda è cresciuta rapidamente, facendosi un nome anche a livello internazionale. Dal 2018 i figli di Leo Greiner, Manuel e Alexander Greiner, sono al timone dell'azienda nella seconda generazione, insieme a Thomas Müller. Per crescere bene nonostante le difficili condizioni dell'export, è importante anche il giusto partner finanziario. «Apprezziamo molto la collaborazione con Credit Suisse. Abbiamo un fitto dialogo con il nostro consulente clientela, che ci viene in aiuto in tempi rapidi anche a fronte di problemi imprevisti. La nostra banca risponde perfettamente alle nostre esigenze individuali», afferma Manuel Greiner.